LA STORIA DI ALICIA_(1)

974Report
LA STORIA DI ALICIA_(1)

La storia di Alicia

Alicia King guardava fuori dal finestrino dell'auto guardando tutto quello che passava, si chiedeva quanto tempo ci sarebbe voluto per abituarsi a questa nuova città, sperava di fare amicizia in fretta ma ne era un po' spaventata. Il padre di Alicia aveva deciso che si sarebbero trasferiti dalla loro vecchia casa a Sydney, in Australia, fino a Brisbane, aveva a che fare con il suo lavoro che ora comportava il trasloco, aveva anche detto che non sapeva quanto tempo sarebbero rimasti a Brisbane, ma non poteva promettere che sarebbero rimasti.


Alicia era una bambina unica di 17 anni, viveva con suo padre, sua madre era morta quando lei aveva circa 3 anni, rendendo davvero difficile per suo padre mantenere un lavoro che portasse abbastanza soldi per provvedere a loro. Alicia non ha mai avuto problemi a fare amicizia prima di aver fatto molti amici a casa, la maggior parte dei quali se ne era fatta molto giovane, ma non pensava di avere molto di cui preoccuparsi neanche qui.


Alicia era piuttosto alta per la sua età con una figura sinuosa e gambe lunghe, i suoi occhi di un bel verde chiaro con un piccolo naso impertinente che metteva in risalto il suo bel viso accompagnato da capelli castano chiaro lunghi fino alle spalle. Alicia era stata con alcuni fidanzati ma nessuno aveva funzionato, inoltre suo padre era molto severo per quanto riguardava i ragazzi, ma tutto sommato Alicia era felice ma le cose sarebbero cambiate un po' ora. L'auto si fermò e suo padre le disse che si sarebbero fermati per una breve pausa.


Alicia è scesa dall'auto e ha sgranchito un po' le gambe dicendo a suo padre che avrebbe fatto una breve passeggiata. L'area in cui si erano fermati era una passerella sull'oceano Ad Alicia piaceva la sensazione del vento che le scorreva tra i capelli e le rinfrescava il viso, erano state in macchina per 4 ore buone ed era bello uscire per un po'. Alicia stava camminando sul lungomare guardando l'oceano e pensando a cose diverse come la sua nuova casa e la nuova scuola che avrebbe frequentato.


Alicia avrebbe iniziato nella sua nuova scuola il giorno dopo il loro arrivo, che era domani, quindi non le restava molto tempo prima di iniziare. Mentre camminava, c'era un tavolo con dei sedili su entrambi i lati. Alicia si sedette e continuò a guardare l'acqua. Qualche tempo dopo sentì uno schianto dietro di sé, si guardò rapidamente alle spalle, colta leggermente di sorpresa. "Scusa." Disse un ragazzo alzandosi da terra e rispolverandosi.

"Stai bene?" chiese Alicia guardandolo sollevare quello che sembrava uno skateboard. "Sì, sto bene." Rispose il ragazzo guardandosi per vedere se aveva dei tagli su di lui. Alicia si guardò alle spalle e dolorante c'era uno skate park lì dietro, "Allora, io sono Jason." Ha detto il pattinatore "hey io sono Alicia." Lei ha risposto "quindi cosa ci fai qui". Ha chiesto a Jason di prepararsi a pattinare di nuovo "non molto, ha detto Alicia" solo controllando il panorama "" ok ha detto Jason "ci vediamo in giro" "ci vediamo." Rispose Alicia.





Jason sorrise e salutò con la mano poi se ne andò, Alicia si alzò e tornò alla macchina raggiungendo suo padre che era già dentro ad aspettarla Alicia salì e continuarono il loro viaggio. Quella notte dormirono in un hotel e partirono presto quella mattina assicurandosi di iniziare bene. Arrivarono a Brisbane verso l'ora di pranzo, il posto in cui avrebbero alloggiato era già stato sistemato tutto quello che dovevano fare era prendere le chiavi dall'agente immobiliare.


Presero subito le chiavi e poco dopo arrivarono alla casa in cui alloggiavano, Alicia scese dall'auto e diede un'occhiata alla casa, era piuttosto grande una casa a due piani con una veranda sul davanti e un giardino con vialetto di ghiaia. Suo padre le ha dato le chiavi e le ha chiesto di aprirgli la porta, Alicia si è avvicinata alla porta d'ingresso dando un'occhiata attraverso la finestra, era buio dentro quindi non riusciva a capire molto ha messo la chiave nella serratura storta lateralmente spingendolo facilmente per aprirlo.


La porta si aprì e Alicia entrò avendo difficoltà ad adattarsi all'oscurità all'inizio, ma presto trovò l'interruttore della luce, l'accese e illuminò quello che sembrava il salotto, decise di guardarsi intorno controllando il primo piano, c'era una cucina a sinistra del salotto che si affacciava sulla porta d'ingresso, a destra c'era uno studio che aveva anche un bagno. Accanto allo studio c'erano le scale, che conducono alle camere da letto, al bagno principale e alla mansarda.


Quella sera mangiarono davanti alla TV poi entrambi decisero di andare a letto presto. Alicia ha dormito tutta la notte svegliandosi verso le 7:30 suo padre era già giù per le scale a preparare la colazione "hey piccola come hai dormito" "bene" disse Alicia prendendo una ciotola e facendo colazione. Un'ora dopo stava andando a scuola per essere accompagnata da suo padre, salutò con la mano, sospirò poi attraversò le porte della sala principale. Camminò lungo un corridoio finché non arrivò a una porta che diceva Ufficio, quindi bussò alla porta aspettò una voce ed entrò.


Alicia tossì, una signora con la testa sepolta in un libro alzò lo sguardo un po' sorpresa, “sì” disse la signora leggermente infastidita. "Sono Alicia King, dovrei iniziare qui oggi." disse Alicia. "Hmm Alicia King, fammi vedere se ti ho qui." Disse la signora guardando in un libro che girava rapidamente le pagine, "oh sì, ha detto," sei la studentessa di Sydney. "Esatto", disse Alicia sollevata "sì, sei nella classe 10E." disse la signora indicando a sinistra, "basta seguire le indicazioni e lo troverai senza preoccupazioni." Grazie disse Alicia girandosi e uscendo, la signora tornando al suo libro.


Alicia seguì i segni e presto scoprì dove doveva andare, entrò nella stanza, dentro c'era una classe di studenti la maggior parte di loro scriveva o leggeva libri di qualche tipo, alcuni in fondo stavano scherzando. "Ah, tu devi essere Alicia King." Disse l'insegnante davanti alla classe. Alicia annuì "sì, per favore, siediti, gente questa è Alicia King, per favore, falla sentire la benvenuta." Alicia si avvicinò al primo posto che trovò e si sedette.


Alicia ha disfatto la borsa e ha messo tutte le sue cose sul tavolo, accanto a sinistra c'era una ragazza con i capelli castani corti e crespi in alto. "Ciao, sono Kate" "Ehi, sono Alicia, piacere di conoscerti." Disse Alicia felice che qualcuno le stesse parlando così presto. Alicia si guardò intorno nella stanza, un gruppo misto di ragazzini, un rapporto uniforme di ragazzi e ragazze, la maggior parte dei ragazzi erano in fondo ma alcuni erano proprio dietro di lei. Alicia ha notato che alcuni la guardavano e parlavano all'orecchio del loro amico.

Kate le ha dato una pacca sulla spalla e ha mostrato ad Alicia il suo libro, “questo è quello che abbiamo imparato questa settimana, Alicia l'ha ringraziata e ha iniziato a leggere il libro di Kate. La giornata è passata veloce e presto suonò il campanello del pranzo, "dovresti sederti con noi". Disse Kate mentre lei e Alicia stavano uscendo dal corridoio. "Grazie, ha detto Alicia, mi piacerebbe." Kate ha presentato Alicia ad altre ragazze durante la pausa pranzo Alicia conoscendole rapidamente, ha capito che non aveva nulla di cui preoccuparsi.

Alla fine della giornata Alicia aveva incontrato molte persone e si era persino fatta degli amici. Mentre si dirigeva verso il cancello principale, le si avvicinò persino un ragazzo. “Ciao sei la ragazza nuova giusto? "Sì, sono Alicia", ha detto "piacere di conoscerti, sono Troy." Alicia lo ringraziò, poi gli disse che suo padre la stava aspettando e se ne andò per salire in macchina.

Quella notte Alicia ripensò alla giornata ea quanto fosse stata stupida a preoccuparsi di tutto. Il giorno dopo ha seguito un paio di lezioni inclusa la palestra, dove ha ricevuto molti sguardi dai ragazzi. Alicia non era la migliore al mondo, ma il suo bel viso e il suo bel corpo le sono valsi molti complimenti e ha notato anche alcuni sguardi di invidia da parte di alcune delle altre ragazze. Quando la palestra è finita e si è rimessa i vestiti normali, molte ragazze le hanno parlato dicendole di guardare i ragazzi, lei li ha ringraziati.

Durante l'ultima lezione della giornata ha notato uno studente entrare nella stanza che non aveva mai visto prima, ma era sicura di averlo visto da qualche altra parte, poi si è resa conto che era Jason il ragazzo che è caduto dal suo skateboard. Jason è rimasto seduto da solo per la maggior parte della classe e non ha parlato con molte persone e Alicia ha notato alcuni dei ragazzi in fondo che gli lanciavano oggetti. Mentre Alicia stava tornando a casa, sentì un rumore provenire dal retro di uno degli edifici.

Alicia si guardò intorno, un gruppo di circa 4 ragazzi ne stava spingendo un altro e alla fine li buttarono a terra, Alicia faceva male alla faccia dei ragazzi, era Jason che stavano spingendo, Jason continuava a cercare di alzarsi solo per essere spinto o preso a calci di nuovo a terra, poi dopo circa 5 minuti il ​​gruppo lo ha sollevato dai piedi e uno di loro gli ha dato un pugno dritto in testa mandando Jason a terra. I ragazzi hanno riso per un po' prendendo a calci Jason poi se ne sono andati.

Alicia attese circa un minuto poi andò dove si trovava Jason; era a pancia in giù così lei lo girò sulla schiena. Jason tossì; un po' di sangue gli uscì dalla bocca. “Jason stai bene? chiese Alicia sapendo che era una domanda piuttosto stupida. Jason gemette e poi annuì con la testa, Alicia lo aiutò a mettersi a sedere, Jason prese alcuni respiri e poi si alzò.




Jason scosse la testa, si asciugò il sangue dalla bocca e poi guardò Alicia, “whoa sei tu, cosa ci fai qui? chiese realizzando chi fosse. "Mi sono appena trasferita qui e tu" ha chiesto, "La stessa cosa che sono appena arrivata oggi, mia madre ha pensato che sarebbe stato bello se avessi iniziato presto, ottima idea eh." Disse Jason tastandosi la mascella.
“Starai bene? Ha chiesto ad Alicia "sì, è meglio che torni a casa". “Perché ti hanno fatto questo? Ha chiesto "non so che mi stavano pagando in classe, ho detto alcune cose che non gli piacevano, quindi hanno deciso di picchiarmi".

"Faresti meglio a guardarli", disse Alicia preoccupata "non preoccuparti per me." Jason ha detto "Posso cavarmela da solo". Alicia annuì con la testa salutò poi si diresse verso la parte anteriore.
Il fine settimana è passato abbastanza velocemente, Alicia ha trascorso la maggior parte del tempo guardando la TV o ascoltando musica, ha ricevuto una telefonata da Kate ma era solo per sapere se aveva bisogno di aiuto con il lavoro.

Il giorno dopo a scuola Alicia irritava Jason che veniva disturbato da altri ragazzi che voleva aiutare, ma lui ha detto che poteva cavarsela da solo, quindi ha deciso di lasciarlo. Quel giorno Troy le si avvicinò e le chiese se voleva uscire qualche volta, Alicia disse che ci avrebbe pensato ma Troy le piaceva anche se non lo conosceva così bene. Quel pomeriggio notò Jason che pattinava vicino all'ingresso della scuola. “Come stai” chiese “non male disse Jason concentrandosi sul suo abbordaggio ma alla fine arrendendosi.

Jason si arrese e si avvicinò ad Alicia. Ha immediatamente notato del sangue sulla sua maglietta, "ti hanno colpito di nuovo" disse Alicia "sì, ero in inferiorità numerica." Disse Jason guardando la sua camicia. “Quando ne parlerai a qualcuno? disse Alicia.
“Che senso avrebbe? Disse Jason che si sentiva frustrato, "Quindi smette, disse Alicia" devi farlo sapere alla scuola. "Da quando sei mia madre" sbottò Jason, Alicia lo guardò per un secondo poi si alzò e se ne andò.
Jason sospirò ma decise di lasciarla andare.


I giorni successivi sono passati piuttosto velocemente ed è arrivato il venerdì, Alicia non aveva visto Jason per la maggior parte della settimana. Mentre stava per raggiungere suo padre in macchina, Troy le si avvicinò “quindi hai più pensato di uscire qualche volta? Ha chiesto ad Alicia di pensarci un minuto, poi ha detto di sì "certo che mi piacerebbe". "Grande!! Troy ha risposto "così male ti chiamo stasera." Alicia annuì e poi salutò. Sulla strada di casa Alicia ha pensato a quello che aveva fatto, ha pensato che fosse ora di andare avanti e incontrare dei ragazzi.

Troy ha telefonato verso le 8:00 quella sera e le ha chiesto se voleva vedere un film, Alicia ha accettato e hanno deciso di uscire sabato sera. Alicia ha detto a suo padre che stava uscendo con alcune amiche, pensava che fosse meglio che non sapesse ancora di Troy. Quella notte si chiese cosa indossare; non lo faceva da un po', ma alla fine ha indossato una bella gonna e un top a maniche corte. Ha aspettato fuori finché non è arrivato Troy.



Troy e Alicia hanno passato una serata divertente, Troy le ha comprato tutto e le ha pagato il biglietto. Alicia si è goduta il film, a metà del sentire la mano di Troy sulla sua coscia all'inizio non le dispiaceva, ma presto la mano di Troy si è spostata più in alto sulla sua gonna. Alicia mise la sua mano sulla sua cercando di trattenerlo "Non so se sono pronta per questo." Lei sussurrò ma lui le baciò semplicemente la fronte e continuò a muovere la mano verso il suo inguine. Alicia ha deciso di lasciarlo dopo tutto quello che era passato un po' di tempo.

Alicia sentì le sue dita iniziare a strofinarle la figa attraverso le mutandine; continuò a strofinare con tre o quattro dita, Alicia sentiva qualcosa che non provava da molto tempo.
Presto le sue mutandine stavano diventando leggermente bagnate solo un accenno, poi troy fece scivolare un dito tra la fodera delle sue mutandine e inserì un dito nella sua figa umida. Alicia iniziò a respirare profondamente e sul suo volto apparve un sorriso di piacere. Troy continuava ogni paio di minuti aggiungendo un altro dito e spingendolo più in profondità dentro di lei, poi iniziando a strofinare con un movimento circolare.

Alicia iniziò a tremare un po' e persino a rabbrividire un paio di volte, e poi emise un leggero gemito, che provocò un severo silenzio da parte di qualcuno nel pubblico. Troy ora aveva tre dita dentro di lei e iniziò a pizzicarle la clitoride facendo eccitare ancora di più Alicia, e presto lei venne al suo posto bagnandosi completamente le mutandine e lasciando uscire un rantolo.
Si è alzata ed è uscita velocemente dal teatro andando nel bagno delle donne per pulirsi, si è lavata la faccia, si è sistemata i capelli ed è tornata fuori.

Troy la stava aspettando fuori dai bagni “vuoi andare? Troy chiesto "sì ok" ha detto Alicia un po 'imbarazzata. Mentre stavano per andarsene Troy le mise un braccio intorno al fianco, Alicia voleva andare a casa si stava facendo tardi mentre stavano uscendo dal cinema Jason li urtò "oh ciao Alicia" disse Jason con voce burbera Alicia ricambiò il saluto mentre loro passato. "Sai che idiota," disse Troy "più o meno" disse Alicia.

Alicia girò la testa mentre uscivano vedendo che Jason era ovviamente arrabbiato per qualcosa. Troy stava accompagnando Alicia a casa quando ha detto "andiamo a bere qualcosa" Alicia non voleva davvero, infatti non era sicura che le piacesse più Troy.
Troy ha finito per convincerla, sono entrati nel bar e Troy ha ordinato loro da bere. Con il passare della notte Troy divenne sempre più ubriaco, la sua voce impastata e i suoi occhi iniettati di sangue.

Alicia ha detto a Troy che voleva tornare a casa, lui ha accettato e se ne sono andati “um come guiderai? Disse Alicia "non preoccuparti piccola, non succederà niente". Alicia non voleva entrare, ma voleva anche tornare a casa, quindi ha deciso di rischiare.
Quando furono entrambi entrati, Troy la guardò "divertiamoci un po'", disse "cosa? Disse Alicia un po' preoccupata. "Dai piccola, me lo devi, te ne ho dato un po' nel film ora me ne dai un po'."



"Senti Troy, sei un bravo ragazzo ma non ho intenzione di fare niente con te." Disse Alicia sapendo cosa voleva Troy. Troy improvvisamente si è infastidito e le ha messo una mano sul braccio "guarda che vai a casa finché non lo fai" disse troy "lasciami andare disse Alicia iniziando a lottare. Troy si lanciò su di lei afferrandola e trascinandola dentro di sé cercando di toglierle il top. Alicia ha cercato di spingerlo via ma non stava andando molto lontano, Troy poi le ha afferrato il seno sinistro attraverso la parte superiore spingendo Alicia a schiaffeggiarlo.

Troy si accigliò la spinse indietro e la colpì rapidamente in faccia "vattene fuori puttana !!" disse Troy, Alicia aprì la portiera della macchina solo per essere spinta fuori da Troy, la macchina si allontanò lasciando Alicia con la capote leggermente strappata e un segno rosso sul viso. Alicia aveva lasciato cadere la sua roba per terra, quindi si è seduta in ginocchio a raccoglierla
Su. Le lacrime iniziarono a salire nei suoi occhi, non aveva idea di come sarebbe tornata a casa, si alzò e camminò un po' in giro finché non trovò una panchina su cui sedersi.


Alicia guardò l'orologio, era l'una di notte e si stava preoccupando, una voce proveniva da dietro "Alicia sei tu?" Alicia si voltò per vedere Jason avvicinarsi a lei. “Jason, cosa le stai facendo? "Sto tornando a casa, cosa stai facendo?" "Non lo so", ha detto Alicia "Pensavo che avrei passato una serata divertente, ma si è rivelata orribile." Jason ha notato il segno sul suo viso "ti ha colpito?" Alicia annuì “voleva fare qualcosa che io non volevo e così mi ha buttato fuori dalla macchina e mi ha lasciato qui.

Jason ha poi notato i suoi vestiti danneggiati, "Mi dispiace, ha detto Jason allungando una mano e mettendo la sua mano nella sua. “Dai, mia madre mi sta aspettando, ti accompagniamo a casa. “Alicia sorrise e lo ringraziò, mentre tornava a casa Alicia studiò Jason.

Un ragazzo robusto e magro, con braccia allampanate, aveva un bel viso con occhi castano scuro, orecchie piccole e corti capelli neri. Era un bravo ragazzo e probabilmente aveva la sua stessa età, era grata di averlo incontrato mentre andavano a Brisbane. Alicia è stata lasciata fuori dal suo vialetto verso l'1:30 del mattino, è sgattaiolata su per le scale e si è infilata nel letto, questa era l'ultima volta che usciva con un ragazzo così tardi la sera. Alicia ci ha pensato per un minuto, si è chiesta cosa le fosse mai dispiaciuto in Troy, era molto carino, ma non lo conosceva così bene, si era ripromessa di non farlo mai più.

La mattina dopo era domenica Alicia trascorse la maggior parte del tempo rilassandosi, suo padre le disse che avrebbe dovuto chiamarlo se sapeva che sarebbe uscita fino a tardi, Alicia si scusò ma fu grata di non essere nei guai, La prossima settimana di scuola Alicia dovette fare un incarico con un altro membro della sua classe, all'inizio sembrava che avrebbe avuto Kate di cui era felice, ma all'ultimo minuto è stato cambiato in Jason.

Alicia voleva parlare con Jason del compito dopo la scuola, ma è stata interrotta da Troy. "Mi dispiace per l'altra sera non ero me stesso, per favore dammi un'altra possibilità." Alicia si accigliò, "mi hai strappato i vestiti, mi hai colpito e poi mi hai lasciato lì senza modo di tornare a casa, quindi no ha detto Alicia che puoi andare all'inferno." Alicia ha lasciato Troy bloccato lì, ha incontrato Jason e le ha chiesto se le sarebbe piaciuto venire a casa sua in modo che potessero avere qualche idea per il loro incarico, Jason ha accettato e ha detto che sarebbe venuto nel pomeriggio.



Quel pomeriggio Alicia trovò sul tavolo un biglietto di suo padre che le diceva che avrebbe lavorato fino a tardi e che la cena era nel forno. Jason è arrivato intorno alle 4:00 e si sono messi al lavoro. Alle 5:00 hanno fatto una pausa. "Vuoi qualcosa da mangiare?" chiese Alicia "no grazie" disse Jason con la punta della matita in bocca. Dopo un po' i due iniziarono a parlare e alla fine venne fuori l'argomento dei fidanzati. "Quindi immagino che tu abbia un sacco di amici maschi a Sydney, eh?" disse Jason "pochi" disse Alicia "e tu?" “Non molti hanno detto a Jason un paio qua e là ma niente di serio.

I due tornarono al lavoro e alle 5:30 entrambi si stavano annoiando, Jason guardò Alicia, lei era impegnata a leggere, aveva occhi stupendi di quelli che sembravano brillare come uno zaffiro verde e quando sorrideva il suo viso si illuminava. Jason riportò la sua attenzione al suo libro improvvisamente la matita che stava usando gli fu strappata dalle mani. "Ehi, restituiscilo", disse Jason in segno di protesta, "devi prendermi prima". Disse Alicia con un sorriso sul viso e correndo verso le scale "Ti prenderò bene". disse Jason inseguendola.

I due corsero per la casa per un minuto finché Jason finalmente la raggiunse nel salotto e la fece lottare fino a quando entrambi caddero sul divano Alicia atterrando su Jason. Entrambi si guardano negli occhi per un minuto, poi si alzano dal divano.
"Beh, è ​​meglio che vada." Disse Jason rendendosi conto che sarebbe potuto succedere qualcosa di deplorevole se avessero continuato. "Ok, allora ci vediamo domani", disse Alicia, "ok, ci vediamo allora". Jason ha fatto le valigie e poi se n'è andato salutando.

I giorni successivi Jason e Alicia hanno svolto la maggior parte del loro compito in classe, Alicia sarebbe stata colpita da più ragazzi e Jason era ancora preso di mira, Troy ha anche provato di nuovo con Alicia ma Alicia lo ha rifiutato di nuovo. Quel venerdì sera il padre di Alicia stava lavorando di nuovo fino a tardi, quindi Jason è tornato di nuovo. Lavorarono per gran parte del pomeriggio e anche per una parte della notte, godendosi entrambi la reciproca compagnia. Alicia ha guardato Jason mentre lavorava realizzando che stava iniziando a piacerle molto.

"Ehi, potrei usare il bagno." Ha chiesto a Jason "certo ma dovrai usare quello al piano di sopra, lo studio non funziona." Jason è scomparso al piano di sopra; Alicia si guardò intorno e notò di aver dimenticato un libro di cui aveva bisogno così salì in camera sua per prenderlo. Alicia ha trovato il libro sul suo tavolo e lo stava sfogliando quando Jason è entrato "che bella stanza, la mia è questa piccola cosa". Alicia gli ha mostrato le sue cose Jason sembrava interessato.

"Quindi finiamo quello che abbiamo iniziato." Disse Jason andando a lasciare la stanza, Alicia gli afferrò il braccio e gli tenne la mano. "Sai Jason, non sto con un ragazzo da molto tempo, ma sai che ti vedo e tu sei la persona più gentile che abbia mai incontrato." Jason la guardò mettendo la mano tra le sue. “Quindi voglio che tu lo sappia,” disse Alicia mettendogli l'altra mano sulla spalla. "Sei sicuro di volerlo fare?" chiese a Jason "sì" disse Alicia guidandolo lentamente verso il suo letto.

Jason le mise una mano sul lato del viso massaggiandole l'orecchio; Alicia lo attirò a sé e lo baciò dolcemente, Jason le mise entrambe le mani sui fianchi, baciandola. Alicia adorava la sensazione delle sue mani sul suo corpo, Jason poi spostò le sue mani sulle sue braccia poi sulle sue spalle spingendole lentamente fino a quando entrambe caddero su di lei male. I due stretti in un abbraccio insieme.



Alicia fu presa dal momento in cui afferrò la maglietta di Jason e gliela sollevò sopra le braccia, Jason le passò le mani tra i capelli mentre Alicia iniziò a baciargli il petto e lo stomaco. Jason quindi sposta le mani sulla parte bassa della sua schiena e lentamente le tira la parte superiore sopra la testa, poi la getta a terra. Alicia si sposta sul corpo di Jason baciandogli il collo Jason li ricambia baciandole il collo e la spalla anche mordendole leggermente la nuca.

Alicia si tolse il reggiseno, rilasciando i suoi seni impertinenti. Jason prese immediatamente a coppa i cumuli di carne tra le mani, i due continuarono a baciarsi appassionatamente, entrambi realizzando che si erano aspettati l'un l'altro per tutta la vita. Jason si mise a sedere, Alicia gli avvolse le braccia intorno mentre lui la prendeva su entrambi ora seduta sul letto in un abbraccio stretto. Jason mosse lentamente le mani lungo il suo corpo solleticandole la pancia mentre iniziava a togliersi la gonna che Alicia indossava lasciandola cadere anch'essa sul pavimento.

Jason guardò Alicia negli occhi "sei sicuro di questo?" "Sì, ha risposto che sono pronto." Mentre abbassava le mani e iniziava a slacciare i jeans di Jason, Jason l'afferrò per l'anca e la sollevò in modo che fosse in ginocchio, poi le fece scivolare velocemente le mutandine di seta lungo le cosce e poi lungo le lunghe gambe. Alicia ora completamente nuda Jason poi mettendole una mano sulla schiena e l'altra sulla parte posteriore della sua testa poi abbassandola lentamente sul letto in modo che fosse sulla schiena, entrambi ora nudi, "sei pronto?" chiese Jason fissandola negli occhi, "sì" disse Alicia iniziando a respirare profondamente.


Jason prese il suo cazzo in mano guidandolo lentamente verso la figa di Alicia, Alicia sentì la punta del pene di Jason all'ingresso della sua figa, spaccando leggermente le labbra "fallo" sospirò Jason sospirò e poi fu dentro di lei, Alicia gemette quando lo sentì entrare nelle pareti della sua vagina spaccata dal suo cazzo palpitante. Jason le avvicinò la parte superiore del corpo in modo che fossero di nuovo in un abbraccio, il suo cazzo che penetrava più in profondità in lei, Alicia a sua volta avvolgeva le gambe intorno alla vita di Jason e lo stringeva dentro di lei.

Jason ora iniziò a spingersi dentro di lei, Alicia emise grandi gemiti di piacere mentre i due facevano l'amore sul suo letto, Jason usando la mano per esplorare il suo corpo, stringendole i seni e pizzicandole persino i capezzoli. Alicia si morde il labbro inferiore ed emette altri gemiti. Jason quindi abbassò la testa e iniziò a mordere dolcemente i capezzoli eretti di Alicia, provocando la formazione di pelle d'oca sul corpo di Alicia e facendola rabbrividire di piacere. I due si strinsero in un caldo abbraccio sudato.

Alicia si sentì accaldare e arrossire quando Jason si spinse dentro di lei, amava la sensazione di lui dentro di lei e poi iniziò a far combaciare le spinte di Jason con le sue, i due saltando all'unisono, Alicia lo attirò contro di sé mentre provava la sua prima sensazione di orgasmo esplode dentro di lei, i suoi respiri approfondiscono il suo corpo ricoperto di sudore, anche i suoi capelli annodati dal sudore. Anche Jason sembrava pronto a venire, ma ha deciso di tirarsi fuori, ma soffiando il suo carico, la maggior parte del quale è atterrato sul letto.



Alicia e Jason giacevano uno accanto all'altro sul letto, entrambi respirando profondamente e guardandosi negli occhi. Alicia si alzò “dove stai andando? Ha chiesto a Jason "di fare una doccia". Disse Alicia "vuoi unirti a me" Jason scese dal letto e la seguì in bagno. Alicia girò il rubinetto e presto l'acqua cadde su di loro mentre si riunivano ancora una volta, i due si scambiarono un bacio profondo poi Jason afferrò un panno e lo insaponò, poi lo strofinò su tutto il giovane corpo di Alicia strofinandolo sulla sua fica e sulla sua coscia, quindi sostituendo il panno con la bocca.

Inserì lentamente la sua lingua dentro di lei, mentre le accarezzava la pancia con le mani insaponate. Alicia prende il panno e si insapona, poi alza la gamba per dargli più accesso. I due si sono dati piacere a vicenda per la mezz'ora successiva, facendo anche sesso altre due volte, finendo con un lungo bacio e poi uscendo dalla doccia e vestendosi.

Jason e Alicia sono scesi al piano di sotto e hanno impacchettato tutta la roba, Jason ha deciso che era meglio che andasse, mentre se ne andava si baciarono ancora una volta, Jason dicendo "sei stato fantastico" Alicia sorridendo e salutandolo con un bacio. Nelle settimane successive Alicia e Jason si sono avvicinati molto, vedendosi sempre di più Alicia si è innamorata di Jason e ha capito che era lui quello con cui voleva passare il resto della sua vita. Avrebbero continuato a incontrarsi a casa sua ed esplorare i reciproci desideri sessuali. E presto si sparse la voce a scuola che stavano insieme.

Alicia è arrivata un giorno pronta per una giornata normale, Jason non si trovava da nessuna parte, Alicia si è unita ai suoi amici per pranzo, Kate le ha chiesto se voleva venire a una festa nel fine settimana dicendo che Troy ci sarebbe stato. Alicia l'ha ringraziata ma ha detto di no, "perché no?" chiese Kate "Non voglio neanche io". Disse Alicia "non sai cosa ti stai perdendo". Sarah si è limitata a ridere e ha chiesto se avesse mai visto Jason. "Scusa se non l'ho visto tutto il giorno."

Quando Alicia tornò a casa quel pomeriggio, suo padre era a casa "ehi papà, com'è andato il lavoro?" "Non male, ma ho delle notizie che potrebbero non piacerti." "Tipo cosa?" chiese Alicia "mi hanno chiesto di trasferirmi in un altro posto". "Dove?" disse Alicia "Melbourne"
"Cosa, perché lì?" "È lì che mi vogliono, sai qual è l'accordo."

"Beh, non voglio andare." Disse Alicia "tesoro abbiamo anche noi, non c'è nient'altro che possiamo fare." "Bene, resto", disse Alicia lasciando la stanza, suo padre sospirando.
La mattina dopo Alicia è andata a fare una passeggiata, alla fine ha trovato Jason in uno skate park, quando le ha fatto male è venuto da lui "hey come va". Disse Jason abbracciandola, Alicia lo abbracciò forte "whoa cosa c'è che non va" "mio padre mi ha appena detto che deve andare a Melbourne per lavoro." "Dannazione" disse Jason "non c'è modo di aggirarlo, immagino che vorrà andarsene il prima possibile."

Jason l'ha abbracciata di nuovo mentre lei ha iniziato a piangere, "andrà tutto bene" ha detto Jason "bene, risolvi qualcosa". I due tornarono a casa sua. "Sai che mia madre è al lavoro." Alicia gli afferrò rapidamente la mano e si diressero verso la sua camera da letto.
Una volta dentro Alicia chiuse a chiave la porta, i due si spogliarono rapidamente e Alicia spinse Jason sul letto. I due pronti a fare l'amore ancora una volta sapendo che questa potrebbe essere la loro ultima volta insieme.




Alicia è strisciata sul letto come una tigre, poi ha abbassato la figa sul cazzo duro di Jason e poi si è buttata su e giù su di esso. Dapprima facendo roteare la parte inferiore del corpo sul suo cazzo, poi saltandolo selvaggiamente di nuovo, Alicia ha quindi iniziato a strofinare il petto e lo stomaco di Jason con le mani, quindi abbassando la testa e leccando il petto di Jason. Poi Alicia è scesa da Jason e ha spostato la testa sul suo cavallo e ha preso il suo cazzo in bocca succhiandolo amorevolmente.

Alicia ha iniziato a massaggiare le sue palle con le mani facendo gemere Jason e persino alzare il culo dal letto spingendo il suo cazzo più in alto nella gola di Alicia, non le importava tutto quello che voleva fare era ricordarlo per molto tempo. Non ci volle molto prima che Jason le entrasse in bocca inondandolo con il suo sperma, Alicia lo leccava. All'improvviso Jason l'afferrò per le spalle e la gettò violentemente sul letto, allargandole poi le cosce e spingendo il suo cazzo palpitante e bagnato dentro di lei.

Questa volta è stata una sessione molto più appassionata, dato che i due hanno dato tutto ciò che valevano. I due si baciano e si sbranano a vicenda, Jason la spinge di nuovo mentre entra in lei, Alicia con le mani strettamente avvolte attorno alla sua vita. E ben presto Alicia arrivò a fiumi e sperimentò un orgasmo dopo l'altro. I due passarono la maggior parte della giornata a fare l'amore fino alle 16:00. “Sarà meglio che vada,” disse Alicia un po' triste “Ci vediamo ancora disse Jason.” Poi attirandola a sé e baciandola profondamente, Alicia glielo restituì e se ne andò.

Quando Alicia è tornata a casa, suo padre le ha detto che sarebbero partiti entro tre giorni dandole un po' di tempo per salutare tutti quelli che conosceva. Quando è arrivata a scuola il giorno dopo ha detto a Kate e agli altri cosa stava succedendo, tutti le hanno augurato buona fortuna. Alicia sperava che Jason fosse nei paraggi ma non riusciva a trovarlo entro la fine della giornata era piuttosto preoccupata. Troy e alcuni amici le si avvicinarono mentre aspettava suo padre. "Ho sentito parlare di te e Jason." "Allora" rispose Alicia "allora cosa c'è in lui che è migliore di me?" Disse Troy con forza.

"Non sei proprio il mio tipo", disse Alicia non volendo parlarne. "Qualunque cosa." Disse Troy "digli solo di guardarsi". Troy e gli altri ragazzi se ne andarono. Quella notte Alicia ha telefonato a casa di Jason, sua madre ha risposto, quando ha chiesto dove fosse le ha detto che era andato allo skate park, Alicia ha deciso di andare lì e parlargli. Alicia indossò dei vestiti pesanti e si diresse verso il parco in cui pensava sarebbe stato lui.

Quando Alicia arrivò sentì un rumore, accelerò il passo e notò che c'era un gruppo di ragazzi lì, decise di aspettare indietro e guardarli. Ha poi notato uno dei ragazzi che era in giro con Troy e dopo un minuto ha riconosciuto anche Troy. Stavano litigando con qualcuno poi ha visto chi, era Jason. Lo stavano spingendo in giro “stai lontano dalla sua ok testa di cazzo! Non vuole un perdente come te nella sua vita.» Jason è stato spinto a terra “quindi guardati bene.

"Fammi." Detto Jason alzandosi Troy si voltò "cos'era quello?" "Make Me", ha ripetuto Jason. Troy ha spinto Jason con forza mandandolo indietro contro un palo, Jason è andato a respingerlo ma è stato fermato da uno degli altri poi a sua volta preso a pugni alla mascella da Troy, Jason è caduto. Troy kicked Jason in the stomach hard, winding Jason. Troy went to kick him again but was interrupted by Alicia “stop it!” she shouted “leave him alone’

Troy stood his ground “get out of here, this is between us.” Alicia kneeled down beside Jason “just get out of here you idiot.” Said Alicia to Troy “what did you call me?” said Troy getting angry “did you just call me an idiot.” “Who the hell do you think you are talking to huh bitch?” Said Troy grabbing Alicia and picking her to her feet. “Let go of me!” shouted Alicia as she struggled against him. Troy chuckled then slapped her sending her to ground. Troy picked her up off the ground Alicia biting his hand causing Troy to howl in pain, then Alicia kicked him in the leg and tried to get out of his grip, but one of the others grabbed her and held her.

I’m ganna enjoy this said Troy as he placed his hand on Alicia’s crotch groping her through her nightclothes. Then placing a hand on her throat, Jason got up suddenly
Troy turned but was too slow, Jason punching him right in the side of the face, and then following with another blow to the stomach and a final punch to his jaw sending Troy crashing to the ground. One of the other boys then pulling a knife from his pocket and pointed it at Alicia.

"Cosa fai?" said Jason looking at him “Just get out of here or she will lose all that beautiful hair of hers.” Alicia struggled in his grip but the boy was too strong. Troy got up suddenly and pushed Jason from behind Jason went falling into Alicia then fell to the ground. Alicia looked down and noticed blood on her top; the boy let her go she could see blood on his hands. Alicia looked down at Jason a pool of blood was forming beside him.

The group of boys backed away from him, Alicia knelt beside Jason a lot of blood was coming from his stomach. Jason was gasping and struggling to breath, Alicia began to cry and clutched his hand. Jason looked her in the eyes a single tear sliding down his cheek and then nothing, no blinking or breathing Jason died in Alicia’s hands. An ambulance arrived 10 minutes later, Alicia going home much later that night.

The funeral was a few days later, Alicia and her father attended as well as most of the school. The boy who had stabbed him ended up getting 2 years in jail a very light sentence but it was decided Jason’s death was not murder. Alicia and her father left Brisbane the next day and began their next journey;


Alicia King stared out the car window watching everything go past, She would always remember Jason, his memory would live on in her mind as the one she first experienced true love with.

And as for the next one, well who knows what's waiting at the next stop.

Storie simili

La storia del sesso di Katrina Kaif Questa è la storia della ragazza più calda del culo Katrina Kaif. _(1)

Questa è la storia della ragazza più sexy Katrina Kaif. Una volta Salman e Katrina Kaif andarono in tournée negli Stati Uniti e di notte andarono in un pub a giocare a biliardo. Quando entrarono nella sala giochi videro che stavano giocando tre giganteschi negri. Quando sono entrati, tutti e tre i ragazzi hanno detto wow! Che cagna sexy nella loro lingua locale e il loro bastone sta a 90 gradi completamente eretto nei pantaloni. Katrina indossava una minigonna monopezzo celeste a strisce singole che mostrava le sue spalle complete fino alle tette e le cosce sexy. Hanno discusso tutti nella...

969 I più visti

Likes 0

Innocence Enslaved parte 1: Rude Awakening

Emily si svegliò lentamente, le palpebre pesanti. Aveva freddo e la stanza era più luminosa del solito. Era a disagio, la superficie sotto di lei dura e inflessibile... era caduta dal letto? Ancora assonnata, sbatté le palpebre un paio di volte e cercò di alzare una mano per strofinarsi gli occhi. Fu allora che si rese conto che non era nella sua stanza, e all'improvviso era completamente sveglia. Si rese conto di essere a faccia in giù su una specie di tavolo, i suoi ampi seni schiacciati dolorosamente contro la superficie fredda e le sue mani erano legate ai lati. Poteva...

1.9K I più visti

Likes 0

Capirlo (ripubblicare)

Introduzione: come ho imparato a conoscere il sesso   Capirlo (Repost) Di Kim Categoria = giovane, maschio preadolescente, femmina preadolescente, storia vera, verginità Questa è una riscrittura di una storia che ho pubblicato diversi anni fa. Lo sto riscrivendo nel formato Lui pensava, lei pensava che diversi autori di questo sito hanno utilizzato di recente. Questo evento in realtà mi è successo quasi 20 anni fa. Ho preso un po' di licenza letteraria con quello che ognuno di noi stava pensando in quel momento. Come hai imparato a conoscere il sesso? A volte impariamo in Sex Ed a scuola, a volte...

1.6K I più visti

Likes 0

The Rogue's Harem Book 3, Capitolo 14: Promessa mantenuta

L'harem del ladro Libro Tre: L'Harem Appassionato Di The Rogue Parte quindici: Promessa mantenuta Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2018 Nota: grazie a WRC264 per la versione beta di questo. Capitolo quarantatré: Art's Reminder Aingeal - Il principato di Kivoneth, I conflitti di Zeutch Il corpo di vimini del levriero si sgretolò intorno alle nostre anime. Potevo sentire il corpo del povero procuratore disfarsi. La sovralimentazione del martello diamantato gli aveva inviato troppa energia. Il levriero non era un vero e proprio procuratore. Il fumo si alzò, il vimini prese fuoco. Cosa ci succede quando viene distrutto? ho chiesto ad...

1.3K I più visti

Likes 0

Dare piacere a una nonna. cap. 7

Dare piacere a una nonna. cap. 7 Alla fine della parte 6, Brenda ed io avevamo deciso che eravamo decisamente una coppia e l'avevamo festeggiato trascorrendo la notte insieme. Carol era stata molto più vicina a un pene di quanto si fosse aspettata e ora si stava preparando per il salto finale (se perdonate l'espressione). Ora continua a leggere: La vacanza di Carol, parte 3 settembre 2013 Carol arrivò intorno alle 10 del giorno successivo. Sembrava un po' nervosa e le sue prime parole furono pronunciate in modo conciso: Suppongo che voi due siate stanchi. Brenda ha messo un braccio intorno...

895 I più visti

Likes 0

La fantasia di Carla si realizza

Sono entrato nel negozio e ho visto Richard che guardava davvero in basso e gli ho chiesto cosa c'era che non andava. Richard mi ha detto che ha appena scoperto che sua moglie lo tradiva e non sapeva cosa fare. Gli ho detto quanto ero dispiaciuto e l'ho invitato a bere qualcosa e a vedere un film, così mia moglie Carla ed io potessimo pensare a tutto lui. Gli ho detto che i bambini erano dalla zia, così non avrebbe dovuto preoccuparsi di stare con un gruppo di bambini urlanti. Richard bussò alla porta e mia moglie aprì la porta e...

2.4K I più visti

Likes 1

Il visitatore

Il visitatore Lavoro in un bel ristorante vicino a Mt. Rainer in WA. Riceviamo molti turisti in città a causa del paesaggio, quindi sono abituato a incontrare persone da tutto il mondo. Sono piuttosto timido, ma quando sono al lavoro devo essere estroverso e amichevole. A volte è un vero dolore essere amichevoli con alcuni dei visitatori fuori città che vengono qui a mangiare. Ma ieri era diverso. Un signore alto e anziano è entrato nel ristorante per una cena tardiva. Era da solo ed era un tipo tranquillo, ma aveva un bel sorriso. Potrei dire che gli è piaciuto quello...

1.8K I più visti

Likes 0

Sally si sveglia - Capitolo 03

Imparo che bisessuale è così divertente. Possa andare ancora meglio. Il resto della settimana ha seguito lo schema dei due giorni precedenti. Mi ero data a Sid e Sue senza fare domande. Mi piaceva fare e ricevere sesso orale e Sid era un grande amante. Era sabato mattina e Sue ha detto che doveva andare a fare la spesa e che mi sarebbe piaciuto venire. Quando ho detto di sì, ha insistito sul fatto che non indossavo reggiseno o mutandine. Ero un po' preoccupato ma ho accettato di fare come mi aveva chiesto. L'emozione che ho provato indossando solo un abitino...

1.3K I più visti

Likes 0

Mamma che lavora 2

Mi chiamo Becky e se hai letto l'altra mia storia ho un figlio di 17 anni che si chiama Ryan. Dopo di lui ha cercato di ricattarmi per fargli fare un pompino e ha risposto al fuoco, beh, in realtà non è stato così, invece l'ho scopato. io non mi sono descritto molto bene nella prima storia, quindi ecco qualcosa su di me. Sono un avvocato (equity partner), sono di origini italiane e irlandesi decenti con capelli nero scuro sia in alto che in basso, sono 5'7 con una taglia del seno di 32C e una taglia 4 in vita ho...

995 I più visti

Likes 0

Piccola e carina babysitter

Tammy Lovett è entrata in casa mia e mi è quasi venuto duro a guardarle il culetto. Ha un bellissimo culo tondo di 13 anni e tette stranamente grandi per la sua età, una buona coppa D. È entrata in casa mia indossando una minuscola minigonna che mostrava la parte inferiore delle sue dolci chiappe, e una maglietta così attillata che le sue tette vivace stavano quasi aprendo i bottoni. 'Ciao papà!' esclamò. Mi chiama sempre papà, così ha fatto la maggior parte delle persone, e io l'ho sempre chiamata la mia bambina. 'Ehi piccola, Aimee ha dormito presto, dorme nella...

888 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.