Zack e John

546Report
Zack e John

Zachary ha aspettato con impazienza l'arrivo della sua nuova babysitter. Ha sempre fatto scherzi alla nuova babysitter per sbarazzarsene. Aveva già 13 anni e credeva di potersi prendere cura di se stesso, ma i suoi genitori non glielo permettevano e lo trattavano come un bambino.
Ding Dong!
"Zachary, vieni qui per incontrare la babysitter", disse sua madre.
Zackary scese le scale aspettando di vedere un'anziana signora entrare dalla porta, ma si sbagliava. Un'anziana signora non è entrata dalla porta, ma un adolescente sì.
"Zachary, questo è John." disse la mamma di Timmy. "Vive in fondo alla strada e ha detto che non gli dispiacerebbe fare da babysitter, quindi non causargli nessun problema."
"Non si preoccupi signora", disse John. "Sono sicuro che Zack qui starà bene."
La mamma di Zack ha detto grazie ed è uscita dalla porta.
"Va bene Zack, guarderò un po' di TV, quindi fai quello che vuoi ma non fare pasticci o altro." John si diresse verso il soggiorno, saltò sul divano e atterrò sui cuscini. Prese il telecomando e accese la TV.
Zack si limitò a guardarlo. John sembrava avere circa 18 anni e capelli neri e arruffati, l'esatto opposto dei capelli biondi e lisci di Zack. Anche lui era piuttosto alto. Zack era già alto 5'7 e John era almeno mezzo piede più alto di lui. Sembrava anche abbastanza corposo perché i muscoli delle sue braccia potevano essere visti senza che lui dovesse flettersi. Zack fu sorpreso quando sentì di avere un'erezione nei pantaloni.
"Zack!" gridò Giovanni. “Puoi darmi un pop? Ho davvero sete".
John andò in cucina e prese una cola dal frigo. Entrò in soggiorno, porse la cola a John e si sedette. John aprì la lattina e prese da bere.
«Allora» disse Zack. "Quanti anni hai?"
"Ho 17 anni", ha detto John, tenendo gli occhi sulla TV.
"Perché volevi farmi da babysitter?"
"Avevo bisogno di un po' di soldi", ha detto John, strofinandosi l'inguine sui pantaloncini bianchi ancora guardando la TV.
"Oh." Zack si voltò a guardare la TV e vide una donna che mostrava i suoi seni a un ragazzo. Questo film conteneva una scena di sesso! Zack poteva sentire il suo cazzo diventare ancora più duro ora e ha visto un grande rigonfiamento nei pantaloncini di John. Zack voltò la testa dall'altra parte del rigonfiamento crescente di Zack, ma voleva davvero fissarlo, ma poi John si tirò giù i pantaloncini e rivelò un grosso cazzo di 8 pollici.
"Non ti dispiace se mi masturbo proprio qui?" disse John, accarezzando il suo cazzo duro.
"N-No, non lo so", balbettò Zack, fissando l'enorme membro, sorpreso che John l'avesse appena tirato fuori. Era un colore tannico con una testa rosa chiaro. I peli pubici intorno erano selvaggi e folti e scuri come i capelli sulla testa di John. Le sue palle erano pendenti e non erano troppo pelose.
Il ragazzo in televisione stava succhiando le tette della donna e lei gemeva. Il cazzo di Zack si sentiva stretto nei suoi pantaloni e voleva davvero alleviare la pressione. Quindi, si è aperto la cerniera dei jeans e si è abbassato gli slip che indossava e ha rivelato un cazzo duro di 4 ½ pollici.
"Wow", disse John, "bel cazzo". Zack non la pensava così. Era bianco con una testa rosa e i suoi peli pubici biondi facevano sembrare che non ne avesse affatto. Le sue palle erano piuttosto piccole e ogni volta che si masturbava non sembrava mai sborrare molto.
“Mmm,” gemette John mentre il suo ritmo accelerava. Guardò Zack e gli chiese se voleva aiutarlo.
"Umm, ok", rispose Zack. "Cosa volete che faccia?"
"Succhiami e basta", disse John. "È davvero facile e penso che ti piacerà."
Zack si inginocchiò a terra e si chinò sul cazzo di John. Il pre-cum ha già ricoperto la parte superiore. Zack abbassò nervosamente la testa e leccò la parte superiore del cazzo di John. Il sapore non era male, quindi mise le labbra intorno alla testa e iniziò a mettere più cazzo in bocca. John gemette per l'intensa sensazione di avere la bocca di Zack sul suo cazzo e di sentire la sua lingua che vorticava su di esso.
"È così bello", ha detto John. "Continuare." Zack iniziò a muovere la testa su e giù per prendere il cazzo di John il più indietro possibile in gola. Stava anche massaggiando le palle di John con la mano destra e giocava con le sue con l'altra.
John gemette di nuovo e inclinò la testa all'indietro. Iniziò a strofinarsi il petto sotto la maglietta e mise l'altra mano sulla nuca di Zack spingendogli la testa in basso un po' più ruvidamente.
«Vieni» disse. "Ci sono quasi." Zack stava cominciando a vomitare mentre il cazzo di John gli andava più in fondo alla gola.
"Ahh, sto per venire!" gemette Giovanni. I suoi fianchi iniziarono a piegarsi in avanti e una mazzetta di sborra schizzò in fondo alla gola di Zack. Zack si strozzò quando altra sborra iniziò a sparargli in bocca. Ha tolto la bocca dal cazzo di John per respirare e altri flussi di sperma gli hanno sparato sul naso e sulla guancia.
"È stato fantastico", ha detto John. "Ora ricambierò il favore". Zack si sedette sul divano mentre John si inginocchiava. Si è tolto la maglietta rivelando pettorali duri e ha tagliato gli addominali. Appoggiò immediatamente la bocca sul cazzo di Zack e iniziò a succhiare. Succhiò ferocemente il cazzo di Zack, facendo roteare la testa in bocca usando la lingua e mettendosi tutto in bocca. Allargò le gambe di Zack e se le mise sulle spalle e gli tenne le cosce tra le mani
“Mmm,” gemette Zack, provando un piacere che non aveva mai provato prima. Sentì i suoi capezzoli diventare duri sotto la maglietta e il suo cazzo iniziò a pulsare. "Sto per venire."
John iniziò a succhiare più velocemente. Zack iniziò a gemere di più e iniziò a piegare i fianchi.
"Sto venendo!" urlò Zack. John sentì quattro colpi duri entrargli in gola e poi il resto gli gocciolava sulle labbra. Si tolse di bocca il cazzo di Zack e iniziò a leccare i lati pulendolo.
"È stato fantastico", ha detto Zack, riprendendo fiato.
John si alzò e si sedette accanto a lui. Si chinò verso Zack e iniziarono a baciarsi, le loro lingue che combattevano l'una contro l'altra. Zack poteva assaporare il suo sperma nella bocca di John. Si baciarono per diversi minuti prima di fermarsi.
"Penso che dobbiamo pulire noi stessi".

Storie simili

Ritmo di The Rails

Siamo usciti dalla Union Station verso le 20:00. Nella canzone, il treno parte la mattina e arriva la sera. Immagino che le cose siano cambiate da quando Steve Goodman ha preso il treno e ha scritto la canzone. Potrei conviverci. Fin dalla prima volta che avevo sentito Arlo Guthrie cantare di The City of New Orleans, avrei voluto fare questo viaggio. Spesso, al lavoro o sotto la doccia, mi ritrovavo a canticchiare la melodia. Ora, in realtà ero sul treno leggendario, in viaggio da Chicago a New Orleans. Stavamo cambiando auto a Memphis, nel Tennessee verso le 6:30 del mattino, a...

262 I più visti

Likes 0

Gli strani giri della vita, parte 3

Le strane svolte della vita, parte 3 Il lunedì e il martedì andavano e venivano, senza che fosse successo niente di eccitante, tranne che Sandy ha chiamato per dire che aveva ricevuto una bella offerta per la casa da una coppia di circa 30 anni. I suoi figli erano tornati dal loro papà, quindi non poteva venire, ma volevo. Sono andato in palestra dopo il lavoro lunedì, martedì e mercoledì e ho chiacchierato con una bella donna della mia fascia di età che era interessante e non aveva anelli o altre prove di impegno. Abbiamo parlato, mentre l'ho aiutata a riadattare...

228 I più visti

Likes 0

Fat Bastards violenta il mio culo - storia 4

Sapevo che The Fat Bastard sarebbe stato in giro oggi per riscuotere l'affitto e non sapevo cosa aspettarmi. Non avevo i soldi, quindi ero sicuro che avrebbe voluto scoparmi di nuovo, ma non sapevo cos'altro avrebbe potuto volere. La prima volta che è venuto, mi aveva appena scopato lui stesso, ma la seconda volta mi aveva dato anche a suo figlio. Questa sarebbe stata la terza volta e sospettavo che sia lui che suo figlio mi avrebbero voluto scopare di nuovo, ma non sapevo se sarebbe stato sufficiente per coprire l'affitto del mese. Ero sdraiato sul mio letto a leggere un...

327 I più visti

Likes 0

Succhiare e deglutire_(1)

Era da molto che pensavo, come ci si sente a succhiare un ragazzo? Come sarebbe avere un vero cazzo che mi scivola su per il culo? Ho 39 anni e sono sposato e non ho mai avuto quel prurito nel modo corretto. Sicuramente mia moglie ha usato gli strap-on, ma non mi è mai sembrato abbastanza giusto. Dovevo scoprirlo, quindi ho iniziato la mia ricerca sugli incontri locali per uomini. Alla fine ho trovato un ragazzo che era Bi-Curioso e viveva in zona, per la sua privacy lo chiameremo David. David era un uomo dall'aspetto medio, come lo sono io, abbiamo...

634 I più visti

Likes 0

Eddie, la mamma del suo amico e Betty

June Cleaver era la mamma di due giovani uomini ben educati, Waldo di 20 anni e Theo di 19 anni. Era la tipica casalinga di periferia americana che amava suo marito Ward ed era sposata con lui da oltre 32 anni. La 53enne June era piena di seni di 40 gg, un culo grasso e rotondo ed era formosa. A 5 piedi 9 era un bicchiere d'acqua alto ed è per questo che il giovane Eddie Haskell, bramava la mamma del suo migliore amico. Eddie, 20 anni, aveva scoperto di recente l'ipnotismo e scoprì di essere davvero bravo in questo. Quindi...

318 I più visti

Likes 0

Solo per cavarsela II

La luce del sole che filtra dalla finestra della camera da letto mi sveglia. È direttamente nei miei occhi. Gemendo mi giro nel sacco a pelo e infilo la testa sotto il cuscino. Una mano mi scuote rudemente la spalla e Tyler mi allontana il cuscino. “Alzati, Natalie! Non costringermi a portarti di nuovo a scuola! Tyler si lamenta esasperato. Mi sta ancora scuotendo la spalla. Apro gli occhi e lo guardo male. Mi sta fissando e non ha ancora smesso di scuotermi la spalla. Lasciami andare! scatto, irritato. Scuote la testa e scompare nella stanza principale. Tyler è mio fratello...

276 I più visti

Likes 0

Rito di passaggio

Rito di passaggio Capitolo 1 Le gambe della sorella di Jimmy Smith erano gettate su ciascuna delle sue spalle mentre si spingeva con forza nel suo stretto tunnel. Guardando in basso, poteva vedere la schiuma bianca che ricopriva il suo cazzo e il morbido castano lanuginoso dei suoi peli pubici. L'aria si riempì dei suoni squishy del suo cazzo che martellava la sua succosa figa bagnata. I suoi piccoli seni volavano avanti e indietro. I suoi capelli castani lunghi fino alle spalle circondavano il suo viso sudato. I suoi occhi si fissarono su quelli di lui, la sua bocca aperta con...

588 I più visti

Likes 0

Fallout Quattro Futanari

Fallout Quattro Futanari Eccolo, Jalbert Brothers Disposal, ha detto Brand. Paige Carter, alta, snella, con gli occhi grigi e corti capelli biondi, strinse più forte il suo fucile automatico mentre guardava su per la collina, verso gli edifici sgangherati e frammentari e le pile di rottami. Guardò la sua squadra di predoni con uno sguardo dubbioso. Brand era in piedi con il binocolo fissato sul posto, il revolver calibro 44 nella fondina all'anca, quasi nascosto dall'armatura a punte che indossava. Era stoico e calmo, per la maggior parte; una dipendenza psicotica lo ha fatto esplodere di rabbia in alcune occasioni. Dietro...

596 I più visti

Likes 0

Tatuaggio

Oggi è il giorno. Avevo intenzione di farlo da alcuni mesi ormai e non mi è mai sembrato il momento giusto. Ora l'attesa è finita. Sono in piedi davanti al negozio di tatuaggi, godendomi la dolce miscela di anticipazione e paura che mi avvolge. Prendo un respiro profondo e apro la porta. Quando entro sono momentaneamente travolto dall'aria calda e dalla musica seducente che sembra non finire mai. Ora sono trascorse ore, quindi è solo in studio, si prepara a tatuarmi la schiena. Nel corso dei mesi in cui non riuscivo a decidere il design definitivo per il mio tatuaggio sulla...

424 I più visti

Likes 0

College Town – Parte 4 – Ragazzi cattivi

Adam riusciva a malapena a guardare Jess che era seduta sul letto coperta dallo sperma di un altro uomo. Si sedette sul bordo del letto chiedendosi perché non fosse ancora fuggito dalla stanza mentre grosse gocce bianche del succo di Jason rotolavano dalla fronte della sua ragazza, lungo i lati del suo naso, e nel suo occhio sinistro. Non era del tutto sicuro se la sua ragazza avesse avuto intenzione di umiliarlo o se fosse stata semplicemente presa dal momento e avesse detto e fatto cose che non avrebbe dovuto fare. I suoi pensieri furono interrotti mentre lei parlava. Distendersi. Jess...

669 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.