Trasformazione_(1)

980Report
Trasformazione_(1)

Samantha pensò alla sua posizione attuale. Era legata su tutti e 4 un collare rosa intorno al collo. Un vibratore pulsante molto grande e spesso nella sua fica un tempo stretta. Nel suo culo c'era la sua nuova coda. Era nero lungo circa 2 piedi e la faceva sembrare una graziosa ragazzina pony. Al suo padrone piaceva che fosse una ragazza pony. Lei ci ha pensato. Un anno fa in quel momento non sapeva cosa fosse una ragazza pony. Era ancora una sottomessa da quando poteva ricordare, ma non l'aveva mai vista prima. Gli piaceva farla saltellare come un pony e persino trattarla come un pony. Era troppo piccola per lui per cavalcarla, ma non l'ha mai spinta a farlo. Sentì iniziare un altro orgasmo. Sarebbe già stato il suo quarto orgasmo della giornata ed era un altro grande. Costringendola a spruzzare il suo succo di ragazza nella pozzanghera in crescita tra le sue gambe.
Sentì dei passi che le dicevano che il suo padrone stava arrivando. Sperava che sarebbe stato contento di lei, aveva fatto come le aveva insegnato e tratteneva la mostruosità vibrante nella sua fica, non permettendole di cadere durante i suoi numerosi orgasmi. “Ciao, mio ​​animaletto. Ah vedo che hai fatto un casino. Di questo dovremo occuparci in seguito. Per ora hai dei visitatori. Lei lo guardò ma era nuova di non parlare ancora. Aveva dure punizioni per quando lei disobbediva a quell'ordine. "Vediamo quanto è disordinato il buco del mio animaletto, vero?" Prima lo spinse più a fondo dentro di lei costringendolo a vibrare contro la sua cervice facendola piagnucolare. Poi lentamente tirato fuori dalla sua figa. La sua figa emetteva un rumoroso suono lascivo mentre veniva rimossa e una volta vuota lentamente riacquistava la sua forma. Ha piagnucolato di nuovo quando è stato finalmente rimosso e il suo padrone ha risposto "Va bene troia, si riempirà molto in un po'."
La slegò, le fece scattare un guinzaglio al colletto rosa e la condusse fuori in soggiorno. Il suo soggiorno era stato riorganizzato e un tavolo allestito al centro della stanza. Il Maestro aveva inchiodato delle staffe al suo tavolo che avrebbero tenuto su i suoi piedini e sul tavolo aveva anche messo delle lenzuola sul tavolo e dei cuscini. Il Maestro allora la sollevò delicatamente e posò la sua piccola figura sul tavolo e le spinse indietro il petto costringendola a sdraiarsi. Poi le disse di scivolare giù in modo che il suo culetto fosse sul bordo del tavolo. Le appoggiò i piedi nelle staffe allargandole le gambe. "Dose la troia desidera sapere cosa le succederà?" Lei annuì in silenzio. "La troia può parlare se lo desidera".
"Grazie signore cosa succederà questo è uno strano modo per prepararmi per i visitatori?" chiese timidamente. "Non che questa troia stia comunque mettendo in discussione i metodi dei maestri" aggiunse rapidamente.
Il suo padrone la guardò amorevolmente “La tua troia destra, questo non è il modo normale per prepararti, ma poi di nuovo questa non è una visita normale. Sarai sottoposto a una sorta di esame che temo sarà molto doloroso per te sopportare. Il resto dovrai aspettare per scoprirlo. Con ciò le fece l'occhiolino, le schiaffeggiò il sedere e iniziò a legarla al tavolo. Fece passare un'ampia cinghia sul suo stomaco sottile, le legò le mani al tavolo accanto alla sua testa e le mise in bocca un pezzo di metallo avvolto strettamente in pelle. Quindi ha inserito le clip per il naso nelle sue narici e le ha legate a un gancio per gli occhi sopra la sua testa impedendole di muovere la testa. Soddisfatto che non potesse muoversi affatto, fece un passo indietro e l'ammirò. I suoi capelli castani sparsi intorno alla testa le davano l'impressione di avere un'aureola. I suoi piccoli seni si alzano e si abbassano lentamente ad ogni respiro. I suoi piccoli capezzoli puntati dritti in aria. Le sue cosce bianche tremavano per la tensione esercitata sui suoi tendini necessari per mantenere le sue gambe nella posizione attuale. Sì, rifletté tra sé che aveva una pony girl molto deliziosa e quasi si sentiva male per quello che stava per fare. Ma l'aiuterebbe, costruirebbe la sua tolleranza al dolore e la trasformerebbe in una vera troia.
Detto questo andò ad aprire la porta della cucina facendo entrare i 4 ragazzi nel soggiorno. “Ok signori vi ho già detto cosa cerco, conoscete le regole e siete stati tutti ricompensati per questo. Ti do Kate.
La guardarono e sorrisero, aveva detto loro esattamente quello che voleva e loro l'avrebbero fatto per lui. Il primo uomo, un medico sulla quarantina, si è avvicinato a Kate e le ha fatto scorrere un dito lungo la coscia fino al morbido tumulo, ha strofinato la mano su di esso e ha inserito viscosamente 3 dita in profondità nella sua fica bagnata già tesa. Sapeva di non dover gridare, ma si limitò a piagnucolare mentre la sua figa appena aperta veniva nuovamente allargata. La sua figa iniziò presto ad aprirsi e lui le inserì un 4° e presto un 5° dito. Pochi secondi dopo li tirò fuori appallottolando il pugno e spinse il suo pugno appallottolato nella sua figa allentata attirando un altro gemito da lei intorno al suo morso. Ha pompato dentro e fuori il pugno un paio di volte assicurandosi che la sua fica sarebbe rimasta aperta per un po', poi l'ha tirata fuori. Tirò fuori uno speculum dalla sua borsa e lo spinse profondamente dentro di lei. Ha gridato mentre urtava contro la sua sensibile cervice non protetta e lui ha iniziato lentamente a esprimersi per assicurarsi che sarebbe rimasta aperta per dopo. Ha quindi iniziato a torcere e pizzicare il clitoride della troia finché non è diventato duro e una sfumatura di rosso arrabbiato. Quindi, producendo un ago, lo fece scivolare rapidamente attraverso il cappuccio, facendo urlare Kate in agonia. Poi tolse rapidamente l'ago solo per sostituirlo con un anello. Quindi lo ha rapidamente saldato facendolo diventare una parte permanente del suo corpo. Ha ripetuto il processo due volte in ogni labbro della fica lasciandola con 5 anelli d'oro lucenti nella sua fica ora molto dolorante.
Mentre lo faceva, uno degli altri ragazzi ha dato ai suoi capezzoli lo stesso trattamento, finalmente penetrando entrambi. Hanno fatto un passo indietro rispetto alla prima parte. Il suo padrone vide le lacrime sulle sue guance e andò a calmare il suo nuovo pony. “Shhhhhh va bene dopo questo ti farò sentire meglio. Adorerai i tuoi nuovi piercing. Mentre lo diceva, asciugò lentamente le lacrime dalle sue guance e fece cenno agli uomini di continuare. Dopodiché i nuovi anelli di Kate sono stati legati a un grosso palo parallelo al suo corpo e sospeso sopra di lei tirando le labbra della fica e provocando i capezzoli dal suo corpo. Gemette per questo nuovo dolore, ma sopportò. Il prossimo è stato il terzo uomo che è venuto con la sua borsa e si è seduto tra le gambe di Kate e ha aperto la sua borsa. Tirò fuori una pistola per tatuaggi e iniziò lentamente a incidere il tatuaggio desiderato sulla parte superiore della sua fica. 15 minuti dopo aveva finito. Il nuovo tatuaggio diceva "Proprietà del padrone" a grandi lettere rosso sangue. Ha applicato l'unguento su di esso e ha posizionato l'involucro di plastica sulla parte superiore e l'ha fissato con nastro adesivo per prevenire l'infezione e si è trasferito al suo compito successivo. Su ognuna delle sue tette ha scritto con le stesse lettere in stampatello rosso sangue "My Pony". Una parola su ogni tetta. Soddisfatto del lavoro ha applicato anche a quelli la pomata e la pellicola trasparente. "Ok, abbiamo finito, è proprio come avevi chiesto."
“Grazie signore e come compenso potete usarla tutti come abbiamo concordato” disse il maestro guardando la sua piccola Kate sapendo che non era mai stata condivisa nella sua vita e mai a pagamento. Sembrava inorridita e si contorceva, ma i suoi nuovi piercing e la sua stretta schiavitù impedivano molti movimenti. I suoi piedi sono stati rimossi dalle staffe e legati al palo sopra il suo corpo ei ragazzi si sono messi al lavoro su di lei. Il suo morso è stato rimosso e il dottore le ha lentamente nutrito il suo cazzo centimetro dopo centimetro nella sua bocca finché non le è arrivato alla gola. Poi spingendo lentamente la costrinse a gola profonda. Mentre lo faceva, il tatuatore ha tirato fuori il suo grosso cazzo, ha rimosso lo speculum e ha fatto scivolare il suo cazzo da 10 pollici nella sua fica fradicia. Con entrambi che andavano contemporaneamente, è stata spinta tra i 2 avanti e indietro tirando i suoi nuovi piercing. Gemeva ad ogni spinta e ad ogni fitta di dolore mentre i suoi piercing venivano tirati.
"Ehi, questa troia è fantastica." Dissero entrambi gli uomini quasi all'unisono mentre si avvicinavano al culmine. "Sbrigati, vogliamo provare anche lei e dobbiamo ancora fare l'ultima piccola sorpresa per lei."
Gli uomini hanno finito e hanno riempito il corpo della piccola Kate di sperma facendola soffocare mentre il dottore le sparava in gola. Si sono tirati fuori e gli altri 2 uomini li hanno sostituiti e hanno iniziato a scoparla. Dopo pochi minuti il ​​ragazzo le ha fottuto rapidamente la fica lamentandosi di quanto fosse allentata e l'ha tirata fuori e gliel'ha infilata nel culo. Gemeva e si contorceva mentre il suo culo veniva violato per la seconda volta quel giorno. Entrambi gli uomini hanno raggiunto rapidamente l'orgasmo e le hanno riempito il corpo di altro sperma.
Il padrone è andato dalla sua schiava e di nuovo le ha asciugato le lacrime dal viso e le ha baciato la fronte dicendole che brava piccola troia si sta comportando e che è quasi finita. "Solo un'altra cosa, poi potrai fare un bel bagno per ripulirti e lenire il tuo corpo dolorante." Detto questo, gli uomini che si erano riuniti attorno al tavolo iniziarono a pisciarle addosso. Coprendosi il viso, i capelli, le tette e la fica con il caldo fluido dorato. Ben presto i suoi capelli furono appiccicati al suo viso e la pipì colò dal suo corpo. Come ultimo atto di compimento, gli uomini le hanno messo in bocca il resto della loro pipì e gliel'hanno fatta bere.
Si rimisero i vestiti e ringraziarono il Maestro per aver permesso loro di prendere parte alla sua trasformazione e se ne andarono. Il padrone guardò la sua puttana e le cercò gli occhi per vedere se forse si era spinto troppo oltre con lei spinta troppo forte. Quello che vedeva accanto alla paura era pura lussuria. “Ti è piaciuta la tua troia da visita? Puoi parlare.
“Sì signore grazie mi è piaciuto molto signore” rispose lei. Lui sorrise e annuì e la slegò. Sapendo che non sarebbe stata in grado di camminare con la sua fica appena bucata, la portò in bagno, le fece il bagno e la mise nella vasca. Dopo essersi accertato che fosse pulita e rilassata, prosciugò l'acqua e l'aiutò a raggiungere il suo letto, una grande cuccia per cani sul pavimento accanto al suo letto dove lei ora dormiva, le rimboccò le coperte, le diede il bacio della buonanotte e si ritirò.

Storie simili

Amy - Parte 1 - Dan

Dan pensava di essere un uomo felice in generale: aveva un buon rapporto con Anna, sì, il sesso era raro e un po' di routine, ma era felice se non del tutto soddisfatto. Poi l'azienda ha assunto Amy, aveva 18 anni e sembrava un po' fuori di testa, forse era il primo giorno di nervi pensò Dan, ma, guardandosi intorno ai suoi colleghi, pensò che probabilmente dipendesse dal loro ovvio guardarla a bocca aperta mentre camminava oltre le loro scrivanie. Il capo aveva una storia di scelta dell'aspetto piuttosto che delle capacità, ma a nessuno degli uomini importava davvero. Dan di...

1.8K I più visti

Likes 0

Solo per cavarsela II

La luce del sole che filtra dalla finestra della camera da letto mi sveglia. È direttamente nei miei occhi. Gemendo mi giro nel sacco a pelo e infilo la testa sotto il cuscino. Una mano mi scuote rudemente la spalla e Tyler mi allontana il cuscino. “Alzati, Natalie! Non costringermi a portarti di nuovo a scuola! Tyler si lamenta esasperato. Mi sta ancora scuotendo la spalla. Apro gli occhi e lo guardo male. Mi sta fissando e non ha ancora smesso di scuotermi la spalla. Lasciami andare! scatto, irritato. Scuote la testa e scompare nella stanza principale. Tyler è mio fratello...

1.6K I più visti

Likes 0

Gli strani giri della vita, parte 3

Le strane svolte della vita, parte 3 Il lunedì e il martedì andavano e venivano, senza che fosse successo niente di eccitante, tranne che Sandy ha chiamato per dire che aveva ricevuto una bella offerta per la casa da una coppia di circa 30 anni. I suoi figli erano tornati dal loro papà, quindi non poteva venire, ma volevo. Sono andato in palestra dopo il lavoro lunedì, martedì e mercoledì e ho chiacchierato con una bella donna della mia fascia di età che era interessante e non aveva anelli o altre prove di impegno. Abbiamo parlato, mentre l'ho aiutata a riadattare...

1.7K I più visti

Likes 0

Alza il tuo

Nell'agosto del 1998, avevo 18 anni e vendevo Bibbie porta a porta, a piedi, in una piccola città della Virginia. Mentre continuavo a camminare sempre più fuori città, cercando di vendere qualcosa che tutti avevano già, mi sono reso conto che si stava facendo buio ed ero a circa 5 miglia da dove stavo affittando un piccolo appartamento. Ho deciso di tornare in città in autostop. GROSSO ERRORE!!! Quando un furgone si è fermato e si è fermato e la porta scorrevole si è aperta, ho capito che potrebbe non essere una buona idea. C'erano 4 ragazzi neri lì dentro e...

1.2K I più visti

Likes 0

Nella foresta con un adolescente

Stavo andando a conoscere la ragazza. Non l'avevo mai vista prima, ho chattato con lei solo alcune volte su Internet. Ma sapevo che era giovane - solo 16 anni, e sapeva che avevo più di dieci anni di lei... A parte questo non avevo mai visto una sua foto, anche se mi aveva detto che è molto di piccole dimensioni. Avevamo deciso di incontrarci a una fermata dell'autobus, ai margini del centro città. Era una calda giornata estiva e stavo arrivando a piedi. Avevo bevuto un paio di birre per calmare i miei nervi. Quando ho svoltato nella strada giusta, la...

1.9K I più visti

Likes 0

Sandra dopo l'Università Pt. 1

Sandra dopo l'università di Vanessa Evans Sandra ha guadagnato abbastanza soldi per prendersi un anno di pausa. Nota dell'autore Questa storia è una continuazione della mia storia Sandra è diversa. Sebbene questa storia possa essere indipendente, avrà più senso se leggi prima Sandra è diversa. v introduzione Dopo 3 incredibili anni all'università in cui ho fatto un sacco di soldi lasciandomi sculacciare dagli uomini, lasciando che gli uomini mi scopassero mentre ero privo di sensi e dimostrando macchine del cazzo alle convention di attrezzature erotiche, ho deciso che dovevo prendermi un anno per ottenere il massimo delle mie dipendenze che si...

779 I più visti

Likes 1

Ho guidato la macchina nel vialetto e l'ho parcheggiata accanto a quella di mia madre. Mi sono controllato dallo specchietto retrovisore per l'ultima volta, per assicurarmi di non sembrare il diavolo in persona, ho preso il regalino che avevo comprato per la mamma e mi sono avviato verso casa. Il mio nome è Kevin. Ho ventuno anni e sono uno studente universitario. Vivo con mia madre, che quel giorno compiva quarantuno anni. Lei e mio padre hanno divorziato quando ero piccolo e da allora si è presa cura di me. Papà veniva a trovarci circa ogni due mesi e, a giudicare...

919 I più visti

Likes 0

Vivere la vita negli spogliatoi

Lexi si è svegliata al suono della campanella della settima ora, la campanella le era familiare perché le ricorda sempre l'ora del congedo. Lexi era un'atleta di punta nella squadra di pallavolo del liceo e ogni giorno dopo la scuola doveva andare ad allenarsi. Si affrettò verso il suo armadietto, notando che tutti i suoi amici si stavano salutando, prese la sua uniforme dall'armadietto e la borsa della palestra. e si precipitò negli spogliatoi delle ragazze. Di solito era la prima lì e oggi non era diversa. Andò al suo solito armadietto e iniziò a spogliarsi, si tolse la camicia e...

740 I più visti

Likes 0

Il mio fantastico viaggio a Sydney

Questa è la mia prima storia: ne ho lette alcune ma è un po' diverso scriverle, quindi un feedback sarebbe positivo. In particolare su quanta introduzione piace alle persone. Mi piace un po' ambientare la scena, ma non così tanto da richiedere anni, non sono sicuro di aver capito bene o meno. Mi chiamo Matt, ho 22 anni e studio all'università di Adelaide. Ho una ragazza che si chiama Kate, è una ventenne bionda bassa che sta benissimo nel sacco, ma sfortunatamente le piaccio più di quanto piaccia a me. Kate ha un'amica a Sydney che festeggiava il suo 21esimo compleanno...

696 I più visti

Likes 0

30 giorni, 30 peccati (in italiano, scusate)

1 - Mi fa male, stasera – sussurrò la sorella nel buio ma quello scemo di Renè non si decideva ad andarsene in camera sua. - Ieri pomeriggio hai spinto troppo, idiota! - Renè sbuffò ma non mollò. Era inginocchiato per terra affianco al suo letto e con la mano sotto le lenzuola continuava a cercare di intrufolarsi sotto la sua vestaglietta. - Devi andartene, non deve succedere più, lo capisci? - - Solo un’ultima volta – sussurrò il fratello nel buio – è troppo bello! - Giorgia ripensò a quel mese incredibile... tutto era cambiato e lei non riusciva a...

602 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.