Tarda Serata Parti 2 e 3

383Report
Tarda Serata Parti 2 e 3

Parte 2

La mattina dopo la serata a sorpresa con Delia, Judy non ha menzionato quello che era successo e non sembrava interessata a parlarne. Dopo averla vista godersi il sesso in modo così lascivo, speravo e mi aspettavo che la nostra vita sessuale fosse cambiata in meglio. Più tardi la mattina dopo che si era fatta la doccia, i bambini avevano mangiato ed erano stati a un torneo di calcio tutto il giorno con il nostro vicino, sono andato dietro a Judy in cucina e ho spinto il mio cazzo duro contro il suo culo e ho allungato la mano per accarezzarle le tette. Da quando mi ero svegliato, ero più che pronto a scopare di nuovo e non riuscivo a smettere di pensare a quello che era successo. Mi sentivo come se stessi per iniziare a venire solo a pensarci.

Ma non appena ho messo le mani su Judy, si è irrigidita e ho capito che non era interessata a scopare. È rimasta lì immobile e mi ha chiesto cosa stavo facendo. Ho detto "Sto giocando con le tue splendide tette e voglio davvero fotterti il ​​cervello in questo momento". Ha detto "Perché?" e io ho risposto dicendole quanto fosse sexy. Ho detto: "Sono super eccitato e ho davvero bisogno di scoparti in questo momento. Ho davvero, davvero bisogno di scendere". Ha detto che non era dell'umore giusto. Ero davvero deluso dal fatto che nulla fosse cambiato: di solito ero "dell'umore giusto" e lei non lo era mai. Stessa vecchia storia.

Questa volta, però, ero così agitato che ho deciso di rischiare. Ho lasciato andare Judy e mentre si girava, ho tirato fuori il mio cazzo e ho iniziato ad accarezzarlo mentre la guardavo. Si appoggiò al bancone e cominciò quasi a ridere. Ero un po' imbarazzato, ma dal momento che a volte ho picchiato di fronte a lei (purtroppo, a volte passa per "sesso" con noi), non era completamente nuovo. La novità era che l'ho appena tirato fuori in pieno giorno. Non mi importava, però, perché dopo la scorsa notte le cose erano cambiate nella mia mente e sapevo che Judy aveva un po' di energia sessuale nascosta nel profondo.

Quindi, ho continuato a picchiarmi mentre Judy mi guardava. Sono rimasto sorpreso dal fatto che non sia semplicemente uscita, e se l'avesse fatto, avrei continuato ad andare avanti fino a quando non avessi fatto esplodere il mio carico. Judy aveva di nuovo quello sguardo disinteressato sul viso, ma non mi importava. Stavo guardando le sue tette ben proporzionate sotto la maglietta. Dal momento che non si era ancora presa la briga di indossare un reggiseno, non c'era molto da immaginare.

Mi stavo davvero agitando e ho allungato la mano per accarezzare una delle sue tette. Lei si è allontanata ma io ho insistito e ho continuato a spremere le sue tette. Ho notato che i capelli intorno alla base del mio albero e le mie palle erano ancora croccanti per aver scopato Delia la sera prima. Mentre battevo con la mano destra, ho preso la mano sinistra dalla tetta di Judy e ho iniziato a stringere un po' le palle. Ho provato a convincere anche Judy a farlo, ma si è tirata indietro.

Ho detto a Judy quanto fosse sexy. Guardando la mia mano sinistra, ho detto: "Ora la mia mano è ricoperta dalla crosta della figa di Delia". Judy ebbe un'espressione sorpresa sul viso. Ho continuato ad accarezzare e ho detto "Lo sento l'odore - puoi? Riesci a sentire l'odore della figa di Delia?" Judy sembrava completamente congelata. Le ho chiesto di nuovo se poteva annusare la figa di Delia e tutto ciò che ha fatto è stato scuotere lentamente la testa. Mentre continuavo ad accarezzarmi il cazzo, ho preso la mia mano sinistra e le ho passato le dita sotto il naso. Annusò involontariamente, e poi le accarezzai il viso con la mia mano sinistra incrostata. Judy ha iniziato a tremare un po' e io accarezzavo sempre più forte. Poi ho infilato il mio dito indice tra le labbra chiuse della sua bocca e ho fatto scorrere la punta lungo l'interno delle sue guance.

Ho preso la mia mano dalla sua bocca e l'ho rimessa sulle mie palle e sull'asta e ho ottenuto un po' di crosta e poi ho messo le punte di tutte e quattro le dita nella sua bocca e le ho fatte scorrere sulla sua lingua. Non li ha leccati indietro, ma non stava nemmeno cercando di scappare. Potevo anche vedere che i suoi capezzoli si erano induriti sotto la sua maglietta. Mi stavo avvicinando molto a venire così le ho alzato la maglietta e ho ricominciato a giocare con le sue tette. Questa volta non si è tirata indietro e le ho detto di sedersi sulla sedia vicino al bancone. Le ho fatto alzare la maglietta e poi sono andata avanti e ho iniziato a scoparle le tette. Ho avuto un po' più di crosta sulle dita della mia mano sinistra e le ho fatte scivolare nella sua bocca mentre prendevo il mio cazzo dalle sue tette e iniziavo a sborrarci sopra.

Quando ebbi finito, iniziò ad alzarsi per potersi ripulire. L'ho fermata e poi le ho tirato giù la maglietta sulle tette ricoperte di sperma. Ha detto "Cosa stai facendo? Questa è una camicia pulita!” Ho appena spremuto le sue tette in modo che lo sperma si sia inzuppato tutto nella maglietta e nelle tette insieme e ho detto "Voglio che tu lo indossi tutto il giorno oggi. Non cambiarlo." Ha detto: "Di cosa stai parlando, non avrò il tuo sperma sul mio petto tutto il giorno!" Ho detto, "allora chiama Delia e lei può leccarlo via da te". Mi ha guardato con aria rassegnata ed è uscita dalla cucina.

Parte 3

I bambini sono stati via la maggior parte della giornata al loro torneo di calcio e non sono dovuti tornare a casa fino a poco prima di cena verso le 17:00. Gironzolavo per casa tutto il giorno facendo alcune delle solite faccende domestiche del fine settimana e poi guardavo un po' di TV dopo aver fatto la doccia. Non avevo parlato molto con Judy da quando le sono venuta sulle tette, ma indossava ancora quella maglietta macchiata di sperma. Lo sperma si era asciugato, ma era ancora abbastanza visibile e Judy non indossava ancora il reggiseno. Sono rimasto un po' sorpreso che lo indossasse ancora, a dirti la verità, perché non è una che si adegua così facilmente.

La partita che stavo guardando in TV è finita ed erano solo le 16:00 circa. Non ero sicuro di cosa fare dopo ed ero seduto sul divano quando Judy passò con un carico di biancheria pulita pronta per essere riposta. Scese nel corridoio e dopo pochi minuti decisi di andare a salutarla. Quando sono entrato nella nostra stanza, lei era nell'armadio con la mano in alto per mettere via della biancheria. La sua schiena era inarcata e tutto il suo corpo era esteso, con la maglietta che si alzava per rivelare il fondo della sua schiena. Dato che era una calda giornata primaverile, indossava dei pantaloncini corti da ginnastica che sembravano davvero sexy sul suo corpicino snello.

La vista delle sue tette cadenti in una maglietta ricoperta di sborra mentre indossava quei pantaloncini era uno spettacolo fantastico. E, dal momento che ero ancora in uno stato di iperconsapevolezza sessuale dopo la scorsa notte e questa mattina, ho deciso ancora una volta che avevo bisogno di un po' di sollievo in quel momento. Entrai nell'armadio e, poiché Judy era in piedi su uno sgabello per raggiungere gli scaffali superiori, il suo culetto carino era bello e alto. Ho appena allungato la mano e ho fatto scivolare la mia mano tra le sue chiappe e le mie dita si sono posate sulla sua figa. Lei sobbalzò un po' per la sorpresa, ma inaspettatamente rimase immobile lì in piedi.

Incoraggiato, ho fatto scivolare la mia mano dal basso verso l'alto nei suoi pantaloncini e ho fatto scivolare il mio dito sotto le sue mutandine. Di nuovo con mia sorpresa, era già un po' bagnata. L'ho infilato in un dito ed è scivolato molto facilmente. Troppo facile - deve essersi sbattuta un attimo fa senza che io lo sapessi! Ho fatto scivolare in un altro e ha appena iniziato a sgropparmi sulle dita e venire. L'ho tirata giù dallo sgabello, l'ho piegata su di esso e ho iniziato a scoparla alla pecorina. Di solito, avrebbe resistito a quella posizione, ma non ora. Come me, aveva solo bisogno di farsi scopare e di farsi scopare ORA. L'intensità pura e pura è stata fantastica e sono arrivato dopo solo pochi minuti. Dopo aver ripreso fiato, l'ho girata e l'ho abbracciata. Mi ha ricambiato un piccolo abbraccio e poi è andata a cambiarsi i vestiti prima che i bambini tornassero a casa.

Storie simili

Un'estate con la mia sorellastra Mary, parte 2

Sembrava che ci fosse voluta un'eternità prima che la mia matrigna se ne andasse, ma quando finalmente lo fece, ci guardammo entrambi e Mary mi fece il sorriso più carino, chiedendomi se ero pronta a finire di mettere quella lozione. Uscimmo e lei si tolse il top lentamente, timidamente, come se fosse imbarazzata dalle piccole dimensioni delle sue tette. A me sembravano la perfezione, piccoli, appuntiti, con minuscoli capezzoli rosati che spuntavano fuori. Le ho detto che erano belli, al che ha fatto un grande sorriso e si è sdraiata sulla sedia, di nuovo a pancia in giù. Avrei voluto toccarli...

342 I più visti

Likes 0

Troppo perfetto per lasciar perdere [Capitolo due]

In seguito ci addormentammo entrambi per un paio d'ore. Mi sono svegliato e lei era ancora lì a dormire accanto a me. Rimasi lì a fissare il soffitto per alcuni minuti, sentendomi come se fossi entrato in una realtà alternativa in cui tutte le mie sporche fantasie da vecchio si erano appena avverate. Lo ammetto, anch'io mi sentivo un sacco di merda, ma mi ha praticamente saltato le ossa. Cosa avrei dovuto fare? Era fumante, e io sono solo un uomo dopo tutto. Passarono alcuni minuti prima che si svegliasse. La guardai intensamente mentre batteva il pisolino pomeridiano dai suoi occhi...

273 I più visti

Likes 0

Emilia

La mia prima storia, per favore non essere troppo duro con me :3 *********** Emilia era in piedi in uno degli archi delle finestre dell'edificio che stava visitando. Il gruppo non era troppo avanti e non pensava che si sarebbe persa se avesse dato una rapida occhiata fuori dalla finestra. Era in India, viaggiava da sola, o da sola come potrebbe essere una donna incinta. Stava appena iniziando a mostrarsi e la maggior parte dei suoi vestiti nascondeva ancora la protuberanza. C'era un passo dietro di lei ed Emilia pensava che fosse la guida turistica. Si voltò per scusarsi ma fu...

206 I più visti

Likes 0

I Ragazzi ritornano!

I ragazzi tornano! Ci è voluta una settimana per organizzare un momento reciprocamente gradevole in cui Brad e Mike tornassero per un altro incontro con mia moglie Beth. L'ultima volta che i ragazzi sono stati qui, Beth si è divertita moltissimo e non vedeva l'ora di ripetere l'esibizione. Mi aveva persino detto che li avrebbe portati direttamente in camera da letto dove avrebbero potuto davvero farlo. Sono rimasto un po' sorpreso quando sono andato ad aprire la porta. C'erano Brad, Mike e altri due bei ragazzi. Brad mi ha indotto da Chad e Dan, che avevano entrambi 18 anni, e ha...

146 I più visti

Likes 0

Quattro anni dopo la pesca del tonno

Ora è l'inverno del 2009, quasi cinque anni dal nostro grande viaggio di pesca. Potresti aver letto la mia storia su una battuta di pesca del tonno in cui mia moglie era malata ed è rimasta a casa e ho portato un paio di nostri amici a pescare. È stato durante quel viaggio che mi ha detto che si era interrogata sul mio cazzo dai tempi del college molti anni fa. Noi tre abbiamo finito per fare del sesso fantastico sulla mia barca nell'oceano. Nessuno di noi ha mai parlato di quel giorno per quasi cinque anni, cioè fino ad oggi...

381 I più visti

Likes 0

Rito di passaggio

Rito di passaggio Capitolo 1 Le gambe della sorella di Jimmy Smith erano gettate su ciascuna delle sue spalle mentre si spingeva con forza nel suo stretto tunnel. Guardando in basso, poteva vedere la schiuma bianca che ricopriva il suo cazzo e il morbido castano lanuginoso dei suoi peli pubici. L'aria si riempì dei suoni squishy del suo cazzo che martellava la sua succosa figa bagnata. I suoi piccoli seni volavano avanti e indietro. I suoi capelli castani lunghi fino alle spalle circondavano il suo viso sudato. I suoi occhi si fissarono su quelli di lui, la sua bocca aperta con...

308 I più visti

Likes 0

Fallout Quattro Futanari

Fallout Quattro Futanari Eccolo, Jalbert Brothers Disposal, ha detto Brand. Paige Carter, alta, snella, con gli occhi grigi e corti capelli biondi, strinse più forte il suo fucile automatico mentre guardava su per la collina, verso gli edifici sgangherati e frammentari e le pile di rottami. Guardò la sua squadra di predoni con uno sguardo dubbioso. Brand era in piedi con il binocolo fissato sul posto, il revolver calibro 44 nella fondina all'anca, quasi nascosto dall'armatura a punte che indossava. Era stoico e calmo, per la maggior parte; una dipendenza psicotica lo ha fatto esplodere di rabbia in alcune occasioni. Dietro...

311 I più visti

Likes 0

La grande avventura di Trento

L'avventura di Trento capitolo due Nel trailer ho bevuto una birra per pensare a ciò a cui avevo appena assistito. Controllando il mio orologio ho calcolato che Jeff, Regina e Khan ci stavano lavorando da più di quaranta minuti. Accidenti, la sua povera figa deve essere dolorante per non parlare del suo culo e della sua gola. Aveva appena preso il cazzo di Jeff e Khan in ogni buco, anche se il cazzo alla pecorina non le penetrava il culo come ha fatto Jeff. Quando ero fuori nella proprietà ho cercato di non prendere il mio telefono. Avevamo un servizio cellulare...

185 I più visti

Likes 0

Betty tettona

Storia di Fbailey numero 489 Betty tettona Avevo incontrato Betty solo di recente. I primi due tempi furono relativamente brevi e frettolosi. Tuttavia, la terza volta è stata un incantesimo. Non eravamo soli ma siamo riusciti a trascorrere un'ora o giù di lì nella stessa stanza. Mia moglie era lì con me così come un amico comune. Suo marito e due figli erano in un'altra stanza, ma di tanto in tanto entravano in cucina per un momento o due e poi si ritiravano in cose più grandi e migliori come i videogiochi e la televisione. Betty è quella che Internet chiama...

92 I più visti

Likes 0

Giugno e luglio (2° tentativo)

Erano le 18:30 di venerdì sera quando sono tornato a casa dal lavoro. Girovagavo per casa alla ricerca di July, mia moglie da 10 anni. C'era una grande casseruola che cuoceva lentamente sul fornello. Era un buon segno. Alla fine sono uscito sul retro della casa nella nostra zona piscina. Là su due poltrone c'erano July e la sua cara amica June, entrambe completamente nude. “Cosa sta succedendo?”, ho chiesto. “June ha rotto con il suo ragazzo. Le ho detto che può trasferirsi qui, con noi. Abbiamo discusso su come potrebbe funzionare. Oh! E cosa ti sei inventato? Bene. Ho iniziato...

417 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.