Gli amici della mia ragazza: Amy

1.5KReport
Gli amici della mia ragazza: Amy

Ciao, mi chiamo Sam e voglio raccontarti una storia che è successa a me. Non sto esagerando in nessuna parte, raccontando tutto come è successo. Lo ricordo come se fosse ieri.

Avevo 15 anni e frequentavo ancora le superiori. La mia vita non era niente fuori dall'ordinario. Scuola di giorno, videogiochi e dopo dormi. L'ho fatto; tuttavia, ho una ragazza che era un anno più giovane di me - 15. Si chiamava Thu ed era vietnamita. La parte migliore della scuola era l'ora di pranzo. E non solo perché mi ha permesso di scappare da un'aula noiosa, ma perché avrei passato del tempo con la mia ragazza... e le sue amiche!
Le sue amiche erano tutte asiatiche, proprio come lei e avevano tutte 14 anni. Amy era cinese e piuttosto fob. Aveva circa 5'4, con un corpo magro, anche magro, e un bel paio di seni B-Cup. Essendo una ragazza cinese molto timida, Amy indossava sempre top a collo alto con maniche lunghe e jeans. Il suo bel viso asiatico era incorniciato da occhiali rotondi, senza i quali riusciva a malapena a vedere. E sembrava sempre portare con sé la maggior quantità di libri di testo possibile, pur mantenendo la schiena perfettamente dritta, il che le faceva spuntare vivacemente le tette da adolescente.

Inutile dire che, nonostante avessi una ragazza e avessi una relazione completamente stabile, volevo giocare con Amy. Ovviamente è stata in parte colpa sua! Sembrava così timida, che la mia sola presenza l'avrebbe fatta arrossire. Il solo pensiero di violare una ragazza così pura e innocente mi ha reso duro come una roccia.
Col passare del tempo, arrivò la stagione estiva. Sono passati 4 mesi da quando ho pensato di fare sesso con Amy, e poi...
Non sono sicuro di cosa fosse. Forse gli ormoni hanno preso il sopravvento, o forse è stato il caldo. Il fatto che Amy abbia indossato per la prima volta una camicetta bianca e una gonna è stato probabilmente un fattore importante, nonostante fosse un tipo di gonna sotto il ginocchio vecchio stile. Il suo sedere era meraviglioso e vedere le sue gambe nude mi ha fatto venire voglia di allargarle di più.

Nei giorni caldi Amy di solito tornava a casa a piedi, il che prevedeva il passaggio attraverso un tunnel sotterraneo sotto un'autostrada. Normalmente era un posto affollato con studenti che lo attraversavano senza sosta; tuttavia, a causa dei suoi studi, Amy era in ritardo di quasi due ore per tornare a casa. Ovviamente a quel punto la maggior parte degli studenti se n'è già andata e il tunnel si sarebbe svuotato. Oh, cosa ci facevo a scuola così tardi, chiedi? Di certo non perseguitare Amy. No, davvero, in realtà sono riuscito a bocciare un laboratorio di chimica (un argomento per il quale non me ne fregava di meno in quel momento), e ho dovuto rifarlo. Ora che ci penso, forse sono stati i fumi delle sostanze chimiche che stavo mescolando, a farmi pensare a fondo su come catturare Amy e finalmente afferrare le sue belle tette asiatiche.

Ho finito il mio laboratorio relativamente in fretta e mi sono fermato in biblioteca dove ho senza dubbio trovato Amy, seduta dietro una pila di libri, che sapevo che avrebbe portato a casa.
"Ehi Amy! Ho appena finito il mio laboratorio! Penso di essere passato, hah!" dissi, sedendomi di fronte a lei, cercando di vedere il suo viso attraverso le pile di pubblicazioni. "Che cosa stai facendo?"
"Ciao", fu la sua breve risposta e un timido sorriso, "Sto ancora studiando per gli esami, ma la biblioteca chiuderà presto."
Non ero sicuro se avesse intenzione di dire qualcos'altro, quindi ho continuato per lei, "quindi tornerai a casa con questa tonnellata di carta? Vuoi che ti dia una mano? Devo fermarmi al mercato comunque! Sto finendo i noodles in tazza!" dissi allegramente, sperando che non si accorgesse dello strano tono di voce, che improvvisamente ha preso il sopravvento su di me.
Distolse lo sguardo dal suo lavoro per un momento, "Ugh, sei sicura?" lei stessa non sembrava essere così sicura.
"Sono sicuro!" dissi con entusiasmo, mi alzai e cominciai a mettere i libri nello zaino. Mormorò un tranquillo "grazie" mentre si preparava a partire anche lei.

Abbiamo camminato lentamente verso il suo condominio, che era a circa 15 minuti di distanza. L'ora si stava avvicinando alle 6 del pomeriggio e, sebbene la maggior parte del caldo se ne andasse, l'umidità rimaneva nell'aria. Mentre trasportavamo il nostro carico e chiacchieravamo, ho notato che Amy stava iniziando a fare caldo, e ho potuto vedere il contorno del suo reggiseno e dei suoi seni quando la camicetta bianca, bagnata dal sudore, si è attaccata al suo petto. Mi sono fermato e ho fatto un respiro profondo. "Amy," ho iniziato. Si è fermata a guardarmi e io ho continuato: "Sei una ragazza così cattiva! Vedo il tuo reggiseno e la parte superiore del tuo seno!" dissi in tono scherzoso, sapendo che se questo non la ucciderà, il suo rossore sarà estremo. E così è stato! Amy sussultò, si guardò il petto e lo coprì con il braccio. Lo stavo perdendo.
"Sciocco! Se lo copri con il braccio, si attaccherà di più al tuo corpo", dissi, e mi avvicinai. Lascia che ti mostri. Mentre cercava di allontanarsi da me, ho allungato una mano, ho afferrato i lati della sua camicetta dove ci sono i bottoni e l'ho tirata ai lati con la quantità di forza che non mi sarei mai aspettato di avere. Ci fu un rumore di strappo, una leggera lotta e un secondo dopo, la quattordicenne Amy era di fronte a me, esposta nel reggiseno. Mi è venuto in mente che avrebbe potuto urlare, ma non lo fece - forse era così scioccata e spaventata. Ha provato a coprirsi, ma mentre le stavo togliendo la camicetta, sono riuscita ad aggrovigliarle le mani dietro la schiena. L'ho semi trascinata verso il tunnel che era a soli 10 piedi di distanza.
"Sam, fermati!" pregò Amy mentre lottava per liberare le braccia.
"No, Amy! Non posso! Volevo vederti nuda da così tanto tempo!" Sussurrai a bassa voce e senza esitazione le tirai le spalline del reggiseno ai lati, e le feci scivolare tutto giù fino allo stomaco. Le sue belle tette a coppa B sono immediatamente spuntate fuori e si sono ravvivate, con i suoi capezzoli duri che puntavano dritti in fuori. Le sue areole erano sorprendentemente molto grandi e marroni. Tenendo sempre le mani di Amy dietro la sua schiena con la mia mano sinistra, uso la mia destra per abbracciare uno dei suoi seni. Ho guardato Amy e ho visto le lacrime rigarle il viso. Li ho asciugati e le ho dato un bacio gentile sulle labbra, pizzicandole il capezzolo e tirandolo allo stesso tempo. Sbatté le palpebre per la sorpresa mentre il suo corpo si contraeva e si inarcava. Ho spostato la faccia all'altezza del suo seno e ho iniziato a succhiare il capezzolo, mordendolo di tanto in tanto, continuando a tirare e pizzicare l'altro. Un paio di secondi dopo, un lamento sfuggì dalla bocca di Amy e decisi di abbassarmi.

Dando una rapida occhiata alle due estremità del tunnel per assicurarmi che non ci fosse nessuno in giro, ho deciso di accelerare le cose, perché di sicuro non volevo essere catturato. Ho fatto una mossa brusca e ho tirato Amy a terra. Atterrò di piatto sul sedere e si appoggiò di lato, a causa dello zaino che era ancora sulla schiena. Gliel'ho tolto di dosso e ho riflettuto su cosa fare con le sue mani. La decisione è arrivata velocemente e se il mio cazzo potesse diventare più duro lo sarebbe. Muovendo le sue mani dietro la testa, le ho legato la camicetta intorno al collo, soffocandola semi. Stava piangendo forte, con la paura negli occhi, il corpo tremante. Sorrisi, mentre le strappavo la gonna con tale forza, il suo intero corpo si sollevò da terra. Stavo correndo, facendole male nel processo, mentre continuavo a tirare giù la gonna, finalmente togliendola da una gamba e lasciandola da sola. Stavo per esplodere - la vista del suo viso arrossato e spaventato, il corpo che tremava così forte che le tette tremavano e, soprattutto, le sue mutandine. Non ero dell'umore giusto per i preliminari. Mi sono tolto le mutandine e ho visto la sua figa pelosa, che non doveva mai essere stata rasata. Guardandola negli occhi, con un sorriso un po' folle sul viso, ho sussurrato: "Spero che ti piacerà questa Amy. Sto per scopare la tua stretta fica asiatica vergine con il mio cazzo duro!"

Non ero un ragazzo grande, con un'altezza di 5'9 all'età di 15 anni, ero estremamente magro e il mio cazzo era in media di 6, quasi 7 pollici quando era eretto. Ero comunque orgoglioso di quanto sarebbe diventato difficile e della circonferenza che aveva. Nonostante tutto, la vista sembrava terrorizzare Amy e lei smise di tremare, senza fiato alla vista del mio cazzo completamente eretto rivolto verso l'alto. prepuzio tirato indietro e precum luccicante sulla testa. Niente preservativo, niente lubrificante, niente tempo. Stavo per sputare per rendere più facile l'ingresso, ma all'improvviso volevo che sentisse il dolore che sentivo tutto il tempo, in attesa di scoparla. Il suo corpo si tese mentre il mio cazzo duro premeva contro le sue morbide labbra della figa. Ho strofinato il mio cazzo sul suo clitoride, che ha provocato deboli gemiti da parte di Amy. Si stava bagnando leggermente per una vergine timida che veniva violentata.

Ho allargato le labbra della sua figa e ho posizionato il mio cazzo all'ingresso. L'ho vista prendere fiato e con quello ho spinto dentro. Non ho intenzione di mentire, quasi mi sono pentito di non aver usato alcun tipo di lubrificante in quel momento. La sua figa asiatica era così stretta che la testa del mio pene bruciava per l'attrito mentre cercavo di farmi strada con la forza. Amy iniziò a piangere forte, ma io continuai a pus, rompendo il suo imene. Il sangue, quel poco che c'era, ha reso le cose un po' più facili e ho iniziato a scopare Amy. Stava diventando un po' troppo rumorosa e le ho stretto la camicetta intorno al collo, tagliandole temporaneamente l'ossigeno alla testa. Quando ciò non ha aiutato, ho deciso di darle una lezione. Mentre piangeva e mi implorava di fermarmi, le ho scopato la fica stretta con tale forza, le sue tette stavano quasi per colpirla in faccia e le mie palle mi facevano male per averle sbattuto contro il culo. Le presi le tette ondeggianti e le strinsi forte, pizzicando, torcendo e tirando i capezzoli. Ha urlato di dolore, cosa che mi ha fatto arrabbiare. Dando una rapida occhiata all'ambiente circostante, ho visto una matita normale, che doveva essere caduta dallo zaino di qualcuno, a soli 2 piedi di distanza. L'ho afferrato e senza esitazione mi sono chinato per infilarlo nel suo sedere stretto. Il suo buco del culo si strinse, rifiutando a un oggetto estraneo di entrare, ma non mi fermai e speronai tutti i 4 pollici della matita dentro di lei. Il suo continuo urlare e piangere mi ha eccitato così tanto che ero pronto a venire. "Amy, puttana asiatica!" Ho urlato, martellandole la figa, "Ti riempirò la fica con il mio sperma!" e ho iniziato a versare il mio sperma nella sua figa.

Stava ancora piangendo piano mentre mi chiudevo i pantaloni e presi lo zaino. Per motivi di pura soddisfazione personale, ho portato con me il reggiseno, le mutandine, la gonna e la camicetta, lasciandola completamente nuda con sangue e sperma che uscivano dalla sua figa pelosa di 14 anni e una matita ancora nel culo. "Amy," dissi, spazzolandole dolcemente i capelli, "mi dispiace... domani ti daremo una pillola così non rimarrai incinta... basta che non lo dica a nessuno." E con questo mi sono alzato e sono tornato a casa, pensando agli altri amici della mia ragazza che volevo ancora scopare.

Storie simili

Amy - Parte 1 - Dan

Dan pensava di essere un uomo felice in generale: aveva un buon rapporto con Anna, sì, il sesso era raro e un po' di routine, ma era felice se non del tutto soddisfatto. Poi l'azienda ha assunto Amy, aveva 18 anni e sembrava un po' fuori di testa, forse era il primo giorno di nervi pensò Dan, ma, guardandosi intorno ai suoi colleghi, pensò che probabilmente dipendesse dal loro ovvio guardarla a bocca aperta mentre camminava oltre le loro scrivanie. Il capo aveva una storia di scelta dell'aspetto piuttosto che delle capacità, ma a nessuno degli uomini importava davvero. Dan di...

1.8K I più visti

Likes 0

Solo per cavarsela II

La luce del sole che filtra dalla finestra della camera da letto mi sveglia. È direttamente nei miei occhi. Gemendo mi giro nel sacco a pelo e infilo la testa sotto il cuscino. Una mano mi scuote rudemente la spalla e Tyler mi allontana il cuscino. “Alzati, Natalie! Non costringermi a portarti di nuovo a scuola! Tyler si lamenta esasperato. Mi sta ancora scuotendo la spalla. Apro gli occhi e lo guardo male. Mi sta fissando e non ha ancora smesso di scuotermi la spalla. Lasciami andare! scatto, irritato. Scuote la testa e scompare nella stanza principale. Tyler è mio fratello...

1.6K I più visti

Likes 0

Gli strani giri della vita, parte 3

Le strane svolte della vita, parte 3 Il lunedì e il martedì andavano e venivano, senza che fosse successo niente di eccitante, tranne che Sandy ha chiamato per dire che aveva ricevuto una bella offerta per la casa da una coppia di circa 30 anni. I suoi figli erano tornati dal loro papà, quindi non poteva venire, ma volevo. Sono andato in palestra dopo il lavoro lunedì, martedì e mercoledì e ho chiacchierato con una bella donna della mia fascia di età che era interessante e non aveva anelli o altre prove di impegno. Abbiamo parlato, mentre l'ho aiutata a riadattare...

1.7K I più visti

Likes 0

Alza il tuo

Nell'agosto del 1998, avevo 18 anni e vendevo Bibbie porta a porta, a piedi, in una piccola città della Virginia. Mentre continuavo a camminare sempre più fuori città, cercando di vendere qualcosa che tutti avevano già, mi sono reso conto che si stava facendo buio ed ero a circa 5 miglia da dove stavo affittando un piccolo appartamento. Ho deciso di tornare in città in autostop. GROSSO ERRORE!!! Quando un furgone si è fermato e si è fermato e la porta scorrevole si è aperta, ho capito che potrebbe non essere una buona idea. C'erano 4 ragazzi neri lì dentro e...

1.2K I più visti

Likes 0

Piccola e carina babysitter

Tammy Lovett è entrata in casa mia e mi è quasi venuto duro a guardarle il culetto. Ha un bellissimo culo tondo di 13 anni e tette stranamente grandi per la sua età, una buona coppa D. È entrata in casa mia indossando una minuscola minigonna che mostrava la parte inferiore delle sue dolci chiappe, e una maglietta così attillata che le sue tette vivace stavano quasi aprendo i bottoni. 'Ciao papà!' esclamò. Mi chiama sempre papà, così ha fatto la maggior parte delle persone, e io l'ho sempre chiamata la mia bambina. 'Ehi piccola, Aimee ha dormito presto, dorme nella...

943 I più visti

Likes 0

Nella foresta con un adolescente

Stavo andando a conoscere la ragazza. Non l'avevo mai vista prima, ho chattato con lei solo alcune volte su Internet. Ma sapevo che era giovane - solo 16 anni, e sapeva che avevo più di dieci anni di lei... A parte questo non avevo mai visto una sua foto, anche se mi aveva detto che è molto di piccole dimensioni. Avevamo deciso di incontrarci a una fermata dell'autobus, ai margini del centro città. Era una calda giornata estiva e stavo arrivando a piedi. Avevo bevuto un paio di birre per calmare i miei nervi. Quando ho svoltato nella strada giusta, la...

1.9K I più visti

Likes 0

I Ragazzi ritornano!

I ragazzi tornano! Ci è voluta una settimana per organizzare un momento reciprocamente gradevole in cui Brad e Mike tornassero per un altro incontro con mia moglie Beth. L'ultima volta che i ragazzi sono stati qui, Beth si è divertita moltissimo e non vedeva l'ora di ripetere l'esibizione. Mi aveva persino detto che li avrebbe portati direttamente in camera da letto dove avrebbero potuto davvero farlo. Sono rimasto un po' sorpreso quando sono andato ad aprire la porta. C'erano Brad, Mike e altri due bei ragazzi. Brad mi ha indotto da Chad e Dan, che avevano entrambi 18 anni, e ha...

1.7K I più visti

Likes 0

Betty tettona

Storia di Fbailey numero 489 Betty tettona Avevo incontrato Betty solo di recente. I primi due tempi furono relativamente brevi e frettolosi. Tuttavia, la terza volta è stata un incantesimo. Non eravamo soli ma siamo riusciti a trascorrere un'ora o giù di lì nella stessa stanza. Mia moglie era lì con me così come un amico comune. Suo marito e due figli erano in un'altra stanza, ma di tanto in tanto entravano in cucina per un momento o due e poi si ritiravano in cose più grandi e migliori come i videogiochi e la televisione. Betty è quella che Internet chiama...

1.7K I più visti

Likes 0

Grimbol l'uccisore. capitolo 3

La notte successiva trascorse senza incidenti. Temendo di attirare attenzioni indesiderate, camminavano in silenzio, ognuno perso nei propri pensieri, fermandosi solo poche volte a ingoiare un po' di pemmican e bacche o a prendersi cura del richiamo della natura. Al sorgere del sole, la chioma della foresta improvvisamente cedette e un vasto prato si estendeva a perdita d'occhio davanti a loro, con solo un occasionale boschetto di alberi a spezzare la monotonia. Pochi passi nel mare d'erba Aalina si fermò bruscamente. Grimbol si voltò e chiese: Cosa c'è? È solo che... non sono mai stata fuori dal Grande Bosco prima d'ora...

1.1K I più visti

Likes 0

Sandra dopo l'Università Pt. 1

Sandra dopo l'università di Vanessa Evans Sandra ha guadagnato abbastanza soldi per prendersi un anno di pausa. Nota dell'autore Questa storia è una continuazione della mia storia Sandra è diversa. Sebbene questa storia possa essere indipendente, avrà più senso se leggi prima Sandra è diversa. v introduzione Dopo 3 incredibili anni all'università in cui ho fatto un sacco di soldi lasciandomi sculacciare dagli uomini, lasciando che gli uomini mi scopassero mentre ero privo di sensi e dimostrando macchine del cazzo alle convention di attrezzature erotiche, ho deciso che dovevo prendermi un anno per ottenere il massimo delle mie dipendenze che si...

779 I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.