Rosie e Megs più un mercenario.

488Report
Rosie e Megs più un mercenario.

Era una bellissima giornata: il sole era alto nel cielo, la sfumatura blu/viola dell'erica sparsa sulle montagne scozzesi si aggiungeva all'illusione del caldo.

Come istruttore di guida ed esaminatore, amavo guidare e insegnare alle persone a guidare: auto e moto.
Ero fuori in crociera, godendomi il viaggio e vedendo il paesaggio intorno a me.
I finestrini erano abbassati permettendo ad una leggera brezza di soffiare attraverso l'auto, mantenendo la temperatura a un livello confortevole.

Davanti a me vidi due piccole figure sul lato della strada, che manovravano un ascensore.
Ho iniziato a rallentare la mia Mercedes, un modello di lusso top di gamma, non avendo remore a caricare sconosciuti e dargli un passaggio verso qualche destinazione sconosciuta.
Mi resi conto mentre mi avvicinavo che erano due ragazze, sui 12 - 14 anni, secondo me, che indossavano abiti estivi leggeri, una di loro, la ragazza più alta dai capelli scuri, una camicetta bianca e una gonna corta viola che la copriva a malapena barbone. L'altra ragazza, con i capelli color oro raccolto, aveva un top corto e un paio di pantaloncini molto attillati e corti. Sembravano assolutamente deliziosi: abbastanza buoni da essere mangiati, ho pensato.

Mentre li affiancavo e mi fermavo, aprivo la portiera del passeggero,
"Ciao ragazze, volete un passaggio?"
"Sì, grazie," disse la ragazza più alta, "eravamo fuori a fare una passeggiata ma ci siamo stancati per il caldo."
"Dai allora, riposa qui le tue gambe stanche. Vai in qualche posto speciale?"
La ragazzina bionda disse: "No, volevamo solo scappare da casa. I miei genitori stavano litigando, così ho mandato un messaggio alla mia amica Rosie e abbiamo deciso di uscire".
OK, quindi Rosie era quella dai capelli scuri. Mi sono rivolto alla sua piccola bomba bionda,
"E tu lo sei? A parte il fatto che sei stupendo."
Lei arrossì e disse che il suo nome era Megan ma i suoi amici la chiamavano Megs.
"Anche tu sei bellissima, Rosie, per favore, non pensare che non me ne sia accorto." dissi, facendo scorrere lo sguardo su e giù per la sua figura snella, mostrando il suo corpo in via di sviluppo alla perfezione in quel vestito.
"Grazie." disse ed arrossì anche lei.
Evidentemente non erano abituati a ricevere complimenti.
"Bene, allora entra, andiamo a divertirci un po'."
Entrambi ridacchiarono e provarono a sedersi insieme sul sedile anteriore. Ho suggerito che sarebbe stato più comodo e più sicuro, se ci si fosse seduti dietro, dopo un po' avrebbero potuto cambiare posto.
Rosie si spinse davanti e chiuse la porta, costringendo Megs a sedersi dietro.

Mentre l'auto si allontanava senza intoppi, vidi gli occhi di Rosie scrutare l'interno, osservando il rivestimento in pelle. il cromo tocca i controlli.
"Wow," sussurrò, "questa è una macchina bellissima. Adoro guidare." L'ho ringraziata per i complimenti per la macchina, devo ammettere che anch'io pensavo che fosse piuttosto bella.
"Tu però non guidi, vero? Sei troppo giovane per avere la patente."
Lei ridacchiò: "No, ho solo 14 anni, ma mi piacerebbe guidare."
"Non avrai nemmeno la patente, vero Megs? Vuoi guidare anche tu?"
Fece una risata da ragazzina: "Anche a me piace guidare, ma ho solo 13 anni e non potrò prendere la patente finché non sarò più grande. Mio padre non mi lascia nemmeno tenere il volante."
"Vuoi provare a guidare la mia macchina?" chiesi, mentre un piano già si stava sviluppando nella mia mente contorta.
"Ooh sì, per favore." giunse un duetto di grida.
Ho spiegato che avrei dovuto trovare una strada tranquilla in modo che nessuno ci vedesse, poiché ciò che avremmo fatto (in più di un modo!) era illegale, erano troppo giovani per guidare, anche come "studenti".
Saltavo su e giù per l'eccitazione al pensiero di guidare una vera macchina.

Trovare una strada tranquilla e poco frequentata non è stato difficile, ci sono tantissime strade della Commissione Forestale in tutto il paese, che serpeggiano attraverso vaste foreste di pini.
Dopo aver trovato un tratto pianeggiante e diritto, scesi e feci segno a Rosie di sedersi al posto di guida, cosa che lei fece con alacrità.
Non importa quante modifiche avessi apportato al sedile, i suoi piedi non riuscivano a raggiungere i pedali.
Ho finto di riflettere su questo problema; forse dopotutto non era stata una buona idea!
"Non potrei sedermi sulle tue ginocchia e tu azionare i pedali.?
BINGO, proprio come sperato!
"Beh, se sei sicuro, dovrò tenere le ginocchia unite per arrivare ai pedali, il che significa che dovrai sederti con le ginocchia ben divaricate"
Ha detto che andava bene, così sono salita dopo aver riaggiustato il sedile, e Rosie mi è salita sulle ginocchia, con le gambe divaricate e pendenti ai lati delle mie.
"Attenta Rosie, la tua gonna è un po' stretta, non vogliamo strapparla." dissi, raccogliendolo attorno ai rifiuti, esponendo piccole mutandine di cotone bianco, proprio sopra la mia stampella.
Oh, la pressione sanguigna! Sono sicuro che deve essere raddoppiato, vedendola così esposta; gambe lisce e satinate che terminavano in mutandine che mostravano il leggero rigonfiamento delle sue pudende.
La mia mano destra si posò sulla sua coscia proprio all'altezza delle mutandine, sentendo il suo calore e la sua morbidezza.

Le ho spiegato come doveva sterzare mentre io lavoravo sul cambio e sui pedali e siamo partiti lentamente.
Quando premevo il pedale dell'acceleratore o la frizione, il movimento faceva muovere e allargare le sue gambe. Le afferrai l'inguine un po' più saldamente, dandole continuamente carezze rilassanti e rassicuranti, sperando che non si accorgesse che le mie dita si stavano lentamente spostando verso il centro del suo morbido monticello e si muovevano su e giù, allungando il suo pube verso l'alto. movimento.
Sapevo che questo, a sua volta, le stava separando le labbra dalle labbra e tirando indietro il clitoride.
Mentre procedevamo lentamente lungo la pista forestale, la sentii iniziare a dimenarsi sulle mie ginocchia.
"Stai bene, Rosie?" le chiesi sapendo benissimo perché era irrequieta.
"Oh sì, questo mi piace." Mentre diceva questo, scivolò un po' sulle mie ginocchia, sdraiandosi ulteriormente e allargando ancora di più le cosce.
Il suo sterzo divenne improvvisamente molto irregolare, non la dolce e piacevole rotazione del volante, ora un improvviso sobbalzo a destra o a sinistra.
Ho fermato la macchina e ho spento il motore.

"Posso sedermi davanti e guardare?" mi sussurrò una vocina all'orecchio.
Annuii e Megs scavalcò il sedile e si sistemò comodamente sul sedile del passeggero, voltandosi verso di noi.

Ho continuato ad accarezzare l'interno delle cosce di Rosie, facendo scorrere le dita lungo la linea elastica delle sue mutandine e sul suo monticello.
Aveva gli occhi chiusi, la testa appoggiata sulla mia spalla, e il suo respiro stava cambiando, da un'azione normale, lenta e facile, a un ansimare più irregolare e più breve.
Ho fatto scivolare un dito medio tra le sue cosce, percorrendo tutta la lunghezza delle sue labbra, e ho sentito una zona calda e umida.
Inarcò leggermente la schiena e fece un respiro profondo.

Megs osservava affascinata, un ginocchio piegato con il piede sul sedile, l'altro teso fino al vano piedi. Una mano era dentro i pantaloncini, il movimento rivelava il fatto che si stava massaggiando. I suoi occhi non abbandonavano mai quello che stavo facendo con le mani sull'inguine di Rosie.

Ho fatto scivolare la mano sinistra lungo il corpo morbido e flessibile di Rosie fino al suo piccolo seno, una bella manciata, capezzoli duri come coni, che le spingevano attraverso la camicetta. Niente reggiseno, nemmeno scarpe da ginnastica.
Le ho sbottonato lentamente la camicetta e ho fatto scivolare la mano attorno alle sue tette calde, i suoi capezzoli che spuntavano nel palmo della mia mano.
La mia mano destra infilai sotto l'elastico di quei pantaloni bianchi e scoprii un rado groviglio di capelli. Delicatamente li ho attraversati con le dita, poi ho spinto un dito nella sua fessura.
Era umido e molto caldo, ma oh così morbido e allettante. Il mio cazzo cominciava a premere contro le mie mutande e sentivo una leggera umidità fuoriuscire dalla punta.
Più facevo scorrere le dita attorno all'apertura verginale di Rosie, percorrendo il suo piccolo e rigido clitoride, sentendolo sporgere dal cappuccio, più lei si contorceva e gemeva.

Le contorsioni e i dimenamenti sul mio ginocchio si intensificarono e improvvisamente finirono con tremendi tremori e piccoli pianti. Rosie si distese, ansimando rapidamente, il visetto rosso, i capezzoli duri ed eretti, la sua fica che colava succo d'amore sulle mie dita e sul mio grembo.
La tenni stretta e le diedi un lungo bacio sulla nuca.
Si voltò verso di me, così le baciai le labbra. I suoi occhi erano vitrei.
"Lo hai fatto magnificamente," sussurrai, "Sei il miglior passeggero che abbia mai avuto in macchina."
Lei sorrise e poi strofinò il viso contro il mio collo.

Restammo così per molti minuti, mentre il respiro di Rosie tornava lentamente alla normalità.

Megs nel frattempo, si era allentata i pantaloncini e si stava lentamente massaggiando tra le gambe.
"Non vorresti che lo facessi?" Ho chiesto: "Sembri un po' solo laggiù."
"Sì, grazie," rispose, "mi piace la sensazione. Rosie dice che puoi venire facendolo, ma io non l'ho mai fatto."
"Bene, dobbiamo fare qualcosa al riguardo. Perché non vengo a vedere cosa posso fare." dissi, liberandomi da sotto Rosie assonnata e scivolando sul sedile del passeggero.
Rosie giaceva dov'era, girando i suoi occhi amorevoli per guardare.

Ho fatto sedere Megs sulle mie ginocchia, a cavalcioni delle mie cosce e di fronte a me. Questa piccola coniglietta bionda era così carina con il suo top corto e i pantaloncini bianchi sbottonati che potevo già sentire il mio amico Dick iniziare ad espandersi. I pantaloncini di Megs, già larghi, rendevano facile infilare una mano nei suoi pantaloni. La sua pelle morbida e liscia era una delizia per i sensi, le sue calde labbra erano gonfie e calde. L'altra mano scivolò sotto il suo top sentendo morbide protuberanze rotonde che presto sarebbero diventate seni. Aveva già i boccioli, abbastanza prominenti, 'appuntiti' e pieni, con areola rosa intenso.
Mentre spingevo il dito medio tra le sue labbra astute, lei si inarcò all'indietro e chiuse gli occhi, poi si sporse in avanti mettendo le mani sul poggiatesta. Questo portò i suoi capezzoli alla portata della mia bocca e io feci scorrere rapidamente la lingua sui suoi capezzoli che sembravano allargarsi ancora di più.
Le mie dita giocavano con la sua fica, allargando le sue labbra e accarezzando dolcemente il suo clitoride.
La sua apertura vaginale era umida e potevo sentire il suo calore sulla mia stampella.
Ho spostato la mano dalla sua figa e l'ho fatta scivolare sotto la gamba dei pantaloncini e sotto i pantaloni, rendendo più facile accarezzare la sua piccola fica e il clitoride ma permettendo anche l'ingresso diretto al suo buco della gloria.

Lei si sdraiò sopra di me, appoggiandosi pesantemente al poggiatesta, le cosce che afferravano le mie, i suoi splendidi capezzoli sulla mia bocca e la sua fica che si dimenava contro le mie dita.
Circondai il suo ingresso bagnato con il dito medio mentre le solleticavo il clitoride con l'indice, sentendo la sua lubrificazione aumentare mentre stimolavo le terminazioni nervose che si trovavano attorno a quella zona.
Brevi rumori ansimanti iniziarono nel mio orecchio e il suo sedere cominciò a schiacciarmi le dita, spingendo forte contro di esse. Ho iniziato a spingere il mio dito medio nella sua deliziosa apertura della fica, sentendo la sua stretta verginale. Mentre lo facevo, si è piegata all'indietro dalla vita in su, spingendo la pancia e il pube in avanti e in basso contro di me, forzando il mio dito ancora più in profondità.
Potevo sentire il mio formicolio per l'attesa e il sangue cominciò a ingrossarlo, spingendolo con forza contro i miei pantaloni.
Tolsi la mano dalla sua fica fradicia e le abbassai i pantaloncini e le mutandine fino alle cosce, esponendo il suo morbido sedere arrotondato. Mi sono anche aperto la cerniera ed ho estratto il cazzo.
Si allineava perfettamente con il suo buco. (Che coincidenza !)

Prendendolo in mano, l'ho massaggiato attorno al suo ingresso, usando i suoi succhi per lubrificare il glande, facendolo scorrere avanti e indietro sul suo clitoride sensibile.
Lentamente cominciai a spingere la sua testa verso il suo ingresso. Sentivo la resistenza di una fica precedentemente non aperta ma, non essendo ancora del tutto eretto, ho potuto insinuare la sua testa in quel bellissimo piccolo varco. La pressione che attanagliava il mio cazzo era intensa, quasi facendomi venire lì per lì. Ho dovuto afferrarlo e comprimerlo alla base per smettere di eiaculare.
Entrando nel suo mondo segreto, aveva cominciato a spingersi più forte contro di me, facendo piccoli movimenti di rimbalzo su e giù. Mi resi conto che l'istinto aveva ormai preso il sopravvento sul suo controllo e continuava a spingere il mio cazzo verso l'alto e verso il suo obiettivo finale.
Ho sentito il mio pene gonfiarsi fino all'erezione completa, allungando l'ingresso e consentendo una penetrazione più facile e ad una maggiore profondità.
Lei gemette, io immediatamente smisi di spingere, temendo di farle male.
"Continua a farlo," ansimò, "È bello. Mi sento come se fossi riempita. Oh, è bello."
Continuando delicatamente a spingere il mio membro ormai duro più in profondità dentro di sé e leccando e facendo scorrere i bordi dei miei denti sui suoi capezzoli, iniziò a emettere piccoli grugniti, facendo rimbalzare il suo sedere roseo e arrotondato su e giù sul mio grembo.

Questo era troppo per il mio autocontrollo, ho spinto la mia asta in profondità finché non ho colpito la sua cervice, facendola piangere. Cominciai a pompare dentro e fuori dal suo buco bagnato e scivoloso, facendola rimbalzare su e giù, finché non sentii le mie palle contrarsi.
Proprio in quel momento, Megs iniziò a piagnucolare ed emettere piccoli lamenti, con la testa abbassata sul petto e gli occhi chiusi. Rimbalzava forte su e giù, così forte che dovevo tenerla stretta per la vita altrimenti sarebbe rimbalzata addosso a me.
Il mio cazzo ha soffiato il suo carico di sperma in profondità nel suo ventre, sparando duro e denso, pulsazione dopo pulsazione dopo ancora più pulsazioni del mio succo vitale appiccicoso si è schizzato contro l'ingresso dell'utero, attorno alle sue increspature, mungendomi le pareti vaginali a secco, quindi tanto che stava uscendo dalla sua figa e lungo la mia asta e le mie palle.
Non potevo credere a quanta sborra ci fosse laggiù, era come se avessi avuto anche la parte di qualcun altro, usciva a torrenti.
A poco a poco, però, le cose si calmarono; il mio sperma ha smesso di gocciolare e il nostro respiro è tornato in qualche modo normale.
Sono rimasto eretto, sepolto nel profondo della fica di Meg!

Un movimento alla mia destra attirò la mia attenzione su Rosie che stava osservando tutto quel contorcersi.
Lei si arrampicò,
"Megs, voglio farlo. Tocca a me sentire com'è."
Così dicendo, ha letteralmente tirato fuori Megs dal mio cazzo duro, spingendola giù nel pozzo dei piedi, e si è messa a cavalcioni su di me.
Si era tolta la camicetta e i pantaloni, lasciando solo la gonna viola avvolta intorno alla vita.
Mentre si sedeva sul mio pene, ho notato delle macchie di sangue sulla figa di Meg. Rosie non se ne accorgeva o non gli importava; Ho sentito l'ingresso fradicio del suo canale inghiottirmi - Dio, deve aver giocato con se stessa per tutto il tempo in cui io e Megs ci siamo impegnati!
È stato fantastico sentirla così bagnata, il mio cazzo è scivolato nella sua piccola caverna abbastanza facilmente.
In effetti era penetrato per tutta la sua lunghezza, circa 7 pollici, senza ostruzioni.
Quindi forse non era vergine, come avevo supposto. Molto meglio.
Ho iniziato a farla andare su e giù, sollevandola per la vita e permettendole di cadere profondamente sul mio membro. Sempre più velocemente mi cavalcava, il mio cazzo veniva massaggiato dalla sua fica increspata, portandomi rapidamente all'eiaculazione. Questa volta non ho cercato di trattenermi: non ce n'era bisogno, Rosie stava già creando la panna, i succhi scorrevano lungo la mia asta per unirsi a quelli di Meg. I suoi rimbalzi su e giù, i suoi gemiti e gemiti mentre raggiungeva l'orgasmo, tutto combinato per portarmi all'eruzione - e l'eruzione lo feci, sparando un altro carico di sperma in una cunny famelica.
Whoosh, whoosh - penetrando nel profondo di Rosie, i suoi muscoli increspati che mungono i miei succhi dal profondo di me. Quando nessuno dei due ebbe più nulla da dare, crollammo a terra sul sedile del passeggero.
Baciai dolcemente il seno e i capezzoli di Rosie, poi la sollevai dal mio membro ormai flaccido. Un flusso di sperma denso fuoriuscì lentamente dalla sua fica, gocciolando sul rivestimento in pelle con piccoli suoni 'Tunk, Tunk'.

Molte volte ho risalito quella strada principale nella speranza di rincontrare le piccole Rosie e Megs, ma è passato un anno senza vederle più.

Le macchie sulla tappezzeria sono un costante e caloroso ricordo di cose che furono.

Tuttavia, un'altra estate si sta avvicinando, quindi chi lo sa ?!

Storie simili

La storia del sesso di Katrina Kaif Questa è la storia della ragazza più calda del culo Katrina Kaif. _(1)

Questa è la storia della ragazza più sexy Katrina Kaif. Una volta Salman e Katrina Kaif andarono in tournée negli Stati Uniti e di notte andarono in un pub a giocare a biliardo. Quando entrarono nella sala giochi videro che stavano giocando tre giganteschi negri. Quando sono entrati, tutti e tre i ragazzi hanno detto wow! Che cagna sexy nella loro lingua locale e il loro bastone sta a 90 gradi completamente eretto nei pantaloni. Katrina indossava una minigonna monopezzo celeste a strisce singole che mostrava le sue spalle complete fino alle tette e le cosce sexy. Hanno discusso tutti nella...

969 I più visti

Likes 0

The Rogue's Harem Book 3, Capitolo 14: Promessa mantenuta

L'harem del ladro Libro Tre: L'Harem Appassionato Di The Rogue Parte quindici: Promessa mantenuta Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2018 Nota: grazie a WRC264 per la versione beta di questo. Capitolo quarantatré: Art's Reminder Aingeal - Il principato di Kivoneth, I conflitti di Zeutch Il corpo di vimini del levriero si sgretolò intorno alle nostre anime. Potevo sentire il corpo del povero procuratore disfarsi. La sovralimentazione del martello diamantato gli aveva inviato troppa energia. Il levriero non era un vero e proprio procuratore. Il fumo si alzò, il vimini prese fuoco. Cosa ci succede quando viene distrutto? ho chiesto ad...

1.3K I più visti

Likes 0

Capirlo (ripubblicare)

Introduzione: come ho imparato a conoscere il sesso   Capirlo (Repost) Di Kim Categoria = giovane, maschio preadolescente, femmina preadolescente, storia vera, verginità Questa è una riscrittura di una storia che ho pubblicato diversi anni fa. Lo sto riscrivendo nel formato Lui pensava, lei pensava che diversi autori di questo sito hanno utilizzato di recente. Questo evento in realtà mi è successo quasi 20 anni fa. Ho preso un po' di licenza letteraria con quello che ognuno di noi stava pensando in quel momento. Come hai imparato a conoscere il sesso? A volte impariamo in Sex Ed a scuola, a volte...

1.6K I più visti

Likes 0

Dare piacere a una nonna. cap. 7

Dare piacere a una nonna. cap. 7 Alla fine della parte 6, Brenda ed io avevamo deciso che eravamo decisamente una coppia e l'avevamo festeggiato trascorrendo la notte insieme. Carol era stata molto più vicina a un pene di quanto si fosse aspettata e ora si stava preparando per il salto finale (se perdonate l'espressione). Ora continua a leggere: La vacanza di Carol, parte 3 settembre 2013 Carol arrivò intorno alle 10 del giorno successivo. Sembrava un po' nervosa e le sue prime parole furono pronunciate in modo conciso: Suppongo che voi due siate stanchi. Brenda ha messo un braccio intorno...

896 I più visti

Likes 0

La fantasia di Carla si realizza

Sono entrato nel negozio e ho visto Richard che guardava davvero in basso e gli ho chiesto cosa c'era che non andava. Richard mi ha detto che ha appena scoperto che sua moglie lo tradiva e non sapeva cosa fare. Gli ho detto quanto ero dispiaciuto e l'ho invitato a bere qualcosa e a vedere un film, così mia moglie Carla ed io potessimo pensare a tutto lui. Gli ho detto che i bambini erano dalla zia, così non avrebbe dovuto preoccuparsi di stare con un gruppo di bambini urlanti. Richard bussò alla porta e mia moglie aprì la porta e...

2.4K I più visti

Likes 1

Innocence Enslaved parte 1: Rude Awakening

Emily si svegliò lentamente, le palpebre pesanti. Aveva freddo e la stanza era più luminosa del solito. Era a disagio, la superficie sotto di lei dura e inflessibile... era caduta dal letto? Ancora assonnata, sbatté le palpebre un paio di volte e cercò di alzare una mano per strofinarsi gli occhi. Fu allora che si rese conto che non era nella sua stanza, e all'improvviso era completamente sveglia. Si rese conto di essere a faccia in giù su una specie di tavolo, i suoi ampi seni schiacciati dolorosamente contro la superficie fredda e le sue mani erano legate ai lati. Poteva...

1.9K I più visti

Likes 0

Testimoni di Geova

Storia di Fbailey numero 630 Testimoni di Geova Mary aveva vissuto accanto a me per sempre. Avevamo la stessa età ma non eravamo quasi mai stati insieme. Vedi, Mary è una testimone di Geova e non è autorizzata a mescolarsi con gente comune come me. I suoi genitori sono più potenti di te. Predicano costantemente la Bibbia e vanno sempre di porta in porta spingendo la loro religione sugli altri. Quando ho compiuto tredici anni mio padre mi ha aiutato a costruire una casa sull'albero dietro il nostro garage. Adesso a quattordici anni trascorro molto tempo là fuori, specialmente d'estate quando...

856 I più visti

Likes 0

Giugno e luglio (2° tentativo)

Erano le 18:30 di venerdì sera quando sono tornato a casa dal lavoro. Girovagavo per casa alla ricerca di July, mia moglie da 10 anni. C'era una grande casseruola che cuoceva lentamente sul fornello. Era un buon segno. Alla fine sono uscito sul retro della casa nella nostra zona piscina. Là su due poltrone c'erano July e la sua cara amica June, entrambe completamente nude. “Cosa sta succedendo?”, ho chiesto. “June ha rotto con il suo ragazzo. Le ho detto che può trasferirsi qui, con noi. Abbiamo discusso su come potrebbe funzionare. Oh! E cosa ti sei inventato? Bene. Ho iniziato...

1.9K I più visti

Likes 0

Sally si sveglia - Capitolo 03

Imparo che bisessuale è così divertente. Possa andare ancora meglio. Il resto della settimana ha seguito lo schema dei due giorni precedenti. Mi ero data a Sid e Sue senza fare domande. Mi piaceva fare e ricevere sesso orale e Sid era un grande amante. Era sabato mattina e Sue ha detto che doveva andare a fare la spesa e che mi sarebbe piaciuto venire. Quando ho detto di sì, ha insistito sul fatto che non indossavo reggiseno o mutandine. Ero un po' preoccupato ma ho accettato di fare come mi aveva chiesto. L'emozione che ho provato indossando solo un abitino...

1.3K I più visti

Likes 0

Mamma che lavora 2

Mi chiamo Becky e se hai letto l'altra mia storia ho un figlio di 17 anni che si chiama Ryan. Dopo di lui ha cercato di ricattarmi per fargli fare un pompino e ha risposto al fuoco, beh, in realtà non è stato così, invece l'ho scopato. io non mi sono descritto molto bene nella prima storia, quindi ecco qualcosa su di me. Sono un avvocato (equity partner), sono di origini italiane e irlandesi decenti con capelli nero scuro sia in alto che in basso, sono 5'7 con una taglia del seno di 32C e una taglia 4 in vita ho...

997 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.