Ritmo di The Rails

63Report
Ritmo di The Rails

Siamo usciti dalla Union Station verso le 20:00. Nella canzone, il treno parte la mattina e arriva la sera. Immagino che le cose siano cambiate da quando Steve Goodman ha preso il treno e ha scritto la canzone. Potrei conviverci. Fin dalla prima volta che avevo sentito Arlo Guthrie cantare di "The City of New Orleans", avrei voluto fare questo viaggio. Spesso, al lavoro o sotto la doccia, mi ritrovavo a canticchiare la melodia. Ora, in realtà ero sul treno leggendario, in viaggio da Chicago a New Orleans. Stavamo "cambiando auto a Memphis, nel Tennessee" verso le 6:30 del mattino, "a metà strada verso casa e saremmo arrivati" verso le 3:30 del pomeriggio. OK, ammetto che non ha avuto lo stesso impatto lirico della corsa del cantautore. Come dovevo imparare, tuttavia, ci sono ancora alcuni luoghi meravigliosi da vedere "di notte nella città di New Orleans". Ho avuto la fortuna di assistere a uno che brucia ancora nella mia memoria sessuale.

Non c'erano vecchi nell'auto del club e l'unico gioco di carte era giocato da una bionda snella e con le gambe lunghe, poco più che ventenne. Era seduta a un tavolo a giocare a solitario. Sono un po' corto e tozzo. Non mi sono mai considerato nella stessa lega sessuale di giovani bionde alte con figure snelle e sexy. Non sono nemmeno sicuro che stiamo praticando lo stesso sport. Quella notte, però, avevo abbastanza spirito romantico e abbastanza spirito per iniziare una conversazione. Era amichevole. Ho saputo che si chiamava Denise. Il suo ragazzo era uno stagista a Jackson, MS e lei stava andando a trovarlo. Non sono stato sorpreso di scoprire che aveva un ragazzo, né che fosse un dottore. Sono rimasto un po' sorpreso dal fatto che una giovane donna con un programma così fitto stesse viaggiando sul treno, piuttosto che sull'aereo. Mi ha detto che amava il ritmo delle rotaie, la rilassava. La fretta, il ritmo frenetico e spaventoso dei viaggi aerei l'hanno appena resa tesa. Senza darmi i dettagli, mi ha detto che, per questo incontro, aveva bisogno di essere rilassata quando è arrivata lì. Annuii comprensiva ma non la pressai. Abbiamo bevuto qualche drink e qualche risata. Era circa mezzanotte quando tornammo ai nostri posti.

C'erano poco più di "quindici cavalieri irrequieti" sul treno, ma il vagone in cui ci trovavamo era scarsamente popolato. Denise spostò la sua roba alcune file indietro al sedile dall'altra parte del corridoio rispetto al mio e parlammo sottovoce ancora un po' prima di tirare fuori le coperte. Nessuno di noi aveva guadagnato i soldi extra per un vagone letto. Sono abbastanza basso da riuscire a dormire nella maggior parte degli spazi e in realtà sono riuscito a sdraiarmi sui due sedili, la testa verso il finestrino, un po' rannicchiato ma moderatamente comodo. Denise era più alta di me di circa mezzo piede; la maggior parte della sua altezza extra era nelle sue gambe lunghe e ben fatte. Ha reclinato il sedile fino in fondo. Ho chiuso gli occhi. Il ritmo delle rotaie dondolava dolcemente il mio corpo. Era stata una buona notte. Non sapevo cosa o chi doveva ancora venire.

Stavo quasi dormendo quando ho sentito il capotreno annunciare il nostro arrivo a Carbondale. Con gli occhi chiusi, ho ascoltato le persone vicino a noi partire. Denise e io ora avevamo tutto il retro dell'auto per noi. Ho sbirciato e sembrava che stesse dormendo. I suoi lunghi capelli biondi e la corporatura snella sotto la coperta rosa facevano uno spettacolo grazioso nella penombra. Quando il treno partì da Carbondale, mi misi a dormire. Oppure, è quello che pensavo di fare.

Ho sentito Denise che si trascinava sul sedile dall'altra parte del corridoio. Ho pensato che probabilmente avesse qualche difficoltà a mettersi a suo agio. Aprendo un occhio, divenne evidente che, sotto la coperta, si stava togliendo i jeans. La mia immaginazione immaginava le sue gambe lunghe e snelle nude fino alle mutandine. Quindi, ha immaginato le sue mutandine e il cumulo della sua figa delineato sul tessuto. Il mio cazzo si alzò con il pensiero. Ero quasi perso in sogni eccitati quando ho sentito un po' più di movimento attraverso il corridoio. La mia prima reazione è stata di comprensione per la sua difficoltà a mettersi a suo agio, anche senza i jeans. Quando ho aperto di nuovo un occhio per dare un'occhiata, la mia seconda reazione è stata di piacevole stupore.

Adagiata sul sedile reclinabile, aveva allargato le gambe. La sua mano destra era sotto la coperta e tra le gambe. Non riuscivo a capire se la mano fosse dentro o sopra le sue mutandine, ma sicuramente la stava strofinando lentamente su e giù lungo la sua fica. I suoi occhi erano chiusi. Lentamente la mia mano si mosse per liberare la mia erezione. Sotto la coperta, l'ho tenuto in mano e ho fatto scorrere lentamente le dita lungo l'asta mentre guardavo Denise accarezzarle la figa. Andammo avanti così per diversi minuti nell'auto buia, lei supina con gli occhi chiusi, io dalla mia parte con un occhio aperto, entrambi accarezzando leggermente, entrambi aumentando sempre così lentamente il nostro passo.

Quando ha alzato le ginocchia, ho perso le tracce della sua mano ma non il suo ritmo. I suoi fianchi avevano cominciato a dondolarsi con i movimenti della mano. Stava facendo piccole spinte pelviche contro la sua mano. Le sue labbra si erano aperte e potevo sentirla emettere dei dolci lamenti nella parte posteriore della gola. I suoi fianchi oscillavano a tempo con lo sferragliare del treno sui binari. Il treno si stava muovendo abbastanza velocemente in questo tratto. Ho iniziato a pompare il mio cazzo allo stesso ritmo veloce e costante. Era come essere in sintonia con l'universo. La giovane fica di Denise, il treno in corsa e il mio cazzo duro erano tutti sincronizzati. Sapevo di non poter mantenere questo ritmo molto a lungo. Il mio cuore batteva forte, il mio inguine era teso per l'orgasmo che stava crescendo e stava diventando più difficile trattenere il mio respiro affannoso. Riuscivo a sentire il respiro di Denise che usciva con sussulti irregolari. Le sue gambe erano divaricate. Potevo di nuovo vedere il nodo della sua mano. Sembrava che avesse diverse dita nella figa e le stesse pompando al ritmo insistente dei binari. Poi, lo giuro, il treno ha preso velocità.

La leggendaria "Città di New Orleans" si stava precipitando verso il Kentucky. Denise si stava precipitando verso l'orgasmo e io ero d'accordo per entrambe le giostre. I suoi fianchi stavano spingendo al ritmo più rapido delle ruote d'acciaio, anche le sue dita che pompavano avevano raccolto il ritmo sempre più intenso. La sua testa era gettata all'indietro e tremava leggermente da un lato all'altro mentre il resto del suo corpo snello era avvolto intorno alle sue dita martellanti. Ho visto la sua bocca spalancarsi mentre l'orgasmo ha cominciato a riversarsi su di lei. Sono arrivata a scatti violenti guardando il suo corpo dimenarsi sotto la sua coperta rosa, contorcendosi diverse volte prima di raggiungere un riposo disteso e ansante. Facendo ancora finta di dormire, mi sono girata sul sedile per riposizionare il mio corpo in relazione al nuovo punto umido della mia coperta.

Quando ho cominciato ad addormentarmi ho potuto sentire Denise cantare dolcemente sottovoce.

“Buona notte, America. Come stai?"
Ho sorriso al suono. Stavo andando abbastanza bene, grazie mille.

Storie simili

Eddie, la mamma del suo amico e Betty

June Cleaver era la mamma di due giovani uomini ben educati, Waldo di 20 anni e Theo di 19 anni. Era la tipica casalinga di periferia americana che amava suo marito Ward ed era sposata con lui da oltre 32 anni. La 53enne June era piena di seni di 40 gg, un culo grasso e rotondo ed era formosa. A 5 piedi 9 era un bicchiere d'acqua alto ed è per questo che il giovane Eddie Haskell, bramava la mamma del suo migliore amico. Eddie, 20 anni, aveva scoperto di recente l'ipnotismo e scoprì di essere davvero bravo in questo. Quindi...

122 I più visti

Likes 0

I Ragazzi ritornano!

I ragazzi tornano! Ci è voluta una settimana per organizzare un momento reciprocamente gradevole in cui Brad e Mike tornassero per un altro incontro con mia moglie Beth. L'ultima volta che i ragazzi sono stati qui, Beth si è divertita moltissimo e non vedeva l'ora di ripetere l'esibizione. Mi aveva persino detto che li avrebbe portati direttamente in camera da letto dove avrebbero potuto davvero farlo. Sono rimasto un po' sorpreso quando sono andato ad aprire la porta. C'erano Brad, Mike e altri due bei ragazzi. Brad mi ha indotto da Chad e Dan, che avevano entrambi 18 anni, e ha...

245 I più visti

Likes 0

La realizzazione di una troia femminuccia parte 3

L'iniziazione e il degrado di Michael, uno scolaro di sedici anni, continuano. Michael era stato precedentemente sedotto dal suo preside ma non era stato in grado di soddisfarlo completamente, il che lo ha portato a un corso di formazione dalla sua insegnante di forma, la signorina Bolton. Questo episodio descrive la seconda sessione di allenamento più un incontro imbarazzante nel suo negozio all'angolo con un oscuro sconosciuto. -------------------------------------------------- -------------------------------------------------- --- Al mattino presto, svegliandomi, eseguivo il rituale delle abluzioni e della doccia, prestando particolare attenzione alla pulizia del sedere e dei testicoli indolenziti, ancora appesantiti dall'anello d'acciaio che circondava il mio...

184 I più visti

Likes 0

Betty tettona

Storia di Fbailey numero 489 Betty tettona Avevo incontrato Betty solo di recente. I primi due tempi furono relativamente brevi e frettolosi. Tuttavia, la terza volta è stata un incantesimo. Non eravamo soli ma siamo riusciti a trascorrere un'ora o giù di lì nella stessa stanza. Mia moglie era lì con me così come un amico comune. Suo marito e due figli erano in un'altra stanza, ma di tanto in tanto entravano in cucina per un momento o due e poi si ritiravano in cose più grandi e migliori come i videogiochi e la televisione. Betty è quella che Internet chiama...

179 I più visti

Likes 0

Un'estate con la mia sorellastra Mary, parte 2

Sembrava che ci fosse voluta un'eternità prima che la mia matrigna se ne andasse, ma quando finalmente lo fece, ci guardammo entrambi e Mary mi fece il sorriso più carino, chiedendomi se ero pronta a finire di mettere quella lozione. Uscimmo e lei si tolse il top lentamente, timidamente, come se fosse imbarazzata dalle piccole dimensioni delle sue tette. A me sembravano la perfezione, piccoli, appuntiti, con minuscoli capezzoli rosati che spuntavano fuori. Le ho detto che erano belli, al che ha fatto un grande sorriso e si è sdraiata sulla sedia, di nuovo a pancia in giù. Avrei voluto toccarli...

433 I più visti

Likes 0

Foto della squadra 10: Lauren

Introduzione: Scusa per l'attesa, ma la vita si è intromessa e non sono riuscito a scrivere tutto quello che volevo. Questo capitolo ha funzionato in modo diverso dal previsto, sarebbe stato l'intero fine settimana, invece questo è solo venerdì sera. Continuerò a lavorarci su questa settimana e spero di averne altri presto. Parte 10: Laurens presente Il resto della settimana è passato in modo confuso, le cose sembravano piuttosto strane e mi sentivo come se fossi stato trascinato in ogni direzione contemporaneamente. Caitlyn e io abbiamo sviluppato una piccola routine, ogni mattina la guardavo vestirsi e mi faceva così caldo che...

223 I più visti

Likes 0

Il maestro sa sempre: parte seconda

La seconda parte della mia serie Master Always Knows. Per favore, leggi prima il Maestro sa sempre: prima parte, in modo da capire cosa sta succedendo. Grazie per aver letto. ~~~~~~~~~~~~~~~ Katy faceva fatica a svegliarsi. Le sue palpebre erano pesanti. Non riusciva proprio a sollevarli. Ma aveva un freddo gelido. Dov'era la sua coperta? E lei stava morendo per un bicchiere d'acqua, lui aveva la gola così secca. Cercò di muovere un braccio ma non si mosse. Era incatenato sul posto? I suoi occhi si spalancarono. Questo non era il suo appartamento. Era una stanza di cemento che non aveva...

161 I più visti

Likes 0

I segreti sporchi di Lindsay

Ohhhh! Ohhhh! Ohhhh! Lindsay è sempre in paradiso quando ha il suo dildo di vetro lungo preferito con il bordo a vortice che entra ed esce dalla sua piccola figa rosa. Torna a casa tutti i giorni e ne ha bisogno subito dopo una lunga giornata di lavoro. Il suo capo, il signor Franklin, la fa impazzire ogni giorno dove torna a casa e guida quel dildo dentro gemendo il suo nome desiderando che fosse il suo cazzo e la sua scrivania invece di quel dildo e quel cuscino. Adora strofinare il suo piccolo clitoride mentre pensa a lui che la...

91 I più visti

Likes 0

Solo per cavarsela II

La luce del sole che filtra dalla finestra della camera da letto mi sveglia. È direttamente nei miei occhi. Gemendo mi giro nel sacco a pelo e infilo la testa sotto il cuscino. Una mano mi scuote rudemente la spalla e Tyler mi allontana il cuscino. “Alzati, Natalie! Non costringermi a portarti di nuovo a scuola! Tyler si lamenta esasperato. Mi sta ancora scuotendo la spalla. Apro gli occhi e lo guardo male. Mi sta fissando e non ha ancora smesso di scuotermi la spalla. Lasciami andare! scatto, irritato. Scuote la testa e scompare nella stanza principale. Tyler è mio fratello...

96 I più visti

Likes 0

Sogno di compleanno

Buonanotte, ragazzi, e grazie ancora per i fantastici regali. Va bene, mamma... e possiamo dire che stai invecchiando visto che vai a letto così presto. Non sono vecchio, ragazzini... ho appena avuto una giornata molto lunga e ho bisogno di dormire. Certo, mamma, qualunque cosa tu dica e i tuoi figli scoppiano a ridere mentre esci dal soggiorno e torni in camera da letto. Ti chiudi e chiudi a chiave la porta dietro di te, poi ti spogli. Una doccia veloce, pensi, e poi te ne andrai per un po' di sonno tanto necessario. Sorridi tra te stesso mentre pensi a...

469 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.