Mamma che lavora 2

983Report
Mamma che lavora 2

Mi chiamo Becky e se hai letto l'altra mia storia ho un figlio di 17 anni che si chiama Ryan. Dopo di lui

ha cercato di ricattarmi per fargli fare un pompino e ha risposto al fuoco, beh, in realtà non è stato così, invece l'ho scopato. io

non mi sono descritto molto bene nella prima storia, quindi ecco qualcosa su di me. Sono un avvocato (equity

partner), sono di origini italiane e irlandesi decenti con capelli nero scuro sia in alto che in basso, sono 5'7 "con una taglia del seno di 32C

e una taglia 4 in vita ho anche 42 anni. Mi è stato detto che ho un culo tondo da molti dei miei ragazzi ed ex-

marito.

Ad ogni modo, sto riprendendo un po' dopo che abbiamo finito l'ultima storia; abbiamo passato l'intera settimana a scopare come

coniglietti. L'abbiamo fatto sotto la doccia, in garage, in piscina, dai un nome a una stanza in una casa e probabilmente l'abbiamo fatto

fottuto in esso. Tutto in una settimana, ma ora ci siamo un po' ramificati e proveremo a farlo in luoghi pubblici

più spesso. Ecco la storia della nostra prima volta:

Era sabato e pioveva, quindi Ryan era nella sua stanza quando torno a casa. “Riano! Sono a casa.

Cosa vuoi per cena stasera?" gridai al piano di sopra. "E tu!" Gridò di rimando. Mi sentivo ancora un po'

imbarazzo per quei commenti provenienti da mio figlio, ma mi ha comunque eccitato. “Che ne dici di noi

mangiamo insieme per dessert e usciamo a cena? “Sembra fantastico che ne dici di andare alla bistecca di Red

casa” urlò. Ho risposto “Stavo pensando a qualcosa di più elegante e da qualche parte che nessuno potrebbe riconoscere

noi." Ci fu una leggera pausa nella sua risposta “Umm, suona alla grande. Che ne dici di Tony in città? lui

sembrava eccitato. “Va bene, vado a farmi una doccia. Da solo! E partiremo tra circa un'ora, ok?" io

finito. Mi ha detto che era fantastico.


Ho fatto la doccia e mi sono preparato per la notte. Indosso la mia gonna a righe blu navy con un azzurro

camicetta e reggiseno di pizzo blu. Niente mutandine stasera e dei collant con bretelle trasparenti. Ryan mi aveva detto come

sexy ho guardato in collant e mi ha detto di indossarli quando possibile. La mia figa si stava solo bagnando

pensando di scoparlo stasera. Scesi le scale e c'era Ryan tutto vestito con una bella camicia nera

e pantaloni neri. "Sei bellissima stasera mamma." disse Ryan guardandomi dall'alto in basso. Basta avere i suoi occhi

su di me mi ha eccitato così tanto che avrei voluto inginocchiarmi e succhiargli il cazzo, ma ho aspettato e basta

ha detto “Grazie tesoro anche tu stai benissimo. Siete pronti?"


Ci è voluta circa un'ora per entrare in città e trovare Tony's. È un bel posto piccolo ma con un ottimo menu e

tavoli tranquilli. Siamo stati fortunati e abbiamo trovato un bel tavolo fuori mano nel retro. Ci siamo seduti Ryan non si è seduto

dritto di fronte a me; si è seduto al mio fianco poiché era un tavolo quadrato. «Perché non ti sei seduto di fronte a me?

miele? Qualcuno potrebbe pensare che sia strano che tu sia seduto proprio accanto a me. Ryan sorrise “Non me ne frega un cazzo di cosa

pensano. Non conosciamo nessuno qui.» Mi ha messo una mano sul ginocchio e ha iniziato a farlo scivolare verso l'alto. "Voglio avere

un po' di divertimento mentre eravamo qui se proprio devi conoscere la mamma. Ha finito. Gli sorrisi di rimando, si guardò intorno per fare

sicuro che nessuno stesse guardando e gli diede un grosso bacio.

Il nostro antipasto è arrivato e abbiamo mangiato con una piccola chiacchierata, ma poi dopo che il cameriere ci ha portato via i piatti

mi toccò di nuovo il ginocchio e trasalii un po'. "Non preoccuparti mamma, è solo tuo figlio che sta per fotterti con le dita!" Come

non appena ha detto questo, ha fatto scorrere la mano sulla mia gonna e ha trovato le mie labbra. Allargai un po' le gambe, ero rivolto verso l'esterno

quindi chiunque potesse vedermi non sarebbe in grado di dire che l'ho fatto. Infilò due dita dentro e iniziò lentamente

fottendomi con le dita. "Ti piace quella mamma?" fece una pausa “Ti piacciono le dita di tuo figlio nelle tue

figa?" mi sussurrò all'orecchio e poi mi leccò il lobo dell'orecchio. Sono quasi arrivato lì. "Sì! Adoro avere

le tue dita dentro di me, e non vedo l'ora di avere quel cazzo dentro di me stasera dopo cena. Ho finito di ansimare un po'.


Abbiamo avuto il lusso di poter sentire qualcuno arrivare perché eravamo vicini all'area di preparazione della cucina

dove portano prima il cibo poi nella sala da pranzo. "Perché aspettare fino a dopo cena?" disse andando

più veloce ora dentro e fuori dalla mia figa. “Oh mio Dio, Ryan, sto per venire, per favore, rallenta. Qualcuno

potrebbe sentirci. Finii di afferrare con piacere il lato del tavolo. Ha tirato fuori le dita da me portato

li fino alla mia faccia e mi ha detto di leccarli. L'ho fatto e li ho succhiati finché non abbiamo sentito uscire il cameriere

con il nostro piatto principale.

Abbiamo cenato e mentre aspettavamo nel deserto ho detto a Ryan che dovevo usare il bagno e che lo sarei stato

subito indietro. "Okay mamma. Non metterci troppo tempo. Ryan mi fece l'occhiolino. Dovevo assicurarmi che la mia gonna fosse abbassata

prima che me ne andassi. Mentre percorrevo un piccolo corridoio verso i bagni e quasi mettevo la mano sul

maniglia della porta per aprirla ho sentito qualcuno dietro di me spingermi in bagno. Ho quasi urlato, ma l'ho visto

era Ryan. “Che cazzo stai facendo? Non possiamo fare niente lì dentro è disgustoso ed è piccolo. Più

la gente poteva sentirci”. gli dissi piano, ma severamente. Non ha nemmeno detto niente, ha solo sorriso e mi ha scelto

così il mio culo era sul lavandino. Poi mi ha baciato e ha iniziato a succhiarmi la lingua che mi ha spinto

pazzo. "Sei pronta a farti scopare mamma?" Sussurrò nel mio orecchio mentre mi sollevava la gonna. "Ti voglio bene

piccola, ma fai in fretta che il cameriere tornerà presto con il dessert. uggiolai di piacere. Ha decompresso

i pantaloni e tirò fuori il cazzo.

"Sei pronto per questo?" Lui mi ha chiesto. "Scopami già prima che urli." Gliel'ho detto. Ha bloccato il suo duro

cazzo nella mia figa pelosa e ha iniziato a fottermi come un matto. "Oh cazzo!" Ho urlato. “Zitta mamma ci vuoi

farsi prendere?" disse Ryan in tono beffardo. "Se non fossi così fottutamente grande, potrei non dover urlare." ho detto

tra gemiti. Mi spinse un po' indietro in modo che entrambi potessimo avere una buona visuale del suo cazzo che pompava dentro e fuori

di me. "Dio mio!" gridai di nuovo. Questa volta Ryan mi ha messo una mano sulla bocca e ha pompato più forte.

"Hmmmmmm" è tutto ciò che è uscito dalla mia bocca ovattata. Ryan continuava a scoparmi forte e veloce. "Sto andando a

cum mamma dove lo vuoi? chiese in fretta. A dirti la verità lo volevo nel profondo della mia figa, ma noi

non potevo farlo. Così gli ho detto che l'avrei ingoiato. "Va bene, sto per andare sbrigati a metterti in ginocchio." Lui mi ha detto,

e l'ho fatto. "Succhiami il cazzo mamma." chiese. Ho messo il suo cazzo duro in bocca e ho iniziato a saltellare e

giù su di esso. Dopo circa 10 secondi ha afferrato la parte posteriore della testa e ha speronato il suo cazzo in profondità nel mio

gola facendomi vomitare un po'. Ha sparato il suo carico nella parte posteriore della mia gola e ho iniziato a soffocare di più, ma

ha tenuto il suo cazzo nella mia bocca. L'ha tenuto lì finché non gli ho toccato il lato della coscia per farmi alzare.

"Era brava mamma?" mi ha chiesto Ryan mentre mi lavavo la bocca nel lavandino. “Sì piccola, è stato grandioso, ma

la prossima volta fammi sapere che vuoi farlo così abbiamo tempo e posso venire anch'io. Gliel'ho detto e poi l'ho baciato

e gli metto le braccia al collo. "Io esco prima e poi tu esci qualche istante dopo, ok?" ho detto

lui. Ha accettato e ha fatto quello che ho chiesto. Mi sono appena seduto e poi il dessert è arrivato al nostro tavolo. "Com'è

Tutto quanto?" chiese il cameriere. “Fantastico, tutto è semplicemente meraviglioso.” Gli ho detto che mi sto ancora sistemando i capelli da dove

Ryan l'ha afferrato. Ryan tornò e si sedette al tavolo. Abbiamo mangiato il nostro dessert in completo silenzio.

Dopo cena durante il viaggio di ritorno a casa ho lasciato guidare Ryan dopo che eravamo fuori città. “Sei pronto per andare a casa

o vuoi uscire di più? Lui mi ha chiesto. "Non lo so. Sono un po' stanca, ma potrei uscire se vuoi

a." dissi guardando fuori dalla finestra. "Ho un bel posto che vorrei mostrarti." Disse toccandomi la coscia. io

guardò la sua mano e poi direttamente lui che stava guardando me e il mio cuore e la mia figa si erano appena sciolti

là. “Certo tesoro, ma non troppo occupato, ok? Niente club o altro, non sono dell'umore giusto e sono troppo vecchio per quello

roba adesso. Ho detto. "Non sei troppo vecchia mamma, sembra che tu abbia tra i venti ei trent'anni." Dovevo

ammetto che tutti gli allenamenti e le passeggiate che ho fatto sono stati ripagati, avevo un corpo fantastico per la mia età.

Ryan ha guidato per un'altra mezz'ora ed è arrivato in una zona boscosa dove si poteva vedere quasi tutto

città. "Questo è bellissimo Ryan come hai trovato questo posto." chiesi mentre scendevo dall'auto. “Mamma, ho 17 anni

vecchio perché non dovrei sapere di questo posto. Ha risposto. Ho camminato davanti alla macchina, e prima che Ryan si incontrasse

me è entrato per primo nel bagagliaio. "Sono contento che tu lo tenga nel bagagliaio, mamma." Ha detto stendendo una coperta sul

superiore del cappuccio. “Sì, vecchia abitudine, immagino. Io e tuo padre facevamo spesso picnic e ne tenevo sempre uno dentro

là." Gliel'ho detto. "Beh, quel vecchio stronzo non è più qui, ma io ci sono." Ryan ha detto e poi mi ha baciato e ha posato

io sulla coperta. Mi stavo sdraiando ora e lui si è alzato e ha camminato davanti a me. “Mi dispiace che tu non abbia potuto

cum stasera mamma, e voglio farmi perdonare. Disse mentre mi sollevava la gonna e mi allargava le gambe.

Ha guardato la mia figa pelosa esposta e poi si è tuffato dentro. “Oh cazzo! Oh mio Dio Ryan! Metti la lingua dentro

padre, e usa le dita”. Ho urlato. "mmhhmhmhh" è tutto quello che poteva dire. Ha continuato a farlo e ho guardato in basso e

l'ho visto che mi guardava la sua lingua leccare il mio clitoride e la sua mano entrare e uscire dalla mia figa,

Si fermò proprio prima che stavo per venire. “Perché cazzo ti sei fermato. Continua così Ryan stavo per

venire. Dannazione!" Ero furioso con lui, ma mi ha appena guardato e mi ha tirato le gambe verso di me e

esposto il mio buco del culo, e ha iniziato a leccarlo, e ancora una volta non so come ha fatto, ma mi ha toccato finché non ho

è venuto mentre lo faceva. “Ohhh cazzo!! Oh cazzo! Oh cazzo! continuavo a urlare. Dopo che sono arrivato si è fermato e mentre giacevo

sul cappuccio ancora mi girò su un fianco, allargò il mio culo e spinse la testa del suo cazzo nel mio

Stronzo. "Ahhhh" dissi a denti stretti. "Vuoi il mio cazzo nel tuo culo mamma?" chiese solo spingendo

il suo cazzo un po' più in profondità. “Oh sì, fottimi il culo, tesoro. Scopami il culo forte e veloce. Gli ho detto, e come io

finito l'ultima parola. Ha speronato il suo cazzo in profondità nel mio buco del culo. “Oh mio fottuto DIO!! Sisss! Riempi il mio

stronzo con il tuo cazzo Ryan. Ho urlato. Tutto quello che faceva era grugnire. Potevo sentire le sue palle che mi colpivano il culo.

Mi ha girato in modo che le mie gambe fossero a terra ora e le mie mani erano sul cofano della

macchina. “Oh, per favore, Ryan, rimetti il ​​tuo cazzo nel mio piccolo buco del culo. Ne ho bisogno per favore!!” L'ho supplicato di farlo

Continua. Prima di farlo, però, mi ha tirato indietro i capelli, il che mi ha fatto sollevare il petto dal cappuccio; e

con ciò mi ha aperto la camicetta e mi ha tirato fuori le tette.

“Per favore, Ryan, puoi giocare con le mie tette quanto vuoi, ma per favore infila quel tuo grosso cazzo nel mio

stronzo adesso. Ho urlato. Mentre mi afferrava la tetta con una mano, con l'altra mi rimetteva il cazzo nel culo. "Oh

cazzo sì!!” Ho urlato più e più volte. Continuava a giocare con le mie tette ea massaggiarmi i capezzoli. Sono venuto così difficile che io

iniziato a tremare un po'. Dopo che ho finito di venire sul cazzo di Ryan, l'ha tirato fuori e mi ha spinto sul mio

ginocchia. "Succhiami il cazzo mamma." Lui mi ha detto. Ho afferrato il suo cazzo e ho iniziato a succhiarlo e leccarlo. Poi sono andato a

le sue palle e me le infilò in bocca mentre mi strofinavo la figa fradicia. “Sto per venire mamma, mettilo

dove lo vuoi”. Lui gridò. Ho infilato di nuovo il suo cazzo duro nella mia bocca e ho iniziato a ingoiarlo fino in fondo

punto di vomitare, ma non l'ho fatto. “Sto per venire mamma! Ahhhh.” Ha urlato e ho tirato fuori il suo cazzo e lui

ha sparato il suo carico su tutta la mia faccia. "È stata fottutamente fantastica mamma." Ryan me l'ha detto.
Mi sono alzato da terra e mi sono ripulito con la coperta e poi Ryan ha fatto lo stesso. Era molto

grande serata, e durante il viaggio verso casa gli ho fatto un altro pompino. Non pensavo davvero che i ragazzi potessero reggere così tanto

sperma. Potrei essere intelligente, ma Ryan mi ha dimostrato che non sapevo tutto. Quella notte abbiamo passato la notte a tenerci

l'un l'altro. Nei mesi successivi abbiamo fatto molte più cose da viaggio del genere, ma Ryan ha avuto una grande sorpresa

io un giorno. Fammi sapere se vuoi ascoltare la prossima storia. Vi voglio bene ragazzi: Becky!

Storie simili

La fantasia di Carla si realizza

Sono entrato nel negozio e ho visto Richard che guardava davvero in basso e gli ho chiesto cosa c'era che non andava. Richard mi ha detto che ha appena scoperto che sua moglie lo tradiva e non sapeva cosa fare. Gli ho detto quanto ero dispiaciuto e l'ho invitato a bere qualcosa e a vedere un film, così mia moglie Carla ed io potessimo pensare a tutto lui. Gli ho detto che i bambini erano dalla zia, così non avrebbe dovuto preoccuparsi di stare con un gruppo di bambini urlanti. Richard bussò alla porta e mia moglie aprì la porta e...

2.4K I più visti

Likes 1

Giugno e luglio (2° tentativo)

Erano le 18:30 di venerdì sera quando sono tornato a casa dal lavoro. Girovagavo per casa alla ricerca di July, mia moglie da 10 anni. C'era una grande casseruola che cuoceva lentamente sul fornello. Era un buon segno. Alla fine sono uscito sul retro della casa nella nostra zona piscina. Là su due poltrone c'erano July e la sua cara amica June, entrambe completamente nude. “Cosa sta succedendo?”, ho chiesto. “June ha rotto con il suo ragazzo. Le ho detto che può trasferirsi qui, con noi. Abbiamo discusso su come potrebbe funzionare. Oh! E cosa ti sei inventato? Bene. Ho iniziato...

1.9K I più visti

Likes 0

Trovare il maestro

Trovare il maestro Prima parte Ci siamo incontrati online, come fanno tante persone in questi giorni. Era un sito di social per adulti, ed era lì che definivo la mia persona online e mi liberavo finalmente dal nascondere le mie preferenze sessuali. Mi ha stupito che ci fossero così tanti uomini in cerca di una donna come me, ma sono rimasto anche sbalordito nello scoprire, mentre parlavo con molti di loro, che non avevano idea di come gestirmi correttamente. L'uomo di nome Wolf, con i lunghi capelli scuri, la barba folta e i luminosi occhi verde giada, conosceva il modo giusto...

1.9K I più visti

Likes 0

Nurse Mom - Capitolo 9 - La mamma si unisce alla zia Pam

Girai la testa e vidi la mamma seduta sulla poltrona in un angolo. Pam ha girato la testa di scatto e si è bloccata quando ha visto la mamma lì, completamente nuda e che si toccava. La mamma aveva un grande sorriso sul viso e ha detto che non poteva trattenersi mentre continuava a far scorrere le dita sul suo gattino. Pam iniziò a farsi prendere dal panico e cercò di alzarsi da me, ma io tenni una presa salda sui suoi fianchi larghi e la tenni giù, piantata sul mio cazzo. Non riuscì a dire una parola, semplicemente arrossì quando...

2.3K I più visti

Likes 0

College Town – Parte 4 – Ragazzi cattivi

Adam riusciva a malapena a guardare Jess che era seduta sul letto coperta dallo sperma di un altro uomo. Si sedette sul bordo del letto chiedendosi perché non fosse ancora fuggito dalla stanza mentre grosse gocce bianche del succo di Jason rotolavano dalla fronte della sua ragazza, lungo i lati del suo naso, e nel suo occhio sinistro. Non era del tutto sicuro se la sua ragazza avesse avuto intenzione di umiliarlo o se fosse stata semplicemente presa dal momento e avesse detto e fatto cose che non avrebbe dovuto fare. I suoi pensieri furono interrotti mentre lei parlava. Distendersi. Jess...

1.9K I più visti

Likes 0

Un'estate con la mia sorellastra Mary, parte 2

Sembrava che ci fosse voluta un'eternità prima che la mia matrigna se ne andasse, ma quando finalmente lo fece, ci guardammo entrambi e Mary mi fece il sorriso più carino, chiedendomi se ero pronta a finire di mettere quella lozione. Uscimmo e lei si tolse il top lentamente, timidamente, come se fosse imbarazzata dalle piccole dimensioni delle sue tette. A me sembravano la perfezione, piccoli, appuntiti, con minuscoli capezzoli rosati che spuntavano fuori. Le ho detto che erano belli, al che ha fatto un grande sorriso e si è sdraiata sulla sedia, di nuovo a pancia in giù. Avrei voluto toccarli...

2K I più visti

Likes 2

Cane fortunato Ch5: Finire Tammy

Cane fortunato Ch5: Finire Tammy Tammy uscì dal bagno avvolta in un asciugamano. Si era asciugata la maggior parte del sangue e si era sborrata via dal corpo. Aveva perso il suo gioco preferito. Doveva solo scopare il primo ragazzo che aveva incontrato e restare con lui per un po'. Forse avrebbe seguito il consiglio della sua amica e avrebbe trovato un affidabile sei pollici. Si sedette su una sedia in cucina con un bicchiere di latte davanti a sé. Il cane era stato rude e brutale, ma lei pensava che fosse qualcosa che le sarebbe piaciuto in un essere umano...

2.1K I più visti

Likes 1

SESSO DI CRAIGSLIST

Questa è la mia prima storia quindi dimmi cosa dovrei fare meglio la prossima volta!! Anche questa è una storia vera spero vi piaccia!! Quando avevo 18 anni stavo molto nell'armadio. Nessuno nella mia scuola sapeva che ero bisessuale e il fatto che tutto il giorno avrei sognato e fantasticato di avere un cazzo in bocca. Prima di raccontarvi la storia lasciate che vi parli un po' di me. Ho 18 5'7 140 e sono in forma atletica considerando che ho lottato; ma questa è una storia per un'altra volta ;). Inoltre ho un grosso cazzo nero da 8 pollici. Ma...

1.9K I più visti

Likes 0

Quattro anni dopo la pesca del tonno

Ora è l'inverno del 2009, quasi cinque anni dal nostro grande viaggio di pesca. Potresti aver letto la mia storia su una battuta di pesca del tonno in cui mia moglie era malata ed è rimasta a casa e ho portato un paio di nostri amici a pescare. È stato durante quel viaggio che mi ha detto che si era interrogata sul mio cazzo dai tempi del college molti anni fa. Noi tre abbiamo finito per fare del sesso fantastico sulla mia barca nell'oceano. Nessuno di noi ha mai parlato di quel giorno per quasi cinque anni, cioè fino ad oggi...

2K I più visti

Likes 0

Fantasia realizzata

FANTASIA REALIZZATA Stava soffrendo. Se l'è meritata. Era stata sciocca, i suoi desideri avevano annebbiato il suo buon senso e l'avevano portata ad agire impulsivamente. Lo aveva incontrato online e anche se fin dall'inizio il suo istinto le diceva che poteva essere pericoloso, ma quando le ha descritto come l'avrebbe usata ha eccitato il suo desiderio masochista e lei non ha potuto resistere alla tentazione. Quindi era andata dove lui le aveva detto e poi aveva fatto quello che lui le aveva detto di fare. “Quando arriverai lì vedrai un furgone nero. Apri le porte posteriori, sali, chiudi le porte. Sul...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.