Spirito libero (07)...Rock Bottom? Parte 2 (1998)

231Report
Spirito libero (07)...Rock Bottom? Parte 2 (1998)

Le due settimane passarono velocemente e non ottenni il lavoro al negozio Fish and Chips. Non avevo altra prospettiva se non quella che quel cazzo di Tex pagasse l'affitto. Era stato bello non avere Tex intorno, per una volta mi ero sentito a mio agio; girare per casa in topless proprio come tutte le altre ragazze.

Fondamentalmente per le due settimane in cui ero a casa avevo indossato mutandine sporche, stivali Ugg e una maglietta quando faceva freddo. Dopo qualche giorno non mi ero più vergognata di guardare le altre ragazze. Anche loro erano vestiti come me; sia in topless che con abiti larghi. I ragazzi più piccoli erano abituati a noi ragazze che andavamo in giro nude o che venivamo usate per fare sesso; quindi non li ha scioccati. Adesso dormivo coperto solo da una trapunta e indossavo solo le mutandine.


Era giovedì e oggi sarebbe dovuto venire a trovarmi Tex; le sue parole d'addio mi risuonavano ancora nelle orecchie.

“Paga il doppio”


Mi chiedevo quali piani avesse per me mentre giacevo sul materasso sotto la coperta senza volermi alzare. Erano circa le 8 del mattino quando la porta d'ingresso si aprì; Era comparso Tex.

"Ci risiamo" ho pensato tra me e me.

Rimasi lì sdraiato senza nemmeno pensare di vestirmi perché comunque presto mi sarei tolto i vestiti. Ben presto Tex si avvicinò a me con il suo sorrisetto onnisciente


“Come sta la mia puttanella oggi? hai dei soldi per me"?

"NO"

"Bene bene. questo è quello che mi piace sentire" detto questo si abbassò e mi strappò di dosso il copricapo.

"Oh bene, sei pronto per me, che dolcezza".

Poi si abbassò e mi accarezzò le tette nude, prima di stringerle forte. Poi ne succhiò uno mentre continuava a spremere l'altro. La sua mano libera entrò dritta nelle mie mutande e iniziò a massaggiarmi il clitoride; il mio corpo ha smesso di resistere quando la mia figa ha iniziato a bagnarsi.
"Va bene, oggi mi cavalcherai".
“Cosa non capisco”?

Con la mano ancora dentro le mie mutande si sdraiò sulla schiena sul mio materasso.
Poi ho capito che mi voleva sopra di lui.
Dopo che mi ha tolto le mutande, mi sono spostata dolcemente sopra il suo grosso cazzo.
Tenevo il suo cazzo duro in mano mentre abbassavo i fianchi finché la punta non toccava l'ingresso della mia figa. Scivolò facilmente dentro facendomi sussultare: presi un respiro profondo mentre mi abbassavo sul suo cazzo. Lui sorrise mentre il suo cazzo entrava nelle palle in profondità nella mia figa; Poi ho messo le mie mani su una delle sue spalle.
"È così piacevole; la tua fica è davvero stretta oggi”.
Mi sono semplicemente morso la parte inferiore del labbro e ho annuito mentre digrignavo lentamente i fianchi e iniziavo a cavalcare il suo cazzo; dapprima lentamente, sollevandomi su e giù. Ora mi mordevo il labbro più frequentemente perché aveva un effetto anche sulla mia figa ormai molto bagnata. Far scivolare su e giù il suo cazzo divenne presto molto facile; anche lui lo adorava.
“Ecco, perfetto; fanculo a me”.

Allungò la mano e mi strofinò le tette mentre aumentavo la velocità nel macinare il suo cazzo.
"Dai troia, più forte".
Poi improvvisamente si è incazzato per qualche motivo; Ho fatto del mio meglio per accontentarlo, ma non è stato sufficiente.

“Stop, stop, STOP” urlò.
Mi sentivo così piccolo e umiliato; Pensavo di fare un buon lavoro.

“Mettiti sulla schiena, inutile troia”; disse costringendomi a staccarmi da lui.

Sono quasi caduto nel materasso della mia amica Stacey che sembrava perplessa per l'aggressività. Poi mi è salito sopra e mi ha lasciato un bacio sciatto sul collo.
“Non è colpa tua” cercò di sussurrare.

Ho sentito il suo cazzo scivolare lungo il mio stomaco e scivolare nella mia fica bagnata. Mi dimenai allargando le gambe per consentirgli ampio accesso.
"Ahh" gemette mentre il suo cazzo spingeva in profondità nella mia figa bagnata.

Sorrise come se questo fosse stato il suo piano fin dall'inizio; prima di far scivolare lentamente il suo cazzo quasi fuori e sbatterlo di nuovo nel profondo. Ancora e ancora ha ripetuto il martellamento della mia figa bagnata con ogni spinta scioccante.

"Oh, cavolo, sì, è bello", era di nuovo felice.
Adesso respiravo forte quanto lui e cominciavo a perdermi; Ho chiuso gli occhi e ho fatto finta che fossero Jason o Matthew a scoparmi. Piangevo e cercavo di mordermi il labbro superiore per impedirmi di urlare di piacere. Stavo rapidamente raggiungendo l'orgasmo; e il forte colpo che stava dando mi stava spingendo giù dal materasso.

Non potevo più resistere, stavo raggiungendo l'orgasmo.
“OH CAZZO!!! MUTHA FOTTUTO!! SCOPONMI PIÙ FORTE, TROIA!!" Ho urlato quando il mio orgasmo è arrivato con una vendetta.
Sapeva che lo adoravo; e aveva quel sorriso malvagio sulla faccia mentre continuava a scoparmi forte. Ho notato che la sua pancia ora traballava davvero.

Poi si è accorto che avevo gli occhi chiusi e mi ha schiaffeggiato con la mano aperta; "Non chiudere gli occhi, voglio guardarli mentre ti sborro dentro, stronza".
L'ho guardato sapendo che doveva aver preso le pillole della rabbia oggi. I miei occhi sbattevano le palpebre quando potevo dire che era sul punto di ricoprirmi le viscere con il suo sperma. Mentre guardavo non potevo più fingere che fosse Jason, Matthew o qualcuno degli altri. Questo era un "Big Fat Prick" che mi scopava.

Lui gemette e sbatté il suo cazzo dentro di me; fissandomi intensamente negli occhi mentre lo faceva.
“È come se adesso ti possedessi, puttana; e assicurati di non dimenticarlo mai”.

Tex mi aveva riempito di sperma l'interno della figa; ormai esausto, crollò di peso sopra di me. Il suo cazzo era ancora dentro di me; ma ora stava diventando flaccido mentre ansimava e mi grondava il suo sudore. Alla fine si tirò fuori e rotolò sulla schiena; Potevo sentire il suo sperma fuoriuscire dalla mia figa. Il crack nel mio culo solleticava mentre la miscela di sperma e sudore scorreva giù. Ho provato a rotolare via da lui pensando che la prova fosse finita; ma mi ha fermato.
"Resta qui, non ho ancora finito con te". Andò in bagno e poi in cucina.

"E adesso"? ho sussurrato a Stacey; sembrava perplessa quanto me.
"Penso che ti stia iscrivendo per un grande scopo."
"Che cosa?"
“Col tempo vedrai!”
Rimasi lì a pensare alle parole di Stacey. "Penso che ti stia iscrivendo per un grande scopo."

Tex è tornato dalla pausa.

Passarono cinque minuti prima che tornasse; Stavo tentando di sedermi quando lui si è avvicinato a me e mi ha infilato il cazzo in bocca. Ho provato a reagire, ma era troppo potente.

"Mi succhierai di nuovo il cazzo forte, stronza".

Le lacrime mi scorrevano lungo il viso mentre venivo umiliato di nuovo. Ha iniziato a scoparmi in faccia in modo profondo e duro, il suo cazzo flaccido è diventato presto di nuovo duro. Ha lasciato la presa per permettermi di succhiargli il cazzo volentieri. Feci girare la lingua attorno alla sua punta; Potevo assaporare il suo sperma e la mia figa sopra.
Spinse in avanti i fianchi facendomi deglutire ancora; prima di abbassare la testa per tutta la sua lunghezza. La punta della sua testa di cazzo mi è scesa fino in gola; prima di tirarlo fuori leggermente e poi di nuovo dentro di nuovo mentre mi veniva il vomito.

"Voglio che tu prenda la mia sborra in bocca, mia piccola troia".

Con quest'ordine, ho avvolto la mia mano sulla base della sua asta vicino alle sue palle e ho cominciato a masturbarlo; mentre facevo roteare la lingua attorno alla punta che ora era a metà nella mia bocca.

Non mi stava più costringendo, stava accarezzando i miei capelli arruffati mentre lavoravo sul suo cazzo. Gemeva pesantemente e la carezza divenne una presa feroce mentre la mia bocca veniva forzata verso l'alto e poi verso il basso.
Le mie braccia caddero e si agitarono mentre lottavo per respirare.
Ricordo di aver avuto un conato di vomito quando il suo cazzo è esploso dentro di me, non riuscivo a respirare
Ho dovuto deglutire o soffocare prima che mi liberasse.

Ho tossito fino alle viscere con sperma e saliva che uscivano dalla mia bocca. Stavo avendo un attacco di tosse finché Stacey non è arrivata e mi ha dato un colpo alla schiena. Tex se ne andò e mi lasciò in una pozza di disordine creato.


L'ho visto andarsene di nuovo, quindi ho fatto una doccia sperando di aver saldato il pagamento della settimana.
Stavo facendo la doccia da 15-20 minuti buoni quando ho sentito il rumore di qualcuno che entrava nel bagno.

"Chi è la?"

Tex era sotto la doccia con tutta l'erezione.

"Che cazzo adesso"? ho chiesto

Era dietro di me e potevo sentire il suo cazzo che mi sfregava contro la parte bassa della schiena.

"Voglio scoparti ancora una volta, mia piccola troia".

L'ho guardato e ho detto; “Non pensi di averne già avuto abbastanza”?

“Sei la mia piccola troia speciale che ama il mio sperma; Ne ho di più per te"

Tex mi spinse in avanti, facendomi appoggiare alla parete della doccia, poi mi aprì le gambe riposizionandomi. Poi ho capito che mi avrebbe scopato alla pecorina sotto la doccia corrente.
Con una mano mi teneva ferma la testa; e ha seppellito l'altro nel profondo del mio buco del culo.
Questo mi ha fatto sussultare e irrigidirmi; Ho dovuto riposizionare la schiena e dimenarmi per mettermi al suo posto. Ho sentito il suo cazzo mentre mi toccava il culo rompersi.

“Non il mio culo; fammi ancora nella figa se devi, per favore”.

"Voglio il tuo culo, fine della storia."

“Per favore, no” ho supplicato.

Inarcai la schiena quando sentii il suo cazzo entrare di nuovo nella mia figa; mi aveva lasciato il culo da solo. Ho chiuso gli occhi e ho iniziato a sognare qualcuno più bello di lui che mi scopava. Presto ho avuto un orgasmo; le mie gambe vacillarono e tremarono mentre mi colpiva.

"Che cazzo stai già venendo di nuovo?" urlò completamente perplesso.

Ha accelerato il ritmo e ha scopato con decisione nella mia fica sciatta, bagnata e dolorante. Poi con un grugnito ha spruzzato il suo sperma su tutta la mia schiena arcuata. Mi ha massaggiato la schiena e mi ha massaggiato il buco del culo; Emisi un gemito come fece lui. Non sapevo cosa stesse facendo; tutto quello che so era finita.

Uscì dalla doccia dicendo: “Questa settimana il tuo vitto è stato pagato; e grazie. Ci vediamo la prossima settimana, mia piccola troia speciale”, con questo mi lasciò.


Più presto....

Storie simili

La fantasia di Carla si realizza

Sono entrato nel negozio e ho visto Richard che guardava davvero in basso e gli ho chiesto cosa c'era che non andava. Richard mi ha detto che ha appena scoperto che sua moglie lo tradiva e non sapeva cosa fare. Gli ho detto quanto ero dispiaciuto e l'ho invitato a bere qualcosa e a vedere un film, così mia moglie Carla ed io potessimo pensare a tutto lui. Gli ho detto che i bambini erano dalla zia, così non avrebbe dovuto preoccuparsi di stare con un gruppo di bambini urlanti. Richard bussò alla porta e mia moglie aprì la porta e...

2.4K I più visti

Likes 1

Giugno e luglio (2° tentativo)

Erano le 18:30 di venerdì sera quando sono tornato a casa dal lavoro. Girovagavo per casa alla ricerca di July, mia moglie da 10 anni. C'era una grande casseruola che cuoceva lentamente sul fornello. Era un buon segno. Alla fine sono uscito sul retro della casa nella nostra zona piscina. Là su due poltrone c'erano July e la sua cara amica June, entrambe completamente nude. “Cosa sta succedendo?”, ho chiesto. “June ha rotto con il suo ragazzo. Le ho detto che può trasferirsi qui, con noi. Abbiamo discusso su come potrebbe funzionare. Oh! E cosa ti sei inventato? Bene. Ho iniziato...

1.9K I più visti

Likes 0

Trovare il maestro

Trovare il maestro Prima parte Ci siamo incontrati online, come fanno tante persone in questi giorni. Era un sito di social per adulti, ed era lì che definivo la mia persona online e mi liberavo finalmente dal nascondere le mie preferenze sessuali. Mi ha stupito che ci fossero così tanti uomini in cerca di una donna come me, ma sono rimasto anche sbalordito nello scoprire, mentre parlavo con molti di loro, che non avevano idea di come gestirmi correttamente. L'uomo di nome Wolf, con i lunghi capelli scuri, la barba folta e i luminosi occhi verde giada, conosceva il modo giusto...

1.9K I più visti

Likes 0

Nurse Mom - Capitolo 9 - La mamma si unisce alla zia Pam

Girai la testa e vidi la mamma seduta sulla poltrona in un angolo. Pam ha girato la testa di scatto e si è bloccata quando ha visto la mamma lì, completamente nuda e che si toccava. La mamma aveva un grande sorriso sul viso e ha detto che non poteva trattenersi mentre continuava a far scorrere le dita sul suo gattino. Pam iniziò a farsi prendere dal panico e cercò di alzarsi da me, ma io tenni una presa salda sui suoi fianchi larghi e la tenni giù, piantata sul mio cazzo. Non riuscì a dire una parola, semplicemente arrossì quando...

2.3K I più visti

Likes 0

College Town – Parte 4 – Ragazzi cattivi

Adam riusciva a malapena a guardare Jess che era seduta sul letto coperta dallo sperma di un altro uomo. Si sedette sul bordo del letto chiedendosi perché non fosse ancora fuggito dalla stanza mentre grosse gocce bianche del succo di Jason rotolavano dalla fronte della sua ragazza, lungo i lati del suo naso, e nel suo occhio sinistro. Non era del tutto sicuro se la sua ragazza avesse avuto intenzione di umiliarlo o se fosse stata semplicemente presa dal momento e avesse detto e fatto cose che non avrebbe dovuto fare. I suoi pensieri furono interrotti mentre lei parlava. Distendersi. Jess...

1.9K I più visti

Likes 0

Un'estate con la mia sorellastra Mary, parte 2

Sembrava che ci fosse voluta un'eternità prima che la mia matrigna se ne andasse, ma quando finalmente lo fece, ci guardammo entrambi e Mary mi fece il sorriso più carino, chiedendomi se ero pronta a finire di mettere quella lozione. Uscimmo e lei si tolse il top lentamente, timidamente, come se fosse imbarazzata dalle piccole dimensioni delle sue tette. A me sembravano la perfezione, piccoli, appuntiti, con minuscoli capezzoli rosati che spuntavano fuori. Le ho detto che erano belli, al che ha fatto un grande sorriso e si è sdraiata sulla sedia, di nuovo a pancia in giù. Avrei voluto toccarli...

2K I più visti

Likes 2

Cane fortunato Ch5: Finire Tammy

Cane fortunato Ch5: Finire Tammy Tammy uscì dal bagno avvolta in un asciugamano. Si era asciugata la maggior parte del sangue e si era sborrata via dal corpo. Aveva perso il suo gioco preferito. Doveva solo scopare il primo ragazzo che aveva incontrato e restare con lui per un po'. Forse avrebbe seguito il consiglio della sua amica e avrebbe trovato un affidabile sei pollici. Si sedette su una sedia in cucina con un bicchiere di latte davanti a sé. Il cane era stato rude e brutale, ma lei pensava che fosse qualcosa che le sarebbe piaciuto in un essere umano...

2.1K I più visti

Likes 1

SESSO DI CRAIGSLIST

Questa è la mia prima storia quindi dimmi cosa dovrei fare meglio la prossima volta!! Anche questa è una storia vera spero vi piaccia!! Quando avevo 18 anni stavo molto nell'armadio. Nessuno nella mia scuola sapeva che ero bisessuale e il fatto che tutto il giorno avrei sognato e fantasticato di avere un cazzo in bocca. Prima di raccontarvi la storia lasciate che vi parli un po' di me. Ho 18 5'7 140 e sono in forma atletica considerando che ho lottato; ma questa è una storia per un'altra volta ;). Inoltre ho un grosso cazzo nero da 8 pollici. Ma...

1.9K I più visti

Likes 0

Quattro anni dopo la pesca del tonno

Ora è l'inverno del 2009, quasi cinque anni dal nostro grande viaggio di pesca. Potresti aver letto la mia storia su una battuta di pesca del tonno in cui mia moglie era malata ed è rimasta a casa e ho portato un paio di nostri amici a pescare. È stato durante quel viaggio che mi ha detto che si era interrogata sul mio cazzo dai tempi del college molti anni fa. Noi tre abbiamo finito per fare del sesso fantastico sulla mia barca nell'oceano. Nessuno di noi ha mai parlato di quel giorno per quasi cinque anni, cioè fino ad oggi...

2K I più visti

Likes 0

Fantasia realizzata

FANTASIA REALIZZATA Stava soffrendo. Se l'è meritata. Era stata sciocca, i suoi desideri avevano annebbiato il suo buon senso e l'avevano portata ad agire impulsivamente. Lo aveva incontrato online e anche se fin dall'inizio il suo istinto le diceva che poteva essere pericoloso, ma quando le ha descritto come l'avrebbe usata ha eccitato il suo desiderio masochista e lei non ha potuto resistere alla tentazione. Quindi era andata dove lui le aveva detto e poi aveva fatto quello che lui le aveva detto di fare. “Quando arriverai lì vedrai un furgone nero. Apri le porte posteriori, sali, chiudi le porte. Sul...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.