Trovare il maestro

679Report
Trovare il maestro

Trovare il maestro

Prima parte

Ci siamo incontrati online, come fanno tante persone in questi giorni. Era un sito di social per adulti, ed era lì che definivo la mia persona online e mi liberavo finalmente dal nascondere le mie preferenze sessuali. Mi ha stupito che ci fossero così tanti uomini in cerca di una donna come me, ma sono rimasto anche sbalordito nello scoprire, mentre parlavo con molti di loro, che non avevano idea di come gestirmi correttamente. L'uomo di nome Wolf, con i lunghi capelli scuri, la barba folta e i luminosi occhi verde giada, conosceva il modo giusto di trattare con me, affascinandomi fin dall'inizio anche se gli ho resistito per un anno. Durante quell'anno c'erano stati diversi uomini che avevano cercato di convincermi a vederli e permettere loro di fare a modo loro, ma nessuno di loro aveva mai avuto successo; la maggior parte non si era mai avvicinata a me poiché abitava a una certa distanza da me. Solo uno ce l'aveva fatta con me, e sebbene fosse un uomo molto dolce, avevamo priorità diverse, preferenze diverse; e avevamo preso strade separate dopo diversi mesi di appuntamenti.

Fu allora che Wolf era tornato nella mia vita come un treno merci. Aveva finalmente deciso di spingere per quello che voleva, aveva finalmente capito quale approccio doveva prendere per farmi prendere tra le sue braccia, le sue restrizioni, il suo letto. Wolf mi parlava ogni giorno quando ha trovato la mia pagina del profilo sul secondo sito, dopo aver perso le tracce di me per i pochi mesi in cui uscivo con l'uomo che era riuscito a vedermi. Mi ha detto che non aveva mai rinunciato ad avermi come sua donna, sua compagna di giochi e giocattolo, l'unica donna che voleva sopra tutte le altre. Ha usato la sua capacità di tessere immagini visive con le sue parole per sedurre la mia mente, dandomi i contorni della storia poiché sapeva che scrivevo brevi storie per adulti. Ha passato ore a parlare con me, eccitando la mia mente e il mio corpo finché non ho capito che dovevamo assolutamente incontrarci in tempo reale.

Abbiamo finalmente fissato un giorno e un orario approssimativo in cui lui sarebbe venuto a casa mia per incontrarci. Quando è arrivato, sono uscito e gli ho aperto i cancelli per fargli parcheggiare la macchina nel mio cortile, chiudendo i cancelli dietro il suo veicolo e tornando ai gradini che portavano alla mia porta d'ingresso. Quando è sceso dalla macchina e si è avvicinato a me, sono rimasto leggermente scioccato e colto di sorpresa. L'aspetto fisico di Wolf non era affatto quello che mi aspettavo; era solo un paio di pollici più alto di me, e tarchiato. Wolf non era il tipo fisico a cui normalmente sarei interessato, ma la sua mente e la sua immaginazione avevano catturato la mia e gli tenni la porta per entrare in casa mia. Entrò e io entrai proprio dietro di lui. Ho chiuso la porta e l'ho chiusa a chiave, avendo vissuto in città da sola abbastanza a lungo da aver preso l'abitudine di chiuderla sempre dietro di me.

Quando mi voltai, lui era proprio lì e mettendomi le mani sulle spalle, mi spinse con forza contro la porta e mi baciò. E che bacio è stato. È iniziato lentamente e molto sensuale mentre si appoggiava alla porta, una mano su entrambi i lati delle mie spalle, e si appoggiava a me. La sua lingua esplorò le mie labbra e scivolò nella mia bocca per esplorare anche lì. Le sue mani lasciarono la porta per scivolare intorno a me e toccarmi qua e là mentre il bacio si approfondiva e diventava più appassionato. La sua bocca sulla mia divenne più esigente quando le sue mani trovarono e presero a coppa i miei seni attraverso la mia camicetta. Le sue dita pizzicarono e stuzzicarono i miei capezzoli mentre la sua lingua e le sue labbra mi toglievano il respiro. La sua passione per me era evidente nello sguardo nei suoi occhi quando fece un passo indietro e disse piano: "Togliti tutto di dosso Baby, e fammi vedere".

Si fermò di fronte a me mentre mi sbottonavo lentamente la camicetta e mi scrollavo di dosso, i suoi occhi che divoravano la vista dei miei seni ora scoperti. Si leccò le labbra mentre le mie mani scivolavano sotto la cintura della mia gonna da contadino e la passavano sui fianchi per cadere in una pozza di stoffa intorno ai miei piedi. Rimasi nuda davanti a lui, guardando i suoi occhi che vagavano sul mio corpo, il sorriso sul suo viso che si allargava mentre si avvicinava. Le sue mani presero di nuovo a coppa i miei seni, portandoli alle sue labbra e ai suoi denti desiderosi. Ha mandato i brividi attraverso tutto il mio corpo masticando e succhiando entrambi i capezzoli allo stesso tempo, usando gradualmente più pressione mentre sentiva il lamento crescere nella mia gola. Wolf mosse le sue mani sul mio corpo mentre mi teneva premuta contro la porta, accarezzandomi i fianchi e poi abbassando ulteriormente le sue mani per raggiungere le mie natiche e prendermi a coppa. Spinse i miei fianchi in avanti contro se stesso mentre la sua bocca lasciava i miei capezzoli e trovava di nuovo la mia bocca.

Mentre continuavamo quell'incredibile bacio, ci allontanò dalla porta e ci avvicinò al divanetto che fungeva da mio divano, senza mai lasciarmi andare. Ci girò così che mi ritrovai con la parte posteriore delle ginocchia premuta contro il bracciolo del divanetto. Solo quando mi ha posizionato esattamente dove voleva, Wolf ha interrotto il bacio che mi stava facendo tremare le ginocchia. Lasciandomi andare il sedere, mi diede una spinta gentile. Come aveva previsto, sono andato oltre il bracciolo del divanetto all'indietro, atterrando disteso di fronte a lui sul sedile. Prima che potessi reagire e sistemarmi, ho sentito le sue braccia agganciarsi sotto le mie ginocchia e lui mi ha tirato verso di lui in modo che il mio sedere fosse piegato verso di lui all'estremità del divanetto. La sua testa si abbassò e sentii il primo tocco della sua bocca baciarsi appena sopra il cappuccio del mio clitoride. Si fece strada molto lentamente, leccando e baciando, finché non ebbe coperto di baci l'intera area tra le mie gambe dalla parte anteriore a quella posteriore. La sua lingua che leccava il mio buco del culo increspato, e poi spingeva leggermente dentro e fuori diverse volte, mi fece rabbrividire in un mini-orgasmo. Nessuno mi aveva mai prestato un'attenzione così tenera e amorevole lì. Quest'uomo stava seducendo il mio corpo con la stessa facilità e completezza con cui aveva preso la mia mente.

Wolf ha usato la bocca e le dita per portarmi a due rapidi orgasmi, i sentimenti esplodevano su di me mentre continuava il suo gioco a volte gentile, a volte leggermente rude con la mia figa e il mio culo. Mi aveva quasi sulla testa, tutto il mio corpo era disteso davanti a lui per fare ciò che voleva, e io ansimavo per la pura gioia lussuriosa di ciò che stava facendo. Improvvisamente si staccò e interruppe le meravigliose cure che mi avevano così perso nel piacere. Quando l'ho guardato e ho incontrato quei bellissimi occhi verdi, mi sono sentito tremare per una combinazione di emozioni che fino ad oggi non riesco a descrivere con precisione. Mi guardò profondamente negli occhi e disse molto piano: “Sei mio ora, completamente, ti possiedo; e ti insegnerò ad essere il mio perfetto schiavo”. Senza la minima esitazione, sono d'accordo con lui. Mi tirò su e fece un cenno verso la camera da letto. Lo precedetti e mentre mi avvicinavo al letto, mi diede di nuovo uno spintone che mi mandò a pancia in giù sul letto davanti a lui.

Ha preso il suo tempo con me. Quella prima sessione è durata otto ore, e non una volta durante quel periodo è venuto; anche se mi ha mandato oltre il limite così tante volte e in così tanti modi diversi che ho perso il conto. Quel pomeriggio e quella sera con Wolf, gli stavo resistendo, in ogni modo possibile, poiché sapevo in fondo che quest'uomo poteva portarmi all'inferno con la stessa facilità e rapidità con cui mi avrebbe messo in paradiso se gli avessi lasciato andare anche lui chiudere. Avrei dovuto conoscerlo meglio.

Storie simili

Ritmo di The Rails

Siamo usciti dalla Union Station verso le 20:00. Nella canzone, il treno parte la mattina e arriva la sera. Immagino che le cose siano cambiate da quando Steve Goodman ha preso il treno e ha scritto la canzone. Potrei conviverci. Fin dalla prima volta che avevo sentito Arlo Guthrie cantare di The City of New Orleans, avrei voluto fare questo viaggio. Spesso, al lavoro o sotto la doccia, mi ritrovavo a canticchiare la melodia. Ora, in realtà ero sul treno leggendario, in viaggio da Chicago a New Orleans. Stavamo cambiando auto a Memphis, nel Tennessee verso le 6:30 del mattino, a...

262 I più visti

Likes 0

Gli strani giri della vita, parte 3

Le strane svolte della vita, parte 3 Il lunedì e il martedì andavano e venivano, senza che fosse successo niente di eccitante, tranne che Sandy ha chiamato per dire che aveva ricevuto una bella offerta per la casa da una coppia di circa 30 anni. I suoi figli erano tornati dal loro papà, quindi non poteva venire, ma volevo. Sono andato in palestra dopo il lavoro lunedì, martedì e mercoledì e ho chiacchierato con una bella donna della mia fascia di età che era interessante e non aveva anelli o altre prove di impegno. Abbiamo parlato, mentre l'ho aiutata a riadattare...

228 I più visti

Likes 0

Fat Bastards violenta il mio culo - storia 4

Sapevo che The Fat Bastard sarebbe stato in giro oggi per riscuotere l'affitto e non sapevo cosa aspettarmi. Non avevo i soldi, quindi ero sicuro che avrebbe voluto scoparmi di nuovo, ma non sapevo cos'altro avrebbe potuto volere. La prima volta che è venuto, mi aveva appena scopato lui stesso, ma la seconda volta mi aveva dato anche a suo figlio. Questa sarebbe stata la terza volta e sospettavo che sia lui che suo figlio mi avrebbero voluto scopare di nuovo, ma non sapevo se sarebbe stato sufficiente per coprire l'affitto del mese. Ero sdraiato sul mio letto a leggere un...

327 I più visti

Likes 0

Succhiare e deglutire_(1)

Era da molto che pensavo, come ci si sente a succhiare un ragazzo? Come sarebbe avere un vero cazzo che mi scivola su per il culo? Ho 39 anni e sono sposato e non ho mai avuto quel prurito nel modo corretto. Sicuramente mia moglie ha usato gli strap-on, ma non mi è mai sembrato abbastanza giusto. Dovevo scoprirlo, quindi ho iniziato la mia ricerca sugli incontri locali per uomini. Alla fine ho trovato un ragazzo che era Bi-Curioso e viveva in zona, per la sua privacy lo chiameremo David. David era un uomo dall'aspetto medio, come lo sono io, abbiamo...

634 I più visti

Likes 0

Eddie, la mamma del suo amico e Betty

June Cleaver era la mamma di due giovani uomini ben educati, Waldo di 20 anni e Theo di 19 anni. Era la tipica casalinga di periferia americana che amava suo marito Ward ed era sposata con lui da oltre 32 anni. La 53enne June era piena di seni di 40 gg, un culo grasso e rotondo ed era formosa. A 5 piedi 9 era un bicchiere d'acqua alto ed è per questo che il giovane Eddie Haskell, bramava la mamma del suo migliore amico. Eddie, 20 anni, aveva scoperto di recente l'ipnotismo e scoprì di essere davvero bravo in questo. Quindi...

318 I più visti

Likes 0

Solo per cavarsela II

La luce del sole che filtra dalla finestra della camera da letto mi sveglia. È direttamente nei miei occhi. Gemendo mi giro nel sacco a pelo e infilo la testa sotto il cuscino. Una mano mi scuote rudemente la spalla e Tyler mi allontana il cuscino. “Alzati, Natalie! Non costringermi a portarti di nuovo a scuola! Tyler si lamenta esasperato. Mi sta ancora scuotendo la spalla. Apro gli occhi e lo guardo male. Mi sta fissando e non ha ancora smesso di scuotermi la spalla. Lasciami andare! scatto, irritato. Scuote la testa e scompare nella stanza principale. Tyler è mio fratello...

276 I più visti

Likes 0

Rito di passaggio

Rito di passaggio Capitolo 1 Le gambe della sorella di Jimmy Smith erano gettate su ciascuna delle sue spalle mentre si spingeva con forza nel suo stretto tunnel. Guardando in basso, poteva vedere la schiuma bianca che ricopriva il suo cazzo e il morbido castano lanuginoso dei suoi peli pubici. L'aria si riempì dei suoni squishy del suo cazzo che martellava la sua succosa figa bagnata. I suoi piccoli seni volavano avanti e indietro. I suoi capelli castani lunghi fino alle spalle circondavano il suo viso sudato. I suoi occhi si fissarono su quelli di lui, la sua bocca aperta con...

588 I più visti

Likes 0

Fallout Quattro Futanari

Fallout Quattro Futanari Eccolo, Jalbert Brothers Disposal, ha detto Brand. Paige Carter, alta, snella, con gli occhi grigi e corti capelli biondi, strinse più forte il suo fucile automatico mentre guardava su per la collina, verso gli edifici sgangherati e frammentari e le pile di rottami. Guardò la sua squadra di predoni con uno sguardo dubbioso. Brand era in piedi con il binocolo fissato sul posto, il revolver calibro 44 nella fondina all'anca, quasi nascosto dall'armatura a punte che indossava. Era stoico e calmo, per la maggior parte; una dipendenza psicotica lo ha fatto esplodere di rabbia in alcune occasioni. Dietro...

596 I più visti

Likes 0

Tatuaggio

Oggi è il giorno. Avevo intenzione di farlo da alcuni mesi ormai e non mi è mai sembrato il momento giusto. Ora l'attesa è finita. Sono in piedi davanti al negozio di tatuaggi, godendomi la dolce miscela di anticipazione e paura che mi avvolge. Prendo un respiro profondo e apro la porta. Quando entro sono momentaneamente travolto dall'aria calda e dalla musica seducente che sembra non finire mai. Ora sono trascorse ore, quindi è solo in studio, si prepara a tatuarmi la schiena. Nel corso dei mesi in cui non riuscivo a decidere il design definitivo per il mio tatuaggio sulla...

424 I più visti

Likes 0

College Town – Parte 4 – Ragazzi cattivi

Adam riusciva a malapena a guardare Jess che era seduta sul letto coperta dallo sperma di un altro uomo. Si sedette sul bordo del letto chiedendosi perché non fosse ancora fuggito dalla stanza mentre grosse gocce bianche del succo di Jason rotolavano dalla fronte della sua ragazza, lungo i lati del suo naso, e nel suo occhio sinistro. Non era del tutto sicuro se la sua ragazza avesse avuto intenzione di umiliarlo o se fosse stata semplicemente presa dal momento e avesse detto e fatto cose che non avrebbe dovuto fare. I suoi pensieri furono interrotti mentre lei parlava. Distendersi. Jess...

669 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.