IL GIOCO DI DAVID, PT.1

519Report
IL GIOCO DI DAVID, PT.1

Brandi aveva accelerato nella sua piccola Miata blu solo per circa 5 minuti prima di essere fermata. Certo, l'alcol e la marijuana nel suo organismo avevano qualcosa a che fare con le sue capacità di guida, ma non poteva davvero permettersi di essere portata dalla polizia e rischiare che i suoi genitori scoprissero il suo comportamento poco desiderabile. Si guardò nello specchietto retrovisore senza prestare molta attenzione al poliziotto mentre usciva dall'auto. I suoi lunghi capelli naturali erano legati in una coda di cavallo ordinata e la sua pelle color cioccolato aveva una lucentezza di sudore.

Frugò nel vano portaoggetti, ma fu sorpresa dai colpi sul finestrino del conducente. Lo arrotolò.

"Buonasera signorina. Si rende conto di quanto andava veloce?" Brandi riconobbe la voce e spalancò gli occhi mentre guardava l'ufficiale in piedi davanti alla sua macchina. Era il vicino dei suoi genitori nel complesso di appartamenti, l'agente David Roberts.

"Ummmm ciao signor Roberts" disse tristemente. David scrutò il giovane guidatore.

"Brandi, perché guidi come un matto? Vieni qui così posso farti un test di sobrietà."

Brandi scese dalla macchina inciampò un po' mentre seguiva David sul lato della strada lui la guardò mentre indossava una minigonna di jeans attillata e una maglietta bianca attillata con scollo a V che sembrava accentuare la sua scollatura a coppa B.

"Hai bevuto Brandi?" chiese con preoccupazione.

Brandi guardò a terra. "Sì, ne ho bevuti alcuni e ammetto di aver fumato un po' di erba."

David scosse la testa "Beh, allora non ti farò fare il test di sobrietà, ma dovrò portarti dentro. Quanti anni hai? 19, no 20, giusto? Il che significa che bevi da minorenne." Brandi annuì con la testa, sapeva che i suoi genitori sarebbero stati furiosi, il suo corpo tremava per la punizione che avrebbe dovuto sopportare. David continuò la sua lezione e mentre ripeteva le parole che avrebbe dovuto ripetere ad altri bevitori minorenni non poté fare a meno di osservare le gambe tornite color cioccolato e le cosce spesse di Brandi. La circondò mentre parlava solo per poter dare un'occhiata al suo culo rotondo e sodo, più grande della media. La sua bocca si inumidì al pensiero di cosa c'era sotto la gonna.

"Allora Brandi, cosa pensi che ne penserebbero i tuoi genitori?"

Brandi pianse "Senti, signor Roberts, i miei genitori darebbero di matto, c'è un modo per evitare tutto questo? Posso chiamare un amico per guidare la mia macchina a casa e lasciarmi e tu puoi seguirci, non posso proprio andare in prigione, no anche di notte."

David sorrise leggermente alle sue suppliche. Conosceva Brandi e i suoi genitori da diversi anni, furono molto gentili con lui quando si trasferì nel complesso di appartamenti. All'inizio, David pensò che fosse perché era un ufficiale o che suo fratello minore era un potente avvocato nella zona (vedi le mie altre storie!), ma da allora erano diventati buoni amici, rompendo gli schemi, dato che era caucasico. /ufficiale bianco. A volte, Brandi era stata come una sorellina per lui, ma ora che aveva 20 anni, e praticamente la metà dei suoi anni, la vedeva sotto una nuova luce, una luce più sexy. Rimase lì a guardare l'indifesa bellezza d'ebano e escogitò un piano subdolo, anche se certamente divertente.

"Senti, possiamo parcheggiare la macchina qui intorno e ti accompagno a casa così i tuoi genitori non dovranno sapere niente, okay?"

Brandi sorrise e abbracciò David. "Grazie mille" Gli consegnò le chiavi della macchina, corse alla macchina della polizia e salì.

David parcheggiò l'auto in un luogo sicuro e ritornò al suo veicolo. Restituì a Brandi le sue chiavi e la guardò mentre doveva infilarle nella tasca stretta della gonna, la guardò mentre si girava e si girava e si sollevava addirittura dal sedile. La sua maglietta si sollevò un po' e lui le vide la pancia; cioccolato liscio e piatto. Una volta che ebbe messo le chiavi in ​​tasca, mise in moto la macchina. "Vuoi andare direttamente a casa?" chiese mentre guidava per le strade buie e deserte

"Beh sì, è lì che ero diretto e in questo momento non sarei stato sorpreso a impiccarmi con un poliziotto in uniforme, la voce si diffonderà e tutti penseranno che sono un narcotrafficante." disse Brandi e sorrise.

David rise "Beh, hai detto che avresti fatto qualsiasi cosa per evitare che i tuoi genitori venissero a sapere della tua guida in stato di ebbrezza e non ti ho ancora chiesto di 'fare nulla'."

Il volto di Brandi cambiò, guardò David chiedendosi a cosa stesse pensando. "Umm beh sì, come se potessi falciare il tuo prato o pulire la tua casa per te, so che voi scapoli non avete mai una casa pulita."

David annuì alle sue offerte "Umm sì, suona bene, ma in realtà sono uno scapolo pulito e mi piace falciare il mio prato", ha risposto.

Brandi lo guardò attentamente. Gli occhi blu/grigio acciaio di David sembravano catturare la luce più fioca facendoli brillare anche nell'oscurità dell'auto. Aveva una mascella tagliente ed era muscoloso, e Brandi dovette ammettere che trovava di bell'aspetto. La sua uniforme gli aderiva perfettamente, accentuando la sua corporatura muscolosa. Si fermò a lato della strada. Brandi si guardò intorno e vide che li aveva portati in un vicolo cieco lei rimase calma anche se lui l'aveva portata in una zona sconosciuta. Accese la luce e guardò Brandi dritto nei suoi bellissimi occhi a mandorla. Non poteva fare a meno di guardarsi indietro e nel profondo sapeva cosa voleva da lei, ma cercava comunque di negare che avrebbe ottenuto qualcosa da lei.

"Senti David, sei stato come un fratello maggiore per me." Lei ha provato.

David la interruppe con un bacio profondo. La sua lingua vorticò nella sua bocca inseguendo la sua. Brandi non poté fare a meno di ricambiare il bacio solo per un secondo solo per goderselo un po'.

Interruppe il loro bacio "Non voglio fare questo, David."

Non disse una parola, semplicemente fece scivolare la mano tra le sue gambe e su per la gonna. David aveva uno sguardo autoritario mentre le stringeva delicatamente le cosce e faceva scorrere le dita lungo le sue mutandine perizoma.

Brandi rimase senza fiato, senza fiato. Ha già fatto sesso in passato e non era estranea ai preliminari, ma la dolcezza del tocco di David le ha fatto tremare la figa e l'umidità è seguita rapidamente. Mentre giocava con la sua figa, sussurrò all'orecchio di Brandi "È un po' scomodo in macchina, potremmo andare a casa mia dove saresti più a tuo agio, ma devi comportarti bene. Puoi comportarti bene per me? Puoi essere il mio bene" piccola ragazza?"

Prima che Brandi rispondesse, David le fece scivolare il dito attorno al perizoma e nella sua figa, scopandola lentamente con le dita. Brandi gemette forte, i muscoli della sua figa contratti sul suo dito. Era sbagliato, ma DANNAZIONE era bello. La accarezzò lentamente dentro e fuori, con pieno controllo, e poi lei lo sentì dire "Sei la mia brava ragazza?" Brandi annuì che i suoi pensieri erano pieni solo di lussuria.

David tirò fuori il dito da lei e succhiò i suoi succhi in bocca e sorrise "Sei deliziosa." Ha messo in moto l'auto e si è diretto verso casa sua.

Storie simili

La storia del sesso di Katrina Kaif Questa è la storia della ragazza più calda del culo Katrina Kaif. _(1)

Questa è la storia della ragazza più sexy Katrina Kaif. Una volta Salman e Katrina Kaif andarono in tournée negli Stati Uniti e di notte andarono in un pub a giocare a biliardo. Quando entrarono nella sala giochi videro che stavano giocando tre giganteschi negri. Quando sono entrati, tutti e tre i ragazzi hanno detto wow! Che cagna sexy nella loro lingua locale e il loro bastone sta a 90 gradi completamente eretto nei pantaloni. Katrina indossava una minigonna monopezzo celeste a strisce singole che mostrava le sue spalle complete fino alle tette e le cosce sexy. Hanno discusso tutti nella...

969 I più visti

Likes 0

The Rogue's Harem Book 3, Capitolo 14: Promessa mantenuta

L'harem del ladro Libro Tre: L'Harem Appassionato Di The Rogue Parte quindici: Promessa mantenuta Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2018 Nota: grazie a WRC264 per la versione beta di questo. Capitolo quarantatré: Art's Reminder Aingeal - Il principato di Kivoneth, I conflitti di Zeutch Il corpo di vimini del levriero si sgretolò intorno alle nostre anime. Potevo sentire il corpo del povero procuratore disfarsi. La sovralimentazione del martello diamantato gli aveva inviato troppa energia. Il levriero non era un vero e proprio procuratore. Il fumo si alzò, il vimini prese fuoco. Cosa ci succede quando viene distrutto? ho chiesto ad...

1.3K I più visti

Likes 0

Capirlo (ripubblicare)

Introduzione: come ho imparato a conoscere il sesso   Capirlo (Repost) Di Kim Categoria = giovane, maschio preadolescente, femmina preadolescente, storia vera, verginità Questa è una riscrittura di una storia che ho pubblicato diversi anni fa. Lo sto riscrivendo nel formato Lui pensava, lei pensava che diversi autori di questo sito hanno utilizzato di recente. Questo evento in realtà mi è successo quasi 20 anni fa. Ho preso un po' di licenza letteraria con quello che ognuno di noi stava pensando in quel momento. Come hai imparato a conoscere il sesso? A volte impariamo in Sex Ed a scuola, a volte...

1.6K I più visti

Likes 0

Dare piacere a una nonna. cap. 7

Dare piacere a una nonna. cap. 7 Alla fine della parte 6, Brenda ed io avevamo deciso che eravamo decisamente una coppia e l'avevamo festeggiato trascorrendo la notte insieme. Carol era stata molto più vicina a un pene di quanto si fosse aspettata e ora si stava preparando per il salto finale (se perdonate l'espressione). Ora continua a leggere: La vacanza di Carol, parte 3 settembre 2013 Carol arrivò intorno alle 10 del giorno successivo. Sembrava un po' nervosa e le sue prime parole furono pronunciate in modo conciso: Suppongo che voi due siate stanchi. Brenda ha messo un braccio intorno...

896 I più visti

Likes 0

La fantasia di Carla si realizza

Sono entrato nel negozio e ho visto Richard che guardava davvero in basso e gli ho chiesto cosa c'era che non andava. Richard mi ha detto che ha appena scoperto che sua moglie lo tradiva e non sapeva cosa fare. Gli ho detto quanto ero dispiaciuto e l'ho invitato a bere qualcosa e a vedere un film, così mia moglie Carla ed io potessimo pensare a tutto lui. Gli ho detto che i bambini erano dalla zia, così non avrebbe dovuto preoccuparsi di stare con un gruppo di bambini urlanti. Richard bussò alla porta e mia moglie aprì la porta e...

2.4K I più visti

Likes 1

Innocence Enslaved parte 1: Rude Awakening

Emily si svegliò lentamente, le palpebre pesanti. Aveva freddo e la stanza era più luminosa del solito. Era a disagio, la superficie sotto di lei dura e inflessibile... era caduta dal letto? Ancora assonnata, sbatté le palpebre un paio di volte e cercò di alzare una mano per strofinarsi gli occhi. Fu allora che si rese conto che non era nella sua stanza, e all'improvviso era completamente sveglia. Si rese conto di essere a faccia in giù su una specie di tavolo, i suoi ampi seni schiacciati dolorosamente contro la superficie fredda e le sue mani erano legate ai lati. Poteva...

1.9K I più visti

Likes 0

Testimoni di Geova

Storia di Fbailey numero 630 Testimoni di Geova Mary aveva vissuto accanto a me per sempre. Avevamo la stessa età ma non eravamo quasi mai stati insieme. Vedi, Mary è una testimone di Geova e non è autorizzata a mescolarsi con gente comune come me. I suoi genitori sono più potenti di te. Predicano costantemente la Bibbia e vanno sempre di porta in porta spingendo la loro religione sugli altri. Quando ho compiuto tredici anni mio padre mi ha aiutato a costruire una casa sull'albero dietro il nostro garage. Adesso a quattordici anni trascorro molto tempo là fuori, specialmente d'estate quando...

856 I più visti

Likes 0

Giugno e luglio (2° tentativo)

Erano le 18:30 di venerdì sera quando sono tornato a casa dal lavoro. Girovagavo per casa alla ricerca di July, mia moglie da 10 anni. C'era una grande casseruola che cuoceva lentamente sul fornello. Era un buon segno. Alla fine sono uscito sul retro della casa nella nostra zona piscina. Là su due poltrone c'erano July e la sua cara amica June, entrambe completamente nude. “Cosa sta succedendo?”, ho chiesto. “June ha rotto con il suo ragazzo. Le ho detto che può trasferirsi qui, con noi. Abbiamo discusso su come potrebbe funzionare. Oh! E cosa ti sei inventato? Bene. Ho iniziato...

1.9K I più visti

Likes 0

Il sogno di Giovanni si avvera

John: John si svegliò verso le cinque e mezza del mattino con una rabbia furibonda ancora una volta. Guardò in basso, prese la mano, se la fece scivolare lungo i pantaloni e iniziò a strofinarsi. Il motivo per cui si è svegliato era a causa sua. Alexandria, sebbene avesse solo 15 anni e fosse una matricola al liceo, sapeva di amarla. Tutto in lei lo eccitava; L'odore del suo shampoo alla fragola nei suoi ricchi capelli castano scuro che le arrivavano appena oltre le spalle, i suoi seni a coppa a C, il suo culo meravigliosamente stretto e le sue gambe...

1.4K I più visti

Likes 0

Sally si sveglia - Capitolo 03

Imparo che bisessuale è così divertente. Possa andare ancora meglio. Il resto della settimana ha seguito lo schema dei due giorni precedenti. Mi ero data a Sid e Sue senza fare domande. Mi piaceva fare e ricevere sesso orale e Sid era un grande amante. Era sabato mattina e Sue ha detto che doveva andare a fare la spesa e che mi sarebbe piaciuto venire. Quando ho detto di sì, ha insistito sul fatto che non indossavo reggiseno o mutandine. Ero un po' preoccupato ma ho accettato di fare come mi aveva chiesto. L'emozione che ho provato indossando solo un abitino...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.